Sono esenti Iva le operazioni di cambio tra Bitcoin e altre valute

Bitcoin in discesa in questa terza domenica di settembre.

La stretta sul Bitcoin e le altre criptovalute da parte della Cina con la recente chiusura di una delle maggiori piattaforme di exchange, hanno alimento nuove incertezze sul  creato futuro delle criptovalute. Una situazione insostenibile per gli investitori, preoccupati per il futuro del Bitcoin che ha alimentato ancor più quella speculazione.

Una volatilità “estrema” che ha visto il prezzo del Bitcoin raggiungere quota 5.000 dollari nei primi giorni di settembre, per poi mettere a segno un crollo mai visto nella storia che ha portato i prezzi a 3.000 dollari nella mattinata di venerdì prima di tornare a salire recuperando in parte le perdite. Nella sola giornata il prezzo del Bitcoin è passato dai 3.000 dollari fino a sfiorare i 4.000 dollari, proprio mentre le principali testate giornalistiche online parlavano della “fine del Bitcoin“, “lo scoppio della bolla“.

Della situazione incerta delle criptovalute è una cosa nota. Lo sanno gli investitori, ne approfittano gli speculatori. Le opportunità offerte dal Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash e altre sono  sotto gli occhi di tutti, ma la prudenza, diversificazione e la gestione del rischio deve essere alla base di ogni investimento, sia che si tratti di azioni di borsa, materie prime, valute ecc…

Tornando alla situazione attuale delle criptovalute, sembrerebbe che la pioggia di vendite iniziata nel mese di settembre non sia ancora finita, questa è  la situazione attuale:

Bitcoin a 3.609 dollari in calo del 3,21%

Bitcoin Cash a 431 dollari in calo del 5,16%

Ethereum a 247 dollari in calo del 3,5%

Litecoin a 49,64 dollari in calo del 5,7%

Ripple a 0,1787 dollari in calo del 3,92%

Dash a 294,4 dollari in calo del 4,13%

 

Secondo gli esperti il calo dei prezzi proseguirà anche nei prossimi giorni/settimane. Ci vorrà tempo per rivedere le criptovalute ritornare sui valori di fine agosto, nel frattempo gli investitori/trader corrono ai ripari sfruttando quegli strumenti in grado di guadagnare sul ribasso dei prezzi, stiamo parlando del trading online su criptovalute. E’ questa la soluzione migliore per non perdere l’opportunità di guadagnare sul ribasso dei prezzi.

Come guadagnare sul ribasso dei prezzi delle criptovalute

Vista la discesa dei prezzi e la possibilità che questo trend possa continuare anche nei prossimi giorni, potrebbe essere un azzardo investire in criptovalute, ma la possibilità per guadagnare anche sul ribasso dei prezzi non manca. La soluzione è il trading online con il quale l’investitore/trader può guadagnare sia sul rialzo che sul ribasso dei prezzi e sopratutto utilizzare la leva finanziaria per “amplificare” i guadagni (o le perdite).

Alcuni broker offrono servizi di trading online (anche in Italia) e propongono strumenti finanziari legati al tasso di cambio dei Bitcoin con le altre valute digitali, in particolare col dollaro americano. E’ il caso per esempio dei CFD (contract for difference), prodotti derivati che permettono di guadagnare in base alle variazioni di prezzo di un’attività finanziaria sottostante (in questo caso il tasso di cambio tra i Bitcoin e le principali valute internazionali).

 

Bitcoin in discesa in questa terza domenica di settembre. ultima modifica: 2017-09-17T09:51:25+00:00 da Andrea M.