Carta o contanti, come conviene pagare all’estero?
Quando si è in un paese straniero, è di primaria importanza considerare il metodo di transazione più idoneo al fine di evitare disagi e spese supplementari. Le possibilità a disposizione spaziano dalla carta di credito alla carta di debito, passando per l’utilizzo di denaro contante o alternative possibili. Ogni modalità di pagamento ha i suoi…

Ancora nessun commento

Quando si è in un paese straniero, è di primaria importanza considerare il metodo di transazione più idoneo al fine di evitare disagi e spese supplementari. Le possibilità a disposizione spaziano dalla carta di credito alla carta di debito, passando per l’utilizzo di denaro contante o alternative possibili.

Ogni modalità di pagamento ha i suoi pregi e difetti, ma con un’adeguata pianificazione è fattibile individuare la soluzione più vantaggiosa. Esaminiamo da vicino le varie opzioni per assisterti nel compiere una scelta ben informata.

Usare la carta di debito all’estero

Per quanto concerne le transazioni all’estero, la scelta più vantaggiosa e comoda si rivela essere la carta di debito, comunemente nota come Bancomat.

Una delle ragioni primarie alla base della convenienza della carta di debito per i pagamenti internazionali è la gestione dei costi. Sfruttando questa tipologia di carta, è possibile eludere l’accumulo di debiti eccessivi, poiché si può attingere solamente dai fondi disponibili nel conto corrente. Questo consente un migliore controllo del budget destinato al viaggio e impedisce spiacevoli sorprese al momento della transazione.

Inoltre, la carta di debito garantisce un accesso immediato ai fondi presenti nel conto corrente, assicurando un livello superiore di praticità. È possibile prelevare contante presso gli sportelli automatici (ATM) locali, riducendo al minimo le spese per il cambio valuta che spesso sono applicate presso gli uffici di cambio. Di conseguenza, essa rimane la soluzione più economica a disposizione.

Per massimizzare l’efficacia dell’uso della carta di debito durante le tue avventure viaggiatrici, di seguito sono riportati alcuni consigli preziosi:

  • Comunica con la tua banca: prima di intraprendere il tuo viaggio, è essenziale informare la tua istituzione bancaria riguardo alla tua destinazione all’estero. Ciò previene il rischio di blocco improvviso della tua carta a causa di attività sospette in un paese straniero.
  • Familiarizza con le tariffe bancarie: accerta le tariffe e le commissioni addebitate dalla tua banca per le operazioni finanziarie internazionali. Taluni istituti bancari potrebbero applicare una tassa fissa o una percentuale sulle transazioni estere.
  • Verifica gli accordi di rete globali: accertati che la tua carta di debito sia accettata nel paese che stai visitando. Verifica altresì se la tua istituzione bancaria ha accordi di collaborazione con altri enti finanziari internazionali per evitare costi extra quando prelevi denaro presso gli sportelli ATM.
  • Scegli sportelli ATM affidabili: prediligi sportelli automatici situati in zone sicure e affidabili, come istituti bancari o centri commerciali. Evita quelli che destano sospetti o che sembrano non funzionare correttamente, per evitare truffe o frodi legate alle carte.
  • Custodisci con cura il tuo PIN: ricorda il tuo codice PIN invece di annotarlo, e assicurati di coprire la tastiera quando inserisci il numero segreto. Inoltre, evita di condividere il tuo PIN con altre persone e cerca di cambiarlo regolarmente per incrementare la tua sicurezza.

Attenzione alle commissioni con la carta di credito

Tra le scelte più ragguardevoli, accanto alla carta di debito, emerge l’opzione fornita dalla carta di credito, che si presenta con un insieme di pregi. Oltre alla sua intrinseca flessibilità, essa assicura un grado di sicurezza notevole, accompagnato da una serie di vantaggi extra quali la tutela contro addebiti fraudolenti e una copertura assicurativa per le traversate.

Tuttavia, occorre concedere adeguata considerazione alle commissioni di transazione internazionali e alle possibili oscillazioni del tasso di cambio, fattori che possono incidere sull’aspetto finanziario. Inoltre, è imprescindibile possedere la competenza per selezionare con criterio una carta di credito specifica, onde evitare spiacevoli sorprese che potrebbero affiorare successivamente. Accertarsi di essere ben informati è di fondamentale rilievo in questa circostanza.

Nel caso in cui la vostra istituzione bancaria metta a disposizione un’app dedicata, potrete sfruttarla per monitorare tutte le vostre operazioni finanziarie in tempo reale, consentendovi di tenere sotto controllo il vostro conto, le spese effettuate e le eventuali commissioni applicate. In aggiunta, potrete attivare il servizio di notifiche tramite SMS in caso di utilizzo della vostra carta di credito o bancomat, garantendovi una costante consapevolezza riguardo agli spostamenti di fondi. Questo approccio vi conferisce una maggiore tranquillità e consapevolezza rispetto alle transazioni finanziarie in corso.

