atlantia

Il gruppo ACS di Florentino Perez ha confermato di aver inviato una lettera al consiglio di amministrazione di Atlantia in cui esprime il proprio interesse a partecipare, insieme ad altri possibili investitori, tra cui la Cassa Depositi e Prestiti, nell’eventuale acquisizione della partecipazione di tale società in Autostrade per l’Italia.

Florentino Perez: chi è ACS

ACS è una società spagnola, specializzata nell’ingegneria per le costruzioni civili e presieduta da Florentino Perez, già presidente del club di calcio del Real Madrid. Il numero uno di ACS avrebbe offerto 10 miliardi di euro per comprare la quota di Atlantia in ASPI, secondo quanto riporta il Financial Times. Acs valuta il gruppo italiano tra i 9 e i 10 miliardi di euro. Potenzialmente, dunque, più di quanto offerto da Cassa Depositi e Prestiti in cordata con i fondi Blackstone e Macquarie.

“Data la stretta relazione tra i nostri gruppi in seguito all’acquisizione congiunta di Albertis, ACS ha seguito la situazione ASPI negli ultimi mesi e riteniamo che sia un asset molto interessante che si adatta perfettamente alla strategia a lungo termine di ACS”, ha scritto Perez nella lettera, aggiungendo che il gruppo sarebbe disposto ad accogliere altri investitori nella sua offerta, tra cui CDP.

Il cda di Atlantia ha avviato ieri con i propri advisor l’esame dell’offerta vincolante per l’acquisto dell’intera partecipazione dell’88% del capitale detenuta in Aspi presentata dal consorzio composto da Cdp, Blackstone e Macquarie.

La holding ha preso atto della manifestazione di interesse inviata proprio in data odierna dal Gruppo Acs per l’acquisto di una partecipazione nel capitale di Aspi, in consorzio con altri investitori nazionali ed internazionali. Il board, anche riguardo alla nuova proposta progettuale avanzata da Acs, proseguirà le proprie analisi nelle successive riunioni che saranno convocate nei prossimi giorni per le necessarie determinazioni in merito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.