L’ hotel Romazzino in Costa Smeralda entra nel gruppo Belmond Hotel
Se qualcuno vuole prenotare un soggiorno all’hotel Romazzino può farlo sul sito web di Belmond, uno dei marchi della conglomerata del lusso mondiale che ha il suo quartier generale a Parigi.
Romazzino, a Belmond Hotel, Costa Smeralda

Articolo del

Se qualcuno vuole prenotare un soggiorno all’hotel Romazzino può farlo sul sito web di Belmond, uno dei marchi della conglomerata del lusso mondiale che ha il suo quartier generale a Parigi. Salvo sorprese, l’apertura dell’hotel è fissata per il prossimo 30 maggio, mentre la chiusura della prima stagione Lvmh è prevista per il 29 settembre. Arnault, che in genere occupa uno dei primi tre posti nelle classifiche degli uomini più ricchi del pianeta, fino all’estate 2022 era stato uno dei tanti illustri ospiti della costa nordorientale della Sardegna. Il suo megayacht Symphony, 102 metri di lunghezza, ha scelto spesso le acque della costa gallurese durante l’estate. Ora Lvmh – che controlla marchi come Christian Dior, Bulgari, Fendi, Guerlain, Givenchy, Kenzo, Loro Piana e Louis Vuitton, solo per fare qualche esempio – interviene direttamente nel settore alberghiero smeraldino. Oltre al Romazzino, che appunto apre la prossima estate sotto le insegne di Belmond, anche il Pitrizza passerà sotto la gestione Lvmh, in questo caso dal 2026 e con la griffe Cheval Blanc. Dei quattro storici hotel della Costa Smeralda, al gruppo Marriott, la cui bandiera sventola da anni a Porto Cervo e dintorni, resteranno dunque l’hotel Cala di Volpe e l’hotel Cervo. L’accordo tra Lvmh e Sardegna Resorts, società detenuta da Smeralda Holding (interamente controllata da Qatar Investment Authority, uno dei fondi sovrani più importanti al mondo, proprietaria delle perle dell’accoglienza di Porto Cervo), è stato annunciato all’inizio dell’anno appena chiuso. Arriva dopo un processo cominciato nel 2017 e con un piano di restyling degli storici hotel nel quale sono stati investiti decine di milioni di euro. Belmond e Cheval Blanc sono alcuni dei nomi che stanno cambiando l’immagine della Costa Smeralda come destinazione esclusiva. Tra le proprietà qatarine c’è già stato anche il lancio di grandi brand della ristorazione come il Nikki Beach, Zuma, Novikov, Beefbar e Matsuhisa. Il cambiamento coinvolge anche altre strutture storiche di proprietà diverse. Mandarin Oriental, altro brand dell’accoglienza di lusso, dal 2026 gestirà l’ex hotel Le Ginestre ristrutturato a poche centinaia di metri dal cuore di Porto Cervo, mentre a Baia Sardinia sventolerà il marchio Hyatt. Che il prossimo arrivo di Lvmh in Costa Smeralda sia considerato molto significativo, lo si può intuire da un lungo articolo pubblicato in questi giorni sul sito web del Consorzio Costa Smeralda. L’articolo, dedicato ai progetti di sostenibilità ed economia circolare della multinazionale francese, definisce il cambiamento di marchio di Romazzino e Pitrizza «una vera rivoluzione».

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI