Stretta integrazione fra CDP e il polo Sace – Simest

Sace: Aspettando lo sbarco in Piazza Affari va sul mercato a caccia di mezzo miliardo Il piano predisposto dall’amministratore delegato Fabrizio Palermo è pronto e sarà presentato al consiglio di amministrazione, dopo essere stato illustrato a Palazzo Chigi al vice presidente del Consiglio Luigi Di Maio.

 

La nuova missione strategica di Cdp punta su quattro aree di business che comporteranno una nuova organizzazione interna, con la nomina di nuovi diretti responsabili: Imprese (Nunzio Tartaglia), Pa e Infrastrutture (Luca D’Agnese), Partecipazioni (da individuare), Cooperazione Internazionale (Antonella Baldino).

 

Secondo quanto riportato dal Messaggero, la ripartizione dei 120 miliardi da attivare utilizzando parte dei 420 miliardi del risparmio postale, è l’ultimo dettaglio da definire domani. Più della metà saranno destinati agli enti locali e alle imprese come lo fu nel piano 2016-2020. La svolta di Palermo consiste nella maggiore attenzione da prestare a favore delle pmi, con strumenti e meccanismi di garanzie che vanno ad integrare l’attività bancaria tipica dei finanziamenti.

 

In questo ambito ci sarà una stretta integrazione fra Cassa e il polo Sace-Simest, specializzato nell’assicurazione dei rischi di mancato pagamento, protezione degli investimenti all’estero, garanzie su finanziamenti di capitale circolante e attività di sviluppo internazionale, cauzioni, factoring e recupero crediti.

Stretta integrazione fra CDP e il polo Sace – Simest ultima modifica: 2018-12-04T16:07:29+00:00 da Andrea M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.