Prestiti assicurati: ma le polizze sono ancora troppo alte

Ancora nessun commento

Prestiti assicurati: la crisi economica, come abbiamo già visto, favorisce la stipula di un contratto con tanto di polizza. Il problema deriva dal fatto che proprio le assicurazioni su prestiti e mutui sono ancora troppo alte. L’argomento sarà fonte di dibattito il prossimo 11 marzo 2013 nel corso dell’incontro tra le Associazioni dei consumatori e l’Ivass, nuovo organo di vigilanza che dallo scorso primo gennaio sostituisce l’Isvap.

In particolare, come sottolinea una delle Associazioni dei consumatori, l’Adoc, a essere particolarmente costosa è l’assicurazione sulla cessione del quinto dello stipendio o del cedolino della pensione.

E questo è uno dei metodi più utilizzati nell’ambito dei prestiti personali, in particolare oggi che le garanzie richieste da banche o finanziarie sono davvero impossibili da presentare.

Non solo. Mentre sui prestiti, la stipula di una polizza è facoltativa, per quanto riguarda la cessione del quintol, è obbligatoria. Con un Taeg applicato quasi sempre costoso e spropositato. Quasi da rendere il prodotto fuori mercato.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

Lancia torna nei rally?

Lancia sta vivendo la sua fase di rilancio, iniziata con la nuova Ypsilon e che proseguirà con una serie di nuovi modelli in arrivo.

Leggi »