Credem Private Equity SGR ha perfezionato l’ottava operazione dei suoi fondi in gestione
Credem Private Equity ha acquisito la maggioranza di Novaref, operatore europeo nella produzione di rulli refrattari per il mercato della ceramica e dell'automotive.
Speciale°conventionCreacasa,oggiedomaniaLondra

Articolo del

Credem Private Equity ha acquisito la maggioranza di Novaref, operatore europeo nella produzione di rulli refrattari per il mercato della ceramica e dell’automotive.

Novaref vanta una presenza diretta in Spagna, in USA ed in India per la fornitura ai produttori locali. Con un fatturato 2023 pari a quasi 23 milioni di euro, Novaref è oggi leader nel segmento dei rulli tecnici ed ultra-tecnici con una quota di mercato in Italia e Spagna di circa il 50% ed il 25% e di circa il 5% per volume e circa 6% per valore sul mercato mondiale. L’export rappresenta quasi il 50% del fatturato complessivo.

“Con questa operazione, in quattro anni, abbiamo sostanzialmente completato gli investimenti dei fondi, che avevano una dotazione iniziale di oltre 200 milioni – ha dichiarato Daniele Molinaro, AD di Credem Private Equity SGR – L’operazione è stata perfezionata in tempi molto brevi, grazie alla piena sintonia con il management che ha investito con noi ed alla rapidità di un player internazionale come Sun European Partners”.

Credem Private Equity SGR sarà affiancata da Luca Villa (Presidente di Novaref), Marco Gramigna (già DG e prossimo AD) e da altri manager che, credendo nel progetto, parteciperanno anche come soci con una quota di minoranza.

“Anche questa operazione – ha aggiunto Paolo Magnani, coordinatore dell’area Wealth Management del Gruppo Credem – conferma l’impegno del Gruppo Credem ad investire nell’economia reale italiana, con fondi direttamente gestiti dalla nostra società e sottoscritti dalla nostra clientela più evoluta e sensibile alla diversificazione dei propri investimenti. Mi fa inoltre particolarmente piacere sottolineare come questa operazione si inserisca nel portafoglio dei nostri fondi già caratterizzati da realtà che esprimono potenzialità significative di crescita e sviluppo”.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI