WindTre potrà aumentare i prezzi delle offerte mensili a partire dal 2024 in base all’ inflazione
Nei giorni scorsi WINDTRE ha informato alcuni suoi clienti di rete mobile di una nuova rimodulazione, che prevede principalmente un aumento del costo mensile.
wind tre

Articolo del

Nei giorni scorsi WINDTRE ha informato alcuni suoi clienti di rete mobile di una nuova rimodulazione, che prevede principalmente un aumento del costo mensile. Con l’invio degli SMS, adesso ci sono maggiori informazioni su come funziona la possibilità di ottenere Giga aggiuntivi o anche la successiva possibilità di rifiutare l’aumento mantenendo invariata la propria offerta.

Lo scorso 24 Novembre 2022 WINDTRE ha annunciato delle rimodulazioni per alcuni suoi clienti con offerte mobile prepagate, che entreranno in vigore a partire dal 13 Gennaio 2023.

La principale modifica riguarda alcune offerte ricaricabili che includono traffico dati, le quali avranno un incremento del costo mensile di 2 euro al mese. Come comunicato dall’operatore, questi clienti avranno anche la possibilità, tramite un apposito comando SMS, di ottenere gratuitamente dei Giga aggiuntivi, che si attiveranno già nel mese di Dicembre 2022, quindi prima dell’aumento del costo mensile.

Ai clienti coinvolti viene comunicata anche la modifica delle condizioni contrattuali, con l’inserimento della cosiddetta clausola ISTAT, con cui l’operatore potrà aumentare a partire dal 2024 i prezzi mensili delle offerte in base all’inflazione, senza che i clienti possano recedere gratuitamente.

Inoltre dopo 24 ore dal primo SMS di rimodulazione, WINDTRE propone anche la possibilità di rifiutare l’aumento del costo mensile, e quindi di mantenere invariata l’attuale offerta attiva, come già fatto in passato con il comando NVAR che ha portato alla multa dell’Antitrust. Questa volta, però, l’operatore ha attuato un meccanismo diverso da quello oggetto della sanzione.

Altri clienti WINDTRE sono stati informati dal 24 Novembre 2022 di altre modifiche unilaterali di contratto: dal 15 Gennaio 2023 i clienti con l’offerta Smart Security avranno un aumento del costo annuale, che passerà a 34,90 euro, mentre le offerte che prevedono tariffazione agevolata per le chiamate internazionali dall’Italia verso la Nigeria avranno un incremento di costo da 5 a 10 centesimi di euro al minuto.

Per giustificare i cambiamenti in arrivo, WINDTRE specifica che “investe di continuo nel miglioramento della propria Rete Top Quality con l’obiettivo di offrire ai clienti una connessione sempre più affidabile e veloce”, precisando che le offerte saranno modificate proprio per questa ragione e per “esigenze di mercato”.

Il primo SMS che annuncia la rimodulazione WINDTRE e la pagina web con i dettagli

Per quanto riguarda i clienti WINDTRE coinvolti dall’aumento di 2 euro al mesedella propria offerta, a partire dal 24 Novembre 2022 l’operatore ha cominciato ad inviare il primo SMS che annuncia la rimodulazione.

Di seguito l’esempio di un SMS inviato ad un cliente WINDTRE con un’offerta della gamma GO con Easy Pay a 7,99 euro al mese con bundle dati di 100 Giga:

Utilizzando il link presente nel testo del messaggio si aprirà una pagina del sito WINDTRE che richiede di inserire il numero di telefono sul quale si è ricevuto l’SMS.

L’operatore invierà via SMS un codice OTP da inserire per accedere alla pagina con tutti i dettagli della rimodulazione che sarà prevista sul proprio numero.

In questo caso, per i clienti con offerte Easy Pay, cioè con metodo di pagamento automatico, l’aumento di 2 euro del costo mensile sarà adeguato a partire dai rinnovi dopo il 31 Gennaio 2023.

Invece, per i clienti con offerte con addebito su credito residuo, il costo mensile sarà adeguato a partire dai rinnovi dopo il 12 Gennaio 2023.

