40 rate del mutuo concesso da Banco Bpm per la costruzione della Fiera di Lodi che risultano non onorate dalla società Lodinnova

Ancora nessun commento

banco bpmDopo aver atteso per anni una soluzione, ora il gruppo bancario ha la necessità di chiudere la partita, pressato da una situazione che risulta sempre più difficile da giustificare. L’obiettivo di Banco Bpm è archiviare la partita entro la fine dell’anno. Ma non sarà facile, perché al momento l’unica via d’uscita è la cessione dell’immobile a Sal, Società acqua lodigiana, che oggi occupa già gli spazi della Fiera con un contratto di affitto.

Da mesi nel cassetto del sindaco Sara Casanova c’è la perizia sul valore del polo fieristico, ma questo non è servito a produrre passi avanti. La stima complessiva (tra immobile e diritto di superficie dell’area) è di 4,2 milioni di euro. Non è escluso che la banca voglia incontrare direttamente il sindaco per affrontare il dossier. Proprio per cercare di uscire dall’impasse, nei giorni scorsi la giunta Casanova ha approvato un atto d’indirizzo: la parola passa agli avvocati per gli approfondimenti necessari sui diritti patrimoniali del Comune di Lodi.

L’ente affiderà ad un legale la consulenza giuridica sui rapporti con la partecipata Lodinnova (in liquidazione). I dubbi interpretativi riguardano gli effetti della messa in liquidazione della società, in relazione all’atto con cui nel 2001 il Comune stesso aveva concesso il diritto di superficie sull’area su cui è stato realizzato il complesso. Intanto come confermato ieri anche dal liquidatore, Pierfrancesco Cecchi, il fardello dei debiti ammonta a circa 3,5 milioni di euro (di cui 3,2 milioni solo con il Banco-Bpm). «In questi mesi siamo riusciti a pagare parte del dovuto ai fornitori, rimangono circa 200mila euro di tasse da versare al Comune, altri 40mila con i fornitori e 30mila euro con l’erario – dice Cecchi – i rapporti con la banca sono costanti». Saranno pure costanti, come dice Cecchi, ma i risultati finora sono stati nulli. E tra i vertici della Popolare la pazienza è finita.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

MillionDay e MillionDay Extra, le estrazioni delle 13 di venerdì 14 giugno

Proseguono anche nel 2024 il MillionDay e il MillionDay Extra, sempre con la doppia formula: le estrazioni avvengono infatti due volte al giorno, una alle 13.00 e l’altra come di consueto alle 20.30. Il MillionDay è una lotteria basata sull’estrazione casuale di 5 numeri compresi tra 1 e 55. I giocatori possono partecipare all’estrazione compilando una…

Leggi »

Export italiano a +10%: quali prodotti hanno successo all’estero

Torna a crescere l’export italiano. I dati Istat confermano la ripresa ad aprile delle vendite di beni e servizi dall’Italia verso l’estero a un ritmo che non era registrato da diversi mesi. Un +10,7% su base annua aiutato da una crescita sul mese precedente di oltre il 2%. Anche se ci sono alcune circostanze momentanee…

Leggi »

Draghi lancia il monito all’Ue: cosa ha detto l’ex presidente del Consiglio

L’ex presidente del consiglio e direttore della Banca centrale europea Mario Draghi ha ricevuto in Spagna il premio europeo Carlo V dal re Felipe VI in una cerimonia nel monastero di San Jeronimo de Yuste. Nel discorso di ringraziamento, Draghi ha sottolineato alcune priorità che l’Unione europea dovrebbe seguire in tema economico a partire dalla…

Leggi »