Contante, come utilizzarlo al meglio

La decisione di portare con sé del denaro contante può apparire ovvia, ma si rivela una scelta tanto semplice quanto affidabile. Tale soluzione elimina l’incidenza delle commissioni di transazione e concede l’opportunità di stabilire accordi più vantaggiosi in determinate situazioni.

Naturalmente, va da sé che l’adozione di contanti comporta la ponderazione del rischio di furto o extraviamento, e potrebbe risultare problematica in contesti dove le transazioni elettroniche costituiscono la preferenza, o addirittura l’obbligo. In quest’ottica, un’attenta valutazione delle circostanze si rende imprescindibile.

Carta prepagata per l’estero: come funzionano

Un approccio più meticoloso alla gestione dei costi può essere ottenuto attraverso le carte prepagate, sempre più popolari tra i viaggiatori internazionali. Queste operano come carte di debito ricaricabili, vincolate da un limite di spesa preventivamente definito.

L’utilizzo di una carta prepagata durante i tuoi viaggi all’estero rappresenta una soluzione aggiuntiva, particolarmente indicata per i minori, in quanto costituiscono l’unico mezzo di pagamento, oltre al denaro contante, che i giovani possono impiegare nei viaggi all’estero.

Queste carte assicurano la stessa comodità del bancomat, con il valore aggiunto di un limite di credito prestabilito. Le carte prepagate si caratterizzano per la loro facilità di richiesta e, all’estero, possono essere utilizzate se associate a circuiti di pagamento come Visa, Maestro o MasterCard. Il limite di credito è una sicurezza che protegge dalle eventuali perdite o furti, e inoltre, possono essere ricaricate a distanza in caso di necessità, spesso tramite app per smartphone. È opportuno verificare prima della partenza che la carta sia abilitata nel paese di destinazione.

Tuttavia, va notato che le carte prepagate presentano anche alcune limitazioni. Ad esempio, non sempre vengono accettate presso gli hotel, e soprattutto presso le società di noleggio che richiedono carte di credito o bancomat per l’addebito di eventuali danni. Questi aspetti vanno ponderati attentamente nella tua scelta.

Altri metodi: criptovalute e Paypal

Oltre alle tradizionali opzioni di pagamento come carte di credito, carte di debito e contanti, ci sono altre vie alternative per i pagamenti all’estero che richiedono particolare considerazione.

  • Criptovalute: il crescente interesse per le criptovalute, come Bitcoin ed Ethereum, le pone come un’alternativa di pagamento in voga all’estero. Una loro peculiarità primaria è la sicurezza, conferita dalla tecnologia blockchain che custodisce le transazioni, e da un certo grado di anonimato. Ciononostante, è da notare che la loro accettazione varia da nazione a nazione.
  • Servizi di trasferimento di denaro online: i servizi di trasferimento di denaro online, quali PayPal, TransferWise o Wise, offrono un metodo alternativo pratico ed economico per l’invio e la ricezione di fondi oltre confine. Questi servizi permettono un veloce e sicuro trasferimento di valuta straniera, minimizzando i costi di cambio valutario rispetto alle banche tradizionali.
Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

Dna, rivoluzione pangenoma: come cambierà ricerca e cure

22 giugno 2000. Una data fondamentale nella storia della genetica: il Genome Bioinformatics Group dell’Università della California Santa Cruz, composto da Jim Kent, Patrick Gavin, Terrence Furey e David Kulp completa il Progetto Genoma Umano (Human Genome Project, HGP), progetto di ricerca scientifica internazionale che ha come obiettivo principale era quello di determinare la sequenza…

Leggi »

Lavoro, dati Istat 2024: disoccupazione in calo

L’Istat ha pubblicato un’analisi del mercato lavorativo italiano nel primo trimestre del 2024. I principali dati posti in vetrina sono i seguenti. Crescita del Pil con +0,3% in termini congiunturali e +0,7% in termini tendenziali. Aumento dell’input di lavoro dello 0,6% rispetto al trimestre precedente. Statistiche migliori invece rispetto a un anno fa, ovvero al…

Leggi »

Si blocca l’attività di un grande stabilimento italiano

Oggi, giovedì 13 giugno 2024, lo stabilimento Leonardo Aerostrutture di Grottaglie è teatro di una giornata di protesta e tensione. I dipendenti hanno avviato uno sciopero con astensione di quattro ore per turno, in risposta alle gravi preoccupazioni riguardanti il futuro del sito e le condizioni lavorative emerse durante le assemblee sindacali delle organizzazioni Fim,…

Leggi »