Si segnala inoltre che, in alcuni casi, per alcuni clienti con pagamento su carta di credito o conto corrente, l’addebito della relativa offerta sul metodo di pagamento scelto diventerà anticipato. Questi clienti riceveranno gli addebiti relativi ai costi dei mesi precedenti non ancora pagati, nonché quello anticipato relativo al mese in corso. A regime, il costo dell’offerta verrà sempre addebitato il primo giorno del mese di competenza.

Oltre a queste variazioni, per alcune offerte coinvolte varieranno anche i costi extrasoglia, applicati una volta esaurito il traffico nella propria offerta.

Il Comando PLUS da inviare via SMS per aumentare gratuitamente i Giga

Come comunicato anche nel messaggio informativo, i clienti WindTre coinvolti dall’aumento del costo mensile possono anche aumentare gratuitamente il bundle di Giga incluso nell’offerta.

Rispetto ad altre rimodulazioni, dove l’operatore aumentava il costo mensile insieme all’aumento del traffico dati, questa volta WINDTRE richiede il consenso esplicito per l’attivazione dei Giga aggiuntivi.

In questo caso, infatti, per ottenere l’aumento del traffico dati, i clienti devono necessariamente inviare un SMS gratuito con il testo “PLUS” al numero 43143, entro 3 giorni dalla ricezione della comunicazione via SMS. Non è possibile rispondere direttamente al messaggio SMS ricevuto, ma è necessario crearne uno nuovo da inviare al numero 43143.

In questo modo, a seconda dell’offerta attiva, i clienti coinvolti potranno ottenere un incremento del bundle dati da un minimo di 30 Giga e fino a Giga Illimitati, oppure un incremento della velocità massima di navigazione, che saranno resi disponibili già dal 14 Dicembre 2022.

Eventuali benefici in termini di Giga incrementali già attivi, derivanti da offerte di rete fissa WINDTRE, resteranno comunque validi.

Nel caso si ottengano Giga illimitati, prima della variazione saranno disattivate eventuali opzioni dati aggiuntive a pagamento non più necessarie, permettendo di beneficiare del risparmio del costo mensile che non sarà più addebitato.

I clienti WINDTRE coinvolti avranno anche la nuova clausola ISTAT

Sia nel primo SMS che all’interno della pagina web dedicata con i dettagli della rimodulazione per ogni singolo cliente, viene comunicata anche una modifica delle Condizioni Generali di Contratto.

Dunque, oltre all’aumento del costo mensile o ad altre modifiche unilaterali di contratto, WINDTRE comunica ai clienti impattati anche l’applicazione della nuova clausola ISTAT, che indicizza i prezzi all’inflazione.

Nello specifico, i già clienti mobile coinvolti dalle rimodulazioni che entreranno in vigore dal 13 Gennaio 2023 vengono informati della modifica dell’Articolo 4 delle Condizioni Generali di Contratto.

Come già successo ai nuovi clienti dal 21 Novembre 2022, le condizioni contrattuali dei servizi di telefonia mobile WINDTRE saranno modificate anche per i già clienti coinvolti che hanno attivato un’offerta fino al 20 Novembre 2022, con l’introduzione della nuova clausola ISTAT all’interno dell’Articolo 4.6, denominato “Adeguamento prezzi”:

l cliente prende atto e accetta che, da gennaio 2024, in caso di variazione annua positiva dell’indice nazionale dei prezzi al consumo FOI rilevata da ISTAT nel mese di ottobre dell’anno precedente, WINDTRE ha titolo di aumentare il prezzo mensile del Servizio di un importo percentuale pari alla variazione di tale indice o comunque pari almeno al 5% ove tale variazione fosse inferiore a detta percentuale.

L’adeguamento, applicato entro il primo trimestre di ciascun anno, non costituisce una modifica contrattuale ai sensi dell’art. 2.4 delle Condizioni Generali di Contratto e, pertanto, non conferisce al Cliente diritto di recesso senza costi dal Contratto.

L’importo del prezzo mensile del Servizio, così adeguato, potrà essere arrotondato per difetto al centesimo di euro.

