“L’ultimo miglio” si chiama così il nuovo servizio di Banca Ifigest
“L’ultimo miglio” si chiama così il nuovo servizio di Banca Ifigest

Articolo del

Ifigest, la banca privata indipendente attiva nelle gestioni private per clientela privata e istituzionale e presieduta da Gianni Bizzarri, e lanciato su Fundstore.it, la piattaforma web della banca guidata dall’ad Simone Calamai.

L’ultimo miglio” propone un portafoglio personalizzato in fondi azionari internazionali costruito attraverso una selezione dei migliori gestori basata su indicatori statistico-matematici e, dall’altra, un piano operativo per disciplinare il comportamento dell’investitore durante tutto il periodo dell’investimento. “Per raggiungere un obiettivo di investimento”, ha spiegato Franco Bulgarini, consulente finanziario e responsabile del progetto, nella odierna conferenza stampa di presentazione nella sede milanese di Banca Ifigest, “oltre al fatto che i mercati salgano, occorrono due condizioni: la prima è che il gestore scelto realizzi le performance, la secondo è che l’investitore abbia creato le condizioni per portare a casa il risultato come co-pilota del gestore. Questo è l’ultimo miglio”. In concreto il servizio si sviluppa in più fasi, dove quella preparatoria consiste nel decidere l’importo da investire, una data di inizio e una di scadenza, un obiettivo di risultato e si definisce un portafoglio neutro, non condizionato dalle previsioni del mercato.

Il servizio si fonda su un conto corrente on line di Banca Ifigest intestato all’investitore e dedicato esclusivamente all’operatività in fondi con la possibilità di acquistare tra 5000 fondi di oltre 150 case di gestione, senza commissioni di ingresso, uscita e switch e senza spese di gestione del dossier. E’ prevista, invece, una fee di consulenza annuale dell’1,20% dell’importo sotto advisory, che può scendere dello 0,70% se l’investitore decide di avvalersi dei commercialisti appartenenti alla associazione My Mind, My Investment costituita lo scorso 11 marzo. Il ruolo del commercialista è, nel contesto del servizio, di mero supporto emotivo e psicologico del cliente in quanto la raccomandazione personalizzata spetta alla banca.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI