A giugno cresce l’export italiano e crolla l’import: saldo commerciale a 7,7 miliardi
Ascolta la versione audio dell'articoloUn moderato incremento dell’export rispetto al mese precedente (+0,4%) e una crescita dell’1% rispetto al giugno 2022, grazie soprattutto al buon andamento delle vendite oltreconfine di beni di consumo. Ma il dato più interessante rilevato dall’Istat a giugno per quanto riguarda il commercio estero è il saldo commerciale, attivo per 7,7…

Ancora nessun commento

Un moderato incremento dell’export rispetto al mese precedente (+0,4%) e una crescita dell’1% rispetto al giugno 2022, grazie soprattutto al buon andamento delle vendite oltreconfine di beni di consumo. Ma il dato più interessante rilevato dall’Istat a giugno per quanto riguarda il commercio estero è il saldo commerciale, attivo per 7,7 miliardi di euro, in deciso miglioramento rispetto ai -2,5 miliardi registrati a giugno 2022, spinto soprattutto dal calo delle importazioni, che su base congiunturale segnano un -3,3%, ma su base tendenziale il crollo sfiora il 17%.

Il dato di giugno determina, nei primi sei mesi dell’anno, un saldo commerciale positivo per 18,3 miliardi (contro i -15 miliardi dello stesso periodo del 2022).

La crescita dell’export a giugno è contenuta sia verso i Paesi dell’unione europea (+0,5%) sia verso l’area extra-Ue (+0,3%). Su base annua le vendite all’estero sono aumentate in valore, come detto, dell’1%, i volumi sono diminuiti dell’1,1%. La crescita dell’export in valore è sintesi di un aumento per i mercati extra Ue (+2,8%) e di una riduzione per l’area Ue (-0,6%).

Particolarmente significativa è la riduzione del deficit energetico che in giugno si attesta a -3,9 miliardi di euro, contro i -9,3 miliardi di un anno fa, mentre l’avanzo nell’interscambio di prodotti non energetici aumenta dai 6,8 miliardi di giugno 2022 agli 11,6 miliardi dello scorso giugno.

I settori e i mercati

Tra i settori che contribuiscono maggiormente all’aumento tendenziale dell’export si segnalano macchinari (+12,4%), autoveicoli (+43,0%) e mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi (+18,8%). Diminuiscono invece su base annua le esportazioni di prodotti della raffinazione (-42,6%), i metalli e prodotti in metallo (-11,6%) e i prodotti chimici (-13,6%).

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

MillionDay e MillionDay Extra, le estrazioni delle 13 di venerdì 14 giugno

Proseguono anche nel 2024 il MillionDay e il MillionDay Extra, sempre con la doppia formula: le estrazioni avvengono infatti due volte al giorno, una alle 13.00 e l’altra come di consueto alle 20.30. Il MillionDay è una lotteria basata sull’estrazione casuale di 5 numeri compresi tra 1 e 55. I giocatori possono partecipare all’estrazione compilando una…

Leggi »

Export italiano a +10%: quali prodotti hanno successo all’estero

Torna a crescere l’export italiano. I dati Istat confermano la ripresa ad aprile delle vendite di beni e servizi dall’Italia verso l’estero a un ritmo che non era registrato da diversi mesi. Un +10,7% su base annua aiutato da una crescita sul mese precedente di oltre il 2%. Anche se ci sono alcune circostanze momentanee…

Leggi »

Draghi lancia il monito all’Ue: cosa ha detto l’ex presidente del Consiglio

L’ex presidente del consiglio e direttore della Banca centrale europea Mario Draghi ha ricevuto in Spagna il premio europeo Carlo V dal re Felipe VI in una cerimonia nel monastero di San Jeronimo de Yuste. Nel discorso di ringraziamento, Draghi ha sottolineato alcune priorità che l’Unione europea dovrebbe seguire in tema economico a partire dalla…

Leggi »