È difficile prevedere cosa accadrà nel 2023 per Unicredit
Unicredit è pronta a cogliere le opportunità che il contesto offrirà nel 2023.
unicredit big data

Ancora nessun commento

Unicredit è pronta a cogliere le opportunità che il contesto offrirà nel 2023.

Lo dice l’ad di Unicredit, Andrea Orcel nella lettera agli stakeholder, contenuta nella relazione finanziaria 2022 in vista dell’assemblea di fine mese.


    “Abbiamo ottenuto molti risultati, ma c’è ancora molto valore all’interno della nostra banca che deve essere sprigionato. Nel 2022 – ricorda – abbiamo trasformato UniCredit, ma sono fiducioso che questo sia solo l’inizio e che continueremo a raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi”. 
    “Il 2022 verrà ricordato come l’anno in cui abbiamo ampiamente superato tutti i nostri obiettivi. Abbiamo agito rapidamente, superando – rileva Orcel – quanto previsto dal nostro piano e trasformando la nostra organizzazione in tempi record”. Per cui “oggi siamo una banca che cresce in modo profittevole e sostenibile, una banca efficiente, che genera organicamente un capitale superiore alla media e ha un bilancio solido. Stiamo ottenendo – evidenzia l’ad – i migliori risultati nella storia di UniCredit”. 

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

Le destinazioni di mare più economiche in Italia: dove andare questa estate

L’estate 2024 si presenta con rincari significativi che interessano tutte le componenti delle vacanze estive degli italiani, dai trasporti alle strutture ricettive, fino ai servizi balneari e alla ristorazione. Un’indagine congiunta di Assoutenti e del Centro di formazione e ricerca sui consumi (C.r.c.) ha evidenziato che andare in vacanza quest’anno costerà mediamente tra il 15%…

Leggi »

Toti rimane ai domiciliari, Cozzani libero a delle condizioni

Il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, continuerà a scontare gli arresti domiciliari. La decisione è stata presa dalla giudice per le indagini preliminari Paola Faggioni, che ha respinto la richiesta di revoca presentata dall’avvocato Stefano Savi. Filippo Cozzani, imprenditore e fratello dell’ex capo di gabinetto della Regione Liguria, ha invece visto la revoca degli…

Leggi »

Mutui, scendono i tassi. Tutte le cifre

Il tasso medio dei mutui di nuova emissione per l’acquisto di abitazioni è sceso al 3,61% a maggio, rispetto al 3,67% di aprile e al 4,42% dello scorso dicembre. Questo è quanto emerge dal rapporto mensile dell’Associazione Bancaria Italiana (Abi), che rileva anche una diminuzione del tasso medio sui nuovi finanziamenti alle imprese, passato al…

Leggi »