maserati ghibli

La gamma Maserati è stata costruita per rispondere al gusto dei clienti GranTurismo, attenti tanto alla sportività quanto all’eleganza e alla raffinatezza. Senza dimenticare il capitolo elettrificazione. Modena (in onore alla città natale del marchio) rappresenta la classe, lo stile italiano ed è dedicata a coloro che percorrono molti chilometri a bordo di un’auto sportiva e altresì comoda e pratica. I cerchi in lega sono da 20″ all’anteriore e da 21″ al posteriore, ben integrati con il colore di lancio, il Grigio cangiante. Un tristrato a interferenza risultato di un’attenta ricerca tecnologica su pigmenti ed effetti per donare la freschezza della luce estiva e la serenità che riesce a infondere. Modena è equipaggiata con il nuovo motore Nettuno, il 3,0 litri V6 da 490 Cv. 

Trofeo è l’interpretazione della sportività pura, feroce, aggressiva. Si concentra prevalentemente sulle prestazioni, ma non trascura il confort e la praticità, perché deve pur sempre mantenere l’identità GranTurismo. A differenza di Modena, i dettagli qui esprimono un forte senso di velocità e dinamismo, come l’abbondante presenza di fibra di carbonio che crea un forte contrasto cromatico con la tinta “Rosso GranTurismo” scelta per il lancio. Un colore profondo, avvolgente e tenace. Trofeo è la GranTurismo con motore termico più performante di sempre, ovvero il V6 Nettuno capace di raggiungere i 550 Cv di potenza massima. 

Folgore è la grande novità. Una Maserati elettrica ad alte prestazioni, ma in grado di accogliere quattro occupanti e di assicurare un gusto del viaggio pratico e comodo. Su di lei la personalizzazione estetica è più forte. Il disegno dei cerchi in lega è specifico, l’utilizzo di materiali riciclati e sostenibili è abbondante e sono diversi gli elementi specifici aggiunti per migliorare l’efficienza aerodinamica. l colore di lancio è il Rame Folgore, colore cangiante che racconta la metamorfosi Maserati. Una scelta cromatica che nasce da un’ampia ricerca su come il colore e la luce interagiscono. L’ispirazione arriva dall’architettura contemporanea, in particolare dalla facciata del Guggenheim di Bilbao. L’unità di potenza che equipaggia Folgore arriva ad erogare 1.200 Cv di potenza massima.

MASERATI GRANTURISMO: MOTORE E TECNICA

L’architettura che accoglie la nuova GranTurismo è il risultato di un lavoro di progettazione iniziato nel 2017. L’obiettivo era di sviluppare internamente una piattaforma che rispettasse l’identità Maserati rispondendo alle esigenze di sportività e praticità assicurando anche un elevato livello d’innovazione tecnologica. La scocca è costruita con tecnologie sviluppate appositamente per il progetto con un ampio uso di materiali leggeri come l’alluminio, per oltre il 65% del totale, e il magnesio unitamente ad acciai alto performanti impiegati per le funzioni più critiche. L’architettura, inoltre, è stata pensata come modulare ed è in grado di accogliere tanto la combustione quanto la propulsione elettrica. Il motore V6 Nettuno è un altro esempio di quanto l’attività Maserati stia cercando di affrontare le sfide del presente dimostrando tutta l’esperienza accumulata nel settore automotive. Si tratta di un motore molto sofisticato, piuttosto efficiente ma capace di adattarsi varie condizioni di utilizzo dimostrando ottima versatilità ed efficienza. Rispetto al debutto su MC20, il sei cilindri Nettuno della GranTurismo si presenta con coppa a umido e non più a secco. Dotato di disattivazione dei cilindri, in specifiche condizioni di funzionamento, la bancata di destra viene disattivata, mantenendone a riposo il valvetrain grazie ad un sistema di punterie collassabili. 

MASERATI GRANTURISMO FOLGORE: TECNICA E MOTORE

Una Maserati è tale sono se rispetta precisa parametri di prestazioni. Questo è il concetto attorno al quale si è sviluppato l’intero progetto Folgore. Un’innovazione epocale che comunque non avrebbe dovuto compromettere in nessun modo l’appartenenza al marchio Maserati. GranTurismo Folgore è equipaggiata con tre motori, uno anteriore e due posteriori per una potenza totale installata di oltre 1200 Cv. Progettati per applicazione esclusiva di Maserati sono pilotati da inverter in tecnologia Sic, Silicon carbide, derivata dalla formula E, campionato che vedrà la partecipazione di Maserati il prossimo anno. I due motori posteriori abilitano la possibilità di direzionare la coppia su ogni singolo lato in maniera indipendente, Torque-Vectoring. Si tratta di fatto di una “simulazione” molto più efficiente ed efficace di un sofisticato differenziale a controllo elettronico. La batteria è prodotta presso lo stabilimento di assemblaggio Mirafiori Battery Hub di Torino e ha una capacità nominale di 92,5 KWh.  La forma del pacco batterie definita 2T-bone2 è innovativa e consente di abbassare il centro di gravità migliorando prestazioni e qualità dinamiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *