Safran vuole acquisire attività “controlli volo” di Collins Aerospace
Safran vuole acquisire l’attività di “controlli di volo” della società americana Collins Aerospace per un valore d’impresa di 1,8 miliardi di dollari.
safran

Ancora nessun commento

Safran vuole acquisire l’attività di “controlli di volo” della società americana Collins Aerospace per un valore d’impresa di 1,8 miliardi di dollari. Lo ha annunciato il produttore francese di motori e attrezzature aeronautiche precisando che, se questo progetto avrà successo, «darà vita a un leader mondiale in questi segmenti di mercato», prodotti «ad alto contenuto tecnologico e critici per aerei commerciali e militari, ed elicotteri».

«Questa attività impiega circa 3.700 persone distribuite su otto siti in Europa (in Francia, Regno Unito e Italia) e in Asia, con risorse in ingegneria e MRO (manutenzione e riparazione)» si legge nel comunicato stampa. Nell’esercizio 2024 «dovrebbe generare un fatturato di circa 1,5 miliardi di dollari» e contribuire alla redditività dell’azienda con un Ebitda «di 130 milioni», ha stimato Safran. «La transazione proposta rappresenta un’opportunità unica per sviluppare la nostra posizione nelle funzioni critiche di attuazione e controllo del volo», ha dichiarato il ceo di Safran Olivier Andries. «I nostri prodotti, molto complementari, permetterebbero di far nascere un leader mondiale in questi segmenti di mercato» e di «offrire un’offerta completa ai nostri clienti», ha affermato.

Operazione finanziata solo con la liquidità disponibile

Inoltre, questa operazione «ci metterebbe in ottima posizione sulla prossima generazione di piattaforme in un contesto di crescente elettrificazione delle funzioni». Secondo Safran, l’operazione «dovrebbe essere interamente finanziata dalla liquidità disponibile e avrebbe un impatto limitato sull’indebitamento netto».

La società ha stimato che questa acquisizione dovrebbe essere finalizzata «durante la seconda metà del 2024».

L’operazione pianificata è infatti «soggetta alla procedura di informazione e consultazione dei pertinenti organi di rappresentanza dei lavoratori di Collins e Safran, nonché all’ottenimento di autorizzazioni regolamentari e altre condizioni usuali», ha osservato il gruppo francese.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

Dna, rivoluzione pangenoma: come cambierà ricerca e cure

22 giugno 2000. Una data fondamentale nella storia della genetica: il Genome Bioinformatics Group dell’Università della California Santa Cruz, composto da Jim Kent, Patrick Gavin, Terrence Furey e David Kulp completa il Progetto Genoma Umano (Human Genome Project, HGP), progetto di ricerca scientifica internazionale che ha come obiettivo principale era quello di determinare la sequenza…

Leggi »

Lavoro, dati Istat 2024: disoccupazione in calo

L’Istat ha pubblicato un’analisi del mercato lavorativo italiano nel primo trimestre del 2024. I principali dati posti in vetrina sono i seguenti. Crescita del Pil con +0,3% in termini congiunturali e +0,7% in termini tendenziali. Aumento dell’input di lavoro dello 0,6% rispetto al trimestre precedente. Statistiche migliori invece rispetto a un anno fa, ovvero al…

Leggi »

Si blocca l’attività di un grande stabilimento italiano

Oggi, giovedì 13 giugno 2024, lo stabilimento Leonardo Aerostrutture di Grottaglie è teatro di una giornata di protesta e tensione. I dipendenti hanno avviato uno sciopero con astensione di quattro ore per turno, in risposta alle gravi preoccupazioni riguardanti il futuro del sito e le condizioni lavorative emerse durante le assemblee sindacali delle organizzazioni Fim,…

Leggi »