Mediobanca esce da FonSai e Unipol

Ancora nessun commento

Mediobanca scioglie, come chiesto dall’Antitrust, i legami con FonSai e Unipol. Approfittando della recente corsa dei titoli in borsa, la merchant bank di Piazzetta Cuccia, dopo essere stata regista dell’operazione che ha traghettato il gruppo ex Ligresti sotto l’ala della compagnia assicurativa di Bologna, ha ceduto la quota della società guidata da Carlo Cimbri, che le era rimasta in carico come inoptato nell’aumento di capitale. Dal 5% iniziale la presenza si era già ridotta e ieri sono state piazzate le ultime azioni. Al pari delle altre banche del consorzio l’istituto milanese ha chiuso anche con FonSai. Lo stesso aveva fatto nei mesi scorsi Unicredit, l’altro capifila delle operazioni di ripatrimonializzazione. Da quanto si è appreso, Piazza Cordusio aveva già lasciato in tappe successive, oltre a FonSai, anche Unipol.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

Dna, rivoluzione pangenoma: come cambierà ricerca e cure

22 giugno 2000. Una data fondamentale nella storia della genetica: il Genome Bioinformatics Group dell’Università della California Santa Cruz, composto da Jim Kent, Patrick Gavin, Terrence Furey e David Kulp completa il Progetto Genoma Umano (Human Genome Project, HGP), progetto di ricerca scientifica internazionale che ha come obiettivo principale era quello di determinare la sequenza…

Leggi »

Lavoro, dati Istat 2024: disoccupazione in calo

L’Istat ha pubblicato un’analisi del mercato lavorativo italiano nel primo trimestre del 2024. I principali dati posti in vetrina sono i seguenti. Crescita del Pil con +0,3% in termini congiunturali e +0,7% in termini tendenziali. Aumento dell’input di lavoro dello 0,6% rispetto al trimestre precedente. Statistiche migliori invece rispetto a un anno fa, ovvero al…

Leggi »

Si blocca l’attività di un grande stabilimento italiano

Oggi, giovedì 13 giugno 2024, lo stabilimento Leonardo Aerostrutture di Grottaglie è teatro di una giornata di protesta e tensione. I dipendenti hanno avviato uno sciopero con astensione di quattro ore per turno, in risposta alle gravi preoccupazioni riguardanti il futuro del sito e le condizioni lavorative emerse durante le assemblee sindacali delle organizzazioni Fim,…

Leggi »