Condizioni banche in corso di miglioramento

Ancora nessun commento

La salute delle banche migliora. Ad affermarlo è l’Abi (Associazione bancaria italiana), secondo cui i numeri recentemente presentati al Fondo Monetario Internationale starebbero dimostrando, in maniera univoca, che le condizioni degli istituti di credito italiani stiano nettamente migliorando.

Il biennio 2012 – 2013, in altri termini, rappresenterà la vera inversione di tendenza rispetto alla depressione dei conti vissuta nel 2011: rispetto alla perdita del penultimo esercizio finanziario, pertanto, il nuovo periodo gestionale delle banche dovrebbe garantire utili per almeno 10 miliardi di euro, con un rendimento sul capitale pari all’1,1 per cento nel 2012 e all’1,7 per cento nel 2013.

I miglioramenti, prosegue poi l’Abi, starebbero riguardando tutti i principali comparti della gestione bancaria: le sofferenze sono in calo, gli impieghi sono in lieve crescita, depositi e raccolta sono in fase di apprezzamento. Il margine di interesse sarà inoltre pari al 2,5 per cento nel 2013, dopo il lieve calo dell’1,2 per cento nel 2012.

Insomma, il settore sta consolidando una ripresa che si fa sempre più interessante. Imprese e famiglie si augurano che questo rasseneramento del contesto possa produrre risultati utili anche nei loro confronti, con un’attenuazione della stretta creditizia e un’attenuazione del costo finale del denaro.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

Dna, rivoluzione pangenoma: come cambierà ricerca e cure

22 giugno 2000. Una data fondamentale nella storia della genetica: il Genome Bioinformatics Group dell’Università della California Santa Cruz, composto da Jim Kent, Patrick Gavin, Terrence Furey e David Kulp completa il Progetto Genoma Umano (Human Genome Project, HGP), progetto di ricerca scientifica internazionale che ha come obiettivo principale era quello di determinare la sequenza…

Leggi »

Lavoro, dati Istat 2024: disoccupazione in calo

L’Istat ha pubblicato un’analisi del mercato lavorativo italiano nel primo trimestre del 2024. I principali dati posti in vetrina sono i seguenti. Crescita del Pil con +0,3% in termini congiunturali e +0,7% in termini tendenziali. Aumento dell’input di lavoro dello 0,6% rispetto al trimestre precedente. Statistiche migliori invece rispetto a un anno fa, ovvero al…

Leggi »

Si blocca l’attività di un grande stabilimento italiano

Oggi, giovedì 13 giugno 2024, lo stabilimento Leonardo Aerostrutture di Grottaglie è teatro di una giornata di protesta e tensione. I dipendenti hanno avviato uno sciopero con astensione di quattro ore per turno, in risposta alle gravi preoccupazioni riguardanti il futuro del sito e le condizioni lavorative emerse durante le assemblee sindacali delle organizzazioni Fim,…

Leggi »