WINDTRE segnala annualmente tale adeguamento sul proprio sito Internet e con pubblicazione su un quotidiano nazionale nei sette giorni solari precedenti.

Dunque, come specificato dall’operatore nella clausola, l’adeguamento dei prezzi avverrà solo a partire da Gennaio 2024.

Inoltre, l’adeguamento dei prezzi in base alle variazioni dell’indice dei prezzi al consumo di ISTAT non sarà considerata una modifica contrattuale, che nel caso dei servizi di rete mobile è regolata dall’Articolo 2.4 delle condizioni contrattuali, per cui i clienti coinvolti non potranno esercitare il diritto di recesso senza costi o penali come invece prevedono normalmente le modifiche unilaterali di contratto.

Il secondo SMS comunica la possibilità di rifiutare l’aumento con il comando OPTIN

Dopo circa 24 ore dalla ricezione del primo messaggio che informa sulla rimodulazione con aumento di 2 euro del costo mensile, WINDTRE invia un secondo messaggio che propone anche la possibilità di mantenere invariati costi e contenuti della propria offerta attuale, tramite un comando da inviare via SMS.

Inoltre, recandosi in un punto vendita per chiedere informazioni, il negoziante avrà anche l’opportunità di offrire al cliente lo stesso pacchetto della rimodulazione a un prezzo inferiore rispetto a quello comunicato nel primo SMS, in questo caso quindi cambiando la propria attuale offerta.

Di seguito un esempio del secondo SMS che viene inviato 24 ore dopo ai clienti WINDTRE coinvolti dalla rimodulazione annunciata dal 24 Novembre 2022:

Gentile Cliente, con riferimento alla variazione contrattuale comunicata ieri, ti diamo la possibilita’ di mantenere invariati costi e contenuti della tua attuale offerta inviando il testo OPTIN con SMS GRATUITO al numero 40400 entro il 1/1. In tal caso potrai comunque beneficiare senza costi aggiuntivi di un raddoppio a 200 GIGA sulla tua attuale offerta dal 14/12 al 31/1. In alternativa, puoi valutare altre offerte in un negozio WINDTRE o su app o chiamando il 159

Come indicato nel messaggio, per mantenere invariata la propria offerta e quindi di fatto rifiutare l’aumento del costo mensile è necessario mandare il comando “OPTIN” con un SMS gratuito al numero 40400.

Secondo quanto indicato nel messaggio, ci sarà tempo fino al 1° Gennaio 2023per inviare il messaggio di rifiuto della rimodulazione.

Inoltre, mantenendo la propria attuale offerta con il comando OPTIN, a partire dal 14 Dicembre 2022 si potrà comunque beneficiare dell’aumento dei Giga comunicato nel primo SMS, personalizzato da un minimo di 30 Giga fino a Giga illimitati (fino a 10 Mbps o anche alla massima velocità) in base all’offerta attiva.

Nel caso del messaggio appena riportato, si potranno utilizzare i Giga aggiuntivi gratuitamente fino al 31 Gennaio 2023.

Una volta inviato il comando OPTIN al 40400, si ottiene subito la seguente risposta automatica via SMS:

Richiesta di mantenere l’offerta ricevuta! Avrai il beneficio comunicato via SMS senza costi extra fino alla scadenza indicata, se non hai cambiato offerta

Il meccanismo appena raccontato è molto simile al comando NVAR che era stato messo a disposizione nelle precedenti rimodulazioni di WINDTRE, che è stato oggetto di un procedimento Antitrust che ha sanzionato l’operatore di 5 milioni di euro.
In quel caso, WINDTRE aveva comunicato con un unico SMS la modifica contrattuale con l’aumento del costo mensile e contestualmente l’aumento dei Giga, senza però un consenso esplicito da parte del cliente di aumentare il traffico dati a fronte di un aumento del costo mensile.
L’Antitrust, nella sua sentenza ha quindi considerato questa pratica l’attivazione di un servizio aggiuntivo a pagamento senza il consenso esplicito del cliente.
Per questo motivo, l’Autorità ha accertato la violazione dell’articolo 65 del Codice del consumo, il quale prevede il consenso espresso del consumatore per qualsiasi pagamento supplementare (cosiddetto opt-in). Invece, la possibilità di utilizzare il comando NVAR di WINDTRE ha trasformato la modifica unilaterale in una vendita per “opt-out.
Nel caso della nuova modifica unilaterale di contratto annunciata dal 24 Novembre 2022, pur dando nuovamente la possibilità di rifiutare la rimodulazione e mantenere invariata la propria offerta, questa volta la modifica con aumento del costo mensile comunicata ai clienti non prevede in automatico l’aumento dei Giga, ma è richiesto il consenso esplicito tramite l’invio del comando PLUS tramite SMS al 43143.
Dunque, se i clienti WINDTRE non effettuano alcuna azione attiva, possono subire soltanto l’aumento del costo mensile, mentre per l’aumento dei Giga devono essere gli stessi consumatori a richiederlo.
Invece, se entro i tempi previsti si invia il comando OPTIN al 40400, di fatto il cliente rifiuterà soltanto l’aumento del costo mensile e non l’applicazione di un servizio aggiuntivo a pagamento costituito dal traffico dati extra.
Inoltre, questa volta la comunicazione con cui l’operatore informa il cliente della possibilità di mantenere invariata la sua offerta non è contestuale al messaggio di rimodulazione, ma è previsto un SMS dedicato, per evitare ad esempio (come rilevato dall’Antitrust) che il cliente non legga di questa funzionalità nel primo messaggio informativo.
Si segnala tuttavia che la possibilità di rifiutare la rimodulazione non viene indicata nella sezione WINDTRE Informa del sito dell’operatore e nemmeno nel link dove i clienti possono leggere i dettagli della modifica, ma lo si viene a sapere solo tramite l’SMS dedicato riportato in precedenza.
Nel messaggio che comunica la funzionalità di mantenimento dell’offerta attiva, non c’è alcun riferimento alla modifica delle Condizioni Generali di Contratto con l’inserimento della clausola ISTAT, per cui sembrerebbe che anche rifiutando l’aumento del costo dell’offerta la variazione delle condizioni contrattuali rimanga.
In caso di cambio offerta, nei negozi tramite offerte dedicate o in autonomia la clausola ISTAT verrà applicata comunque.

Come esercitare il diritto recesso per le modifiche appena raccontate

I clienti WINDTRE coinvolti dalle rimodulazioni annunciate a partire dal 24 Novembre 2022, compresa la modifica delle condizioni contrattuali con l’inserimento della clausola ISTAT, avranno la possibilità di non accettare le novità, e quindi, come previsto dall’articolo 98-septies decies comma 5 del Decreto Legislativo 207/2021, cioè il nuovo Codice europeo delle Comunicazioni elettroniche, è possibile esercitare il diritto di recesso dai servizi WINDTRE o passare a un altro operatore senza penali né costi di disattivazione, in ogni caso entro 60 giorni dalla comunicazione via SMS.

Per fare ciò, i clienti dovranno inviare una comunicazione con causale “modifica delle condizioni contrattuali”, come sempre tramite i seguenti canali: lettera raccomandata A/R all’indirizzo Wind Tre S.p.A. CD MILANO RECAPITO BAGGIO Casella Postale 159 20152 MILANO MI; PEC scrivendo a servizioclienti159@pec.windtre.it; Area Clienti; punti vendita WINDTRE; chiamata al 159. In caso di offerte della gamma WINDTRE Junior, il diritto di recesso dovrà essere esercitato dal genitore.

L’operatore sottolinea che, qualora ci fosse un’offerta su altra linea abbinata a quella mobile, in caso di disattivazione di quest’ultima, si perderanno tutti gli eventuali benefici.

In caso di recesso, se alla linea interessata dalla modifica fosse associato un contratto per l’acquisto rateizzato di un prodotto in corso di vigenza (ad esempio smartphone o tablet), è possibile indicare nella comunicazione di recesso se pagare le rate residue in un’unica soluzione o mantenere attiva la rateizzazione con pagamento rateale fino alla naturale scadenza.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

ALTRI
articOLI