Banca Fideuram, nei nove mesi salgono masse e utile

Articolo del

PIANCASTELLI CONDIRETTORE GENERALE – Totale delle masse amministrate a 89 miliardi di euro, raccolta netta totale pari a 1,9 miliardi e raccolta di risparmio gestito che si è attestata a 2,7 miliardi, con i private banker sempre sopra quota 5mila (5.061 per l’esattezza) e un utile netto consolidato a 300,2 milioni di euro: sono alcuni dei numeri del resoconto intermedio di gestione consolidato al 30 settembre 2014 approvato dal consiglio di amministrazione di Banca Fideuram, presieduto da Enrico Salza. Novità anche sul fronte “caldo” delle nomine: nella stessa riunione il cda ha deliberato, con decorrenza immediata, la nomina di Massimo Antonello Piancastelli a condirettore generale di Banca Fideuram, responsabile dell’area di coordinamento affari.

MASSE IN AUMENTO – Al 30 settembre 2014 le masse amministrate dal gruppo Banca Fideuramerano pari a 89 miliardi, in aumento di 5,3 miliardi (+6,4%) rispetto al 31 dicembre 2013. Un andamento riconducibile, spiega il gruppo nella nota ufficiale in cui comunica i dati, “alla buona performance di mercato dei patrimoni (+3,4 miliardi) e alla raccolta netta positiva del periodo (+1,9 miliardi)”. La componente di risparmio gestito si è collocata a quota 71,6 miliardi (pari all’80,5% delle masse totali), in aumento di 5,5 miliardi (+8,4%) rispetto al saldo di fine 2013, “soprattutto per effetto degli ottimi risultati delle assicurazioni vita (+3 miliardi) e delle gestioni patrimoniali (+1,8 miliardi)”.

I RISULTATI DEL PRIVATE – Al 30 settembre 2014 le masse amministrate in regime di consulenza a pagamento Sei ammontavano a circa 24,3 miliardi, pari al 27,3% del totale delle masse amministrate, in aumento di 2,6 miliardi (+12,2%) rispetto a fine 2013. Prosegue la crescita del segmento private, che secondo i dati aggiornati al 30 settembre detiene 41,9 miliardi di euro (contro i 38,4 al 31 dicembre 2013, con un aumento dunque del 9%), pari al 47% delle masse complessive. Nei primi nove mesi del 2014, l’attività commerciale ha registrato una raccolta netta di 1,9 miliardi, con la componente di risparmio gestito pari a 2,7 miliardi. Al 30 settembre 2014 il numero complessivo dei private banker delle reti Banca Fideuram e Sanpaolo Invest si è attestato a 5.061 dai 5.104 al 31 dicembre 2013.
“SCELTE STRATEGICHE VALIDE” – L’amministratore delegato di Banca Fideuram Matteo Colafrancesco ha commentato così i risultati: “trimestre dopo trimestre, il gruppo Banca Fideuramcontinua a crescere, superando ancora una volta i massimi storici, sia per volume degli asset sia per redditività. Questi dati dimostrano la validità delle nostre scelte strategiche e la qualità del lavoro svolto dalle nostre reti, ogni giorno, a fianco della clientela. La nostra solidità unita al nostro dinamismo commerciale ci consentono di essere sempre più un punto di riferimento per l’intero settore dei servizi finanziari destinati alla clientela di fascia alta”.

Di seguito, l’andamento del conto economico consolidato (fonte: Banca Fideuram).

Fid

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI