A Banca popolare dell’Emilia-Romagna 180 milioni dalla Bei per concedere mutui alle imprese

Articolo del

In una fase molto critica per l’economia italiana la Bei (Banca europea per gli investimenti) ha voluto confermare il rapporto di collaborazione con la Banca popolare dell’Emilia-Romagna concedendo a Bper una linea di credito per finanziare progetti di sviluppo delle aziende clienti: in base all’accordo siglato 180 milioni di euro saranno disponibili per sostenere pmi e MidCap (aziende che impiegano fino a 3mila addetti). Un accordo che segue quello definito nei mesi scorsi che ha consentito all’istituto di credito di mettere a disposizione di imprese ed enti locali delle aree colpite dal terremoto dello scorso maggio in Emilia linee di credito per 40 milioni.

Le possibilità di finanziamento abbracciano uno spettro di interventi piuttosto ampio in tutti i settori economici: agricoltura, industria, servizi, commercio e turismo. Saranno finanziabili gli investimenti finalizzati allo sviluppo dell’impresa (come immobili, beni strumentali, ricerca di prodotto e processo, acquisto di marchi e brevetti) e la quota di capitale circolante in proporzione all’aumento della capacità produttiva generato dagli investimenti programmati. Grazie alla provvista assicurata da Bei, Bper sarà in grado di erogare finanziamenti di durata fino a 12 anni riconoscendo alle imprese clienti tassi competitivi: tra le agevolazioni previste per le imprese figurano anche l’esenzione dall’imposta sostitutiva (una tantum di 0,25 punti base per l’intera durata del contratto) e la cadenza semestrale delle rate.

“In un momento particolarmente complesso per il mondo delle imprese, soprattutto quelle medio-piccole – ha dichiarato il direttore della divisionecorporate del gruppo Bper Corrado Savigni – l’accordo dimostra la forte volontà di individuare tutte le possibili opportunità per sostenere con atti concreti il tessuto produttivo del paese, in particolare con operazioni di finanziamento con piano di rimborso con durate maggiori di quelle in genere offerte alla clientela e ne conferma una volta di più l’impegno a favore del territorio”.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI