Turismo

Eppur si muove..cosi disse Galileo Galilei al tribunale dell’inquisizione affermando che la terra non era ferma. Seppure il bel paese sia in crisi nera “ il turismo si muove”. Gli italiani non rinunciano alle vacanze mordi e fuggi approfittando dei vari ponti come per esempio la festa appena passata del 25 aprile e del 1 maggio. Questi piccoli momenti di stacco donano una boccata di ossigeno a se stessi e all’economia italiana.

Il turismo risolleva l’economia italiana

Grazie a queste mini vacanze ormai sempre più diffuse piuttosto i classici 20 giorni estivi questo anno si sono stimati un giro di prenotazioni di quasi 22 milioni di prenotazioni più 5% rispetto al 2016 che hanno generato un giro di quattrini di 2,5 miliardi di euro .Confermato che il bel paese piace sempre di più sia a noi stessi che agli stranieri. Insomma sembra che la nuova formula del relax anche se ormai già collaudata da tempo la mini vacanza dia una boccata di ossigeno sia ai vacanzieri che ai lavoratori ed ad al loro indotto.