Bando per il primo insediamento di giovani agricoltori in Liguria

LiguriaLIGURIA: rifinanziato il bando per il primo insediamento di giovani agricoltori e estesa a 24 mesi dall’insediamento la possibilità di presentare la domanda per le agevolazioni in diverse fasce peorali fino al 2020.
SOTTOMISURA 6.1: si tratta del bando per accedere al premio di primo insediamento destinato ai giovani agricoltori di età compresa tra i 18 anni e i 40 anni (41 non compiuti), al momento della presentazione domanda e che abbiano adeguate competenze e conoscenze professionali.
CAMPO DI APPLICAZIONE; tutto il territorio regionale della Liguria.
BENEFICIARI GIOVANI AGRICOLTORI: il “giovane agricoltore” è una persona di età non superiore a quaranta anni al momento della presentazione della domanda, che possiede adeguate qualifiche e competenze professionali e che si insedia per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo dell’azienda.
PRIMO INSEDIAMENTO: il “primo insediamento” inizia con l’acquisizione per la prima volta del possesso di una azienda agricola in qualità di titolare o contitolare con l’attribuzione per la prima volta della Partita IVA come produttore agricolo e termina con l’attuazione del piano aziendale di sviluppo.
PIANO AZIENDALE DI SVILUPPO: la domanda di sostegno contiene al suo interno il Piano Aziendale di Sviluppo che ne costituisce parte integrante e sostanziale.
IMPORTO DEL SOSTEGNO: Il sostegno è determinato nel modo seguente: – premio base = 18.000,00 euro; + maggiorazione per disagio socio-economico pari a: 4.000,00 euro se il giovane si insedia in una azienda con sede in un comune di seconda fascia; 6.000,00 euro se il giovane si insedia in una azienda con sede in un comune di terza fascia;  8.000,00 euro se il giovane si insedia in una azienda con sede in un comune di quarta fascia.
ULTERIORE MAGGIORAZIONE: i premi di cui sopra sono maggiorati di ulteriori 8.000,00 Euro per gli insediamenti in aziende costituite per almeno il 50% da terreni non coltivati da almeno 5 anni o precedentemente condotte da soggetti privi di vincoli di parentela con il giovane sino al terzo grado.
§TIPOLOGIA DI BANDO: bando a graduatoria con apertura a fasce programmate fino al 2020.

 

LIGURIA PSR 2014-2020 – SOTTOMISURA 6.1

LIGURIA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020

Apertura del bando per la presentazione di domande di aiuto sulla sottomisura 6.1

AIUTI ALL’AVVIAMENTO DI IMPRESE PER I GIOVANI AGRICOLTORI

CAMPO DI APPLICAZIONE

Tutto il territorio regionale della Liguria

BENEFICIARI GIOVANI AGRICOLTORI

Il “giovane agricoltore” è una persona di età non superiore a quaranta anni al momento della presentazione della domanda, che possiede adeguate qualifiche e competenze professionali e che si insedia per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo dell’azienda.

PRIMO INSEDIAMENTO

Il “primo insediamento” inizia con l’acquisizione per la prima volta del possesso di una azienda agricola in qualità di titolare o contitolare con l’attribuzione per la prima volta della Partita IVA come produttore agricolo e termina con l’attuazione del piano aziendale di sviluppo.

  • La data di primo insediamento coincide con la data di attribuzione del numero di partita IVA come produttore agricolo.

Nel caso di insediamento del giovane agricoltore in una azienda costituita NON in forma individuale sono stabilite le seguenti norme:

  • a) per il giovane agricoltore che si insedia in impresa costituita sotto forma di società di persone la quota del giovane nell’ambito della società deve essere superiore al 50% oppure nell’atto costitutivo deve essere inserita una delega esplicita che dia pieni poteri decisionali in ordine alla gestione ordinaria e straordinaria al giovane agricoltore;
  • b) nel caso di società in accomandita semplice, il giovane agricoltore si deve insediare come socio accomandatario e deve avere pieni poteri decisionali in ordine alla gestione ordinaria e straordinaria;
  • c) per il giovane agricoltore che si insedia in impresa costituita sotto forma di società di capitali (società per azioni, società a responsabilità limitata, società cooperative a responsabilità limitata, società consortili), il giovane agricoltore deve rivestire la carica a cui corrispondono i pieni poteri decisionali in ordine alla gestione ordinaria e straordinaria (amministratore delegato o amministratore unico).

Il giovane agricoltore deve esercitare il controllo con pieni poteri decisionali in ordine alla gestione ordinaria e straordinaria, per tutto il periodo di vincolo decennale, sulla società anche in termini di decisioni connesse alla gestione, ai benefici ed ai rischi finanziari. I requisiti di cui al presente paragrafo devono essere posseduti dal momento della presentazione della domanda di sostegno.

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ

Ai fini dell’ammissibilità della domanda di sostegno:

  • 1. Il giovane agricoltore deve insediarsi per la prima volta in qualità di titolare o contitolare in una azienda agricola;
  • 2. La domanda di sostegno deve essere presentata entro sei mesi dalla data di inizio del primo insediamento del giovane nell’azienda agricola;
  • 3. Al momento di presentazione della domanda di sostegno, il giovane deve avere età di almeno 18 anni e non superiore a 40 anni (ossia non deve aver compiuto 41 anni);
  • 4. Al momento di presentazione della domanda di sostegno, il potenziale produttivo dell’azienda in cui il giovane agricoltore si insedia deve essere compreso entro i seguenti limiti in termini di Produzione Standard (PS):
    • – a. limite minimo di 15.000 euro. Tale limite è ridotto a 12.000 euro per le imprese con sede aziendale nelle zone svantaggiate di cui all’art. 32 § 1 del reg. CE 1305/2013 meglio definite nell’allegato “elenco comuni svantaggiati” del PSR;
    • – b. limite massimo di 200.000 euro.
  • 5. Al momento di presentazione della domanda di sostegno, il giovane agricoltore deve essere in possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali.
  • 6. Al momento di presentazione della domanda di aiuto il giovane agricoltore deve presentare un Piano Aziendale di Sviluppo;
  • 7. Entro 18 mesi dalla data di insediamento, il giovane agricoltore deve essere in possesso dei requisiti di cui all’art. 9 del regolamento (UE) n. 1307/2013, tenuto conto delle norme nazionali di recepimento (agricoltore in attività);
  • 8. Al fine di garantire la stabilità dell’operazione finanziata, al momento di presentazione della domanda di sostegno il giovane agricoltore deve impegnarsi a proseguire l’attività agricola, mantenendo, per almeno dieci anni dalla data di concessione dell’aiuto, la dimensione aziendale minima di accesso e la qualifica di titolare o contitolare giuridico, civile e fiscale dell’impresa agricola.
  • 9. Nel caso di insediamento di più soggetti in qualità di contitolari in aziende a conduzione associata sarà comunque erogato un solo premio di insediamento;
  • 10. L’insediamento si conclude con l’attuazione del piano aziendale di sviluppo entro 36 mesi dalla data della concessione dell’aiuto.
  • 11. L’insediamento in aziende derivanti dal frazionamento di aziende preesistenti non è ammissibile a finanziamento.

PIANO AZIENDALE DI SVILUPPO

La domanda di sostegno contiene al suo interno il Piano Aziendale di Sviluppo che ne costituisce parte integrante e sostanziale ed i cui contenuti sono stabiliti nel capitolo 8.2.6.3.1.11 del PSR.

AMMISSIONE AL SOSTEGNO

Il sostegno sarà ammesso per singola fascia temporale, al termine dell’istruttoria amministrativa di ammissibilità di tutte le domande ricevibili e della redazione di una graduatoria unica regionale di tutte le domande risultate ammissibili per singola fascia temporale, redatta sulla base dei punteggi attribuiti dall’Ente istruttore in applicazione dei criteri di selezione.

  • Ai fini della graduatoria non rileva la data di presentazione della domanda di sostegno.
  • A parità di punteggio prevarrà la domanda presentata dal richiedente con minore età.
  • Le domande che avranno conseguito un punteggio inferiore alla soglia minima di ammissibilità non saranno finanziate.

Le domande ancora prive di copertura finanziaria dopo il completamento delle procedure di cui sopra sono decadute di diritto e archiviate.

Nel caso di insediamento di più soggetti in qualità di contitolari in aziende a conduzione associata sarà erogato un solo premio di insediamento.

IMPORTO DEL SOSTEGNO

L’importo dell’aiuto è determinato con un sostegno base, identico per tutti i beneficiari, maggiorato in funzione:

  • degli svantaggi crescenti in termini di situazione socio-economica della zona in cui il giovane si insedia;
  • dell’impegno organizzativo ed economico dovuto all’insediamento in aziende abbandonate o condotte da soggetti estranei al beneficiario per compensare il maggior tempo necessario per raggiungere un livello di produttività adeguato.

IL SOSTEGNO È PERTANTO