airbnb booking tasse

Agenzia delle entrate: Airbnb e Booking verseranno le tasse per i proprietari

Era già scattato a giugno l’obbligo, per Airbnb e Booking, di versare le tasse. Ma i due portali non lo avevano preso molto sul serio.

Airbnb e Booking, così come qualsiasi altro portale di intermediazione immobiliare, dovranno far pagare le tasse ai proprietari degli immobili. La notizia era già arrivata a giugno, ma le due piattaforme ritenevano che la normativa fiscale non potesse essere applicata. Di tutta risposta, la conferma da parte dell’Agenzia delle Entrate arriva proprio in questi giorni.

Il versamento dell’importo – ovvero la cedolare secca, imposta che sostituisce le altre tasse sulle locazioni e che è del 21% – dovrà avvenire entro giorno 16 di ogni mese successivo.

Si tratta di un apposito codice tributo emanato dall’Agenzia delle Entrate e relativo al versamento delle ritenute dei contratti di locazione breve. Considerato che l’obbligo, per i due portali di intermediazione immobiliare di fare da sostituti di imposta, è scattato il primo giugno, il versamento sarebbe dovuto avvenire proprio il 16 di questo mese.

Purtroppo, però, non esiste ancora alcun provvedimento attuativo per portali di intermediazione. Dobbiamo quindi attendere che Airbnb e Booking forniscano tutti i dati fiscali relativi ai propri “host”, ovvero dei proprietari delle case.

Ma, l’Agenzia delle Entrate conforta tutti: il provvedimento sarà disponibile a breve. E tra gli obblighi ci sarà anche quello di inviare la certificazione annuale con tutti gli importi pagati.

Agenzia delle entrate: Airbnb e Booking verseranno le tasse per i proprietari ultima modifica: 2017-07-07T09:49:18+00:00 da Clara A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.