Janet Yellen: l’economia sta andando benino ma c’è molta incertezza
Ci sono molte situazioni che sollevano interrogativi, sostiene il ministro dell'Economia, Giancarlo Giorgetti, a margine dell'incontro dei ministri finanziari e delle banche centrali a Stresa. 
Giancarlo giorgetti

Ancora nessun commento

Ci sono molte situazioni che sollevano interrogativi, sostiene il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, a margine dell’incontro dei ministri finanziari e delle banche centrali a Stresa. 

Il riferimento è alle tensioni geopolitiche, dal conflitto in Russia alla crisi in Medio Oriente, e in particolare alla strategia della Cina di invadere i mercati esteri con prodotti sottoprezzo. Non a caso sono stati i temi al centro del vertice «con il segretario del Tesoro Usa Janet Yellen» ha detto il numero uno del Mef.

Accordo sugli asset russi congelati

Qualche nodo però è stato sciolto: c’è la base legale per utilizzare i proventi finanziari di quest’anno sugli asset russi congelati in Europa. Il problema, continua Giorgetti, è come trasferirlo «agli anni futuri e costruire una garanzia per un prestito verrà erogato in un’unica soluzione nel 2024 o presumibilmente nel 2025 e che potrebbe essere dei Paesi G7 e dei Paesi amici». Inoltre vanno vinte «alcune riserve di banche centrali e servirà una nuova regolamentazione a livello europeo, una decisione a 27». Secondo il ministro italiano dell’Economia, le elezioni europee e la nascita della nuova Commissione di Bruxelles andranno a complicare l’iter per la decisione.

Fumata nera su global minimum tax

Al contrario ci sono «purtroppo delle questioni pendenti, su cui probabilmente non riusciremo a compiere passi avanti, come il primo pilastro della tassazione internazionale». La scadenza di giugno, spiega Giorgetti, si avvicina ed «è improbabile che si arrivi a un risultato perché ci sono riserve da India Cina. Quindi credo che su quel punto il lavoro si fermerà e questa non è una cosa buona ma – assicura- ritenteremo da un’altra parte». 

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

Cosa succederà agli stipendi dal 2025?

Il governo Meloni ha deciso di investire significative risorse della legge di bilancio 2023 in due principali iniziative per il 2024: la riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori con redditi inferiori a 35mila euro e la riforma dell’Irpef, riducendo gli scaglioni da quattro a tre. Queste misure saranno valide solo per l’anno corrente, richiedendo…

Leggi »

Assicura la precisione dei tuoi bilanci con Caesar Traduzioni

QuiFinanza Redazione QuiFinanza, il canale verticale di Italiaonline dedicato al mondo dell’economia e della finanza: il sito di riferimento e di approfondimento per risparmiatori, professionisti e PMI. Quando si tratta di traduzione dei bilanci e di documenti aziendali, precisione e affidabilità sono essenziali e indispensabili. La necessità di comunicare con partner stranieri, di partecipare a…

Leggi »

In arrivo le graduatorie per il bonus psicologo: come mettersi in regola

Il bonus psicologo è un importante contributo introdotto dal Ministero della Salute nel novembre 2023 per sostenere le spese di psicoterapia. Questa iniziativa, finanziata con fondi appositi stanziati nel 2023, mira a facilitare l’accesso alle cure psicologiche per i cittadini in difficoltà economica. La risposta è stata davvero notevole, con oltre 400.505 richieste presentate entro…

Leggi »