Maxi multa per Rolex in Francia
L'autorità francese garante della concorrenza ha comminato a Rolex una sanzione di quasi 92 milioni di euro per aver vietato ai suoi distributori autorizzati di vendere i suoi prodotti su internet sull'arco di oltre dieci anni.
rolex

Articolo del

L’autorità francese garante della concorrenza ha comminato a Rolex una sanzione di quasi 92 milioni di euro per aver vietato ai suoi distributori autorizzati di vendere i suoi prodotti su internet sull’arco di oltre dieci anni.

L’ammenda è accompagnata da un’ingiunzione di comunicazione e pubblicazione, ha indicato oggi l’agenzia amministrativa. Il caso era stato sottoposto a verifica da un’associazione commerciale (l’Union de la Bijouterie Horlogerie) e da una gioielleria con sede a Marsiglia (la Pellegrin & Fils).

L’autorità «ritiene che le disposizioni del contratto di distribuzione selettiva tra Rolex France e i suoi distributori costituiscano un accordo verticale che limita la concorrenza». I funzionari hanno respinto l’argomentazione avanzata dalla filiale francese del produttore ginevrino «che consisteva nel giustificare il divieto di vendita sul web con la necessità di combattere la contraffazione e il commercio parallelo».

L’autorità francese osserva che i principali concorrenti di Rolex, che corrono gli stessi rischi, autorizzano la vendita su internet dei loro prodotti a determinate condizioni. Gli obiettivi indicati possono quindi «essere raggiunti con mezzi meno restrittivi per la concorrenza», viene argomentato.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI