carte prepagateCapital One Financial Corporation ha identificato un hackeraggio di carte di credito lo scorso 19 luglio e ha stimato un danno compreso tra 100 milioni e 150 milioni di dollari nel 2019 collegato alla notifica ai clienti, al monitoraggio del credito e al supporto legale. Il furto informatico ha riguardato circa 100 milioni di individui negli Stati Uniti e 6 milioni in Canada. Il pirata informatico non ha avuto accesso ai numeri di carta di credito ma sono stati compromessi 140.000 social security e 80.000 conti correnti collegati alle carte. L’hacker è riuscita a sfruttare una “vulnerabilità” nell’infrastruttura della società.

Di Stefano Melia

Mi chiamo Stefano Melia, sono nato nel 1984 e abito a Latina. Sono Ceo e founder di Aba Holding srls startup innovativa nel settore della mediazione marittima e sviluppo software proprietaria del marchio Atboat, e in più sono direttore responsabile della testata giornalistica online Notiziario Finanziario (www.notiziariofinanziario.com).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.