Meta ha rilasciato nell’autunno 2023 l’aggiornamento Llama 2
Llama 2 è un modello linguistico di grandi dimensioni che sfrutta l'intelligenza artificiale.
intelligenza-artificiale-cybersecurity.jpg

Articolo del

Llama 2 è un modello linguistico di grandi dimensioni che sfrutta l’intelligenza artificiale.

Llama 2 è frutto della partnership tra Meta e Microsoft. I due giganti del settore IT stanno aprendo l’accesso a Llama 2 con il supporto di un ampio gruppo di aziende e persone che operano nel settore tecnologico, accademico e politico e che credono in un approccio di innovazione aperta alle attuali tecnologie AI. Caratteristica fondante è l’impegno a costruire innovazione in modo responsabile e fornire risorse per aiutare coloro che utilizzano Llama 2 a farlo. 

Le recenti scoperte nell’IA, e in particolare nell’IA generativa, hanno ormai fatto presa sul grande pubblico, e confermato quello che chi sta sviluppando queste tecnologie sa da tempo: hanno il potenziale per aiutare le persone a fare cose incredibili, creare una nuova era di opportunità economiche e sociali e offrire a individui, creatori e aziende nuovi modi per esprimersi e connettersi con le persone. 

Meta e Microsoft hanno dichiarato di credere fortemente che un approccio aperto sia quello giusto per lo sviluppo degli attuali modelli di IA, in particolare quelli dello spazio generativo, dove la tecnologia sta avanzando rapidamente. Rendendo disponibili i modelli di IA in modo “open”, si possono ottenere vantaggi per tutti. Dare alle aziende, alle startup, agli imprenditori e ai ricercatori l’accesso a strumenti sviluppati su una scala che non potrebbero costruire e gestire da soli, supportati da una potenza di calcolo a cui non potrebbero altrimenti accedere, aprirà per tutti un mondo di opportunità per sperimentare, innovare in modi entusiasmanti e, in ultima analisi, trarre benefici economici e sociali. 

Un approccio non solo più vantaggioso, ma anche più sicuro. Aprire l’accesso agli attuali modelli di IA significa che una generazione di sviluppatori e ricercatori può sottoporli a stress test, identificando e risolvendo rapidamente i problemi, lavorando come una comunità. Vedendo come questi strumenti vengono utilizzati da altri, i team di Meta e Microsoft possono imparare da loro, migliorare gli strumenti e correggere le vulnerabilità. Ovviamente, un grande vantaggio per le aziende promotrici, ma con una condivisione effettiva dei risultati il vantaggio si trasferisce a tutti. 

Da oltre dieci anni Meta pone la ricerca esplorativa, l’open source e la collaborazione con partner accademici e industriali al centro dei propri sforzi nel campo dell’Intelligenza Artificiale. Il gruppo ha visto in prima persona come l’innovazione aperta possa portare a tecnologie di cui beneficiano più persone. Decine di modelli linguistici di grandi dimensioni sono già stati rilasciati e stanno guidando i progressi di sviluppatori e ricercatori. Le aziende li utilizzano come ingredienti fondamentali per nuove esperienze generative basate sull’Intelligenza Artificiale. Ed è infatti stata enorme la richiesta di Llama 1 da parte dei ricercatori di tutto il mondo, con oltre 100.000 richieste di accesso al giorno. 

Meta e Microsoft rendono ora Open Source la versione Llama 2 e la rendono disponibile gratuitamente per la ricerca e l’uso commerciale. Viene fornito anche il codice di partenza per il modello preaddestrato e per le versioni conversazionali di messa a punto. Microsoft diventa partner privilegiato di Meta per Llama 2, con i due colossi che lavorano congiuntamente nell’IA generativa. Llama 2 è disponibile nel catalogo di modelli Azure AI, consentendo agli sviluppatori che utilizzano Microsoft Azure di costruire con esso e di sfruttare i propri strumenti cloud-native per il filtraggio dei contenuti e le funzioni di sicurezza. È inoltre ottimizzato per l’esecuzione in locale su Windows, offrendo agli sviluppatori un flusso di lavoro senza soluzione di continuità mentre portano esperienze di IA generativa ai clienti su diverse piattaforme. Llama 2 è disponibile per il grande pubblico su Amazon Web Services (AWS), Hugging Face e altri fornitori. 

Ed ecco una interfaccia online, comoda da usare per tutti. Hugging Chat è un chatbot open source gratuito di Hugging Face, in grado di comprendere e rispondere facilmente alle domande in linguaggio naturale. È una valida alternativa a ChatGPT di Open AI ed è in grado di gestire diversi compiti che ChatGPT può svolgere, come la stesura di e-mail/saggi/schemi di blog, la composizione di testi, la stesura di storie, la scrittura di codici di programmi, la fornitura di informazioni e molto altro ancora.

Hugging Chat è stato sviluppato da Open Assistant, un progetto organizzato da un’associazione no-profit tedesca chiamata LAION. Anche se Open Assistant mira a replicare ChatGPT, il gruppo ha ambizioni più ampie. Al momento della stesura di questo articolo non è richiesta alcuna registrazione o iscrizione. È sufficiente visitare la pagina principale di HuggingChat e iniziare a “chiacchierare” con il sistema.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI