La Borsa di New York ha chiuso l’ultima seduta della settimana scorsa in rialzo

Fatca: le banche italiane si adeguano all’Agenzia delle entrate americana cambio euro dollaroSecondo il segretario al Tesoro Usa, Steven Mnuchin, la firma dell’accordo tra Stati Uniti e Cina potrebbe essere siglata ad inizio gennaio.

Tra i titoli in evidenza Nike -1,04%. Il colosso dell’abbigliamento sportivo ha comunicato risultati relativi al secondo trimestre del suo esercizio segnati dal balzo dei profitti netti del 32% annuo a 1,1 miliardi di dollari, pari a 70 centesimi per azione, a fronte di ricavi in progresso del 10% annuo a 10,3 miliardi. Il consensus di FactSet era invece per 58 centesimi e 10,1 miliardi rispettivamente. Deludono le vendite nel mercato nordamericano, cresciute meno del previsto.
Carnival +7,61%. Il gruppo delle crociere ha pubblicato una trimestrale superiore alle attese ed ha fornito un outlook convincente.
US Steel -10,82%. Il gigante dell’acciaio ha annunciato il profit warning ed ha tagliato il dividendo.
ViacomCBS +3,79%. Il gruppo media ha comunicato l’intenzione di rilevare il 49% della casa di produzione Miramax da BeIN Media Group per 375 milioni di dollari.
Sul fronte macroeconomico il Dipartimento del Commercio ha pubblicato i dati definitivi del PIL relativo al terzo trimestre 2018, indicando una variazione annualizzata del 2,1% dal +2% del secondo trimestre. All’aumento del PIL reale nel terzo trimestre ha contribuito positivamente la spesa per consumi personali (PCE), aumentata dell’1,5%. La spesa per i consumi reali è aumentata nel terzo trimestre dello 3,2%, dal +2,9% della stima precedente.

La Borsa di New York ha chiuso l’ultima seduta della settimana scorsa in rialzo ultima modifica: 2019-12-23T15:31:57+01:00 da Carlo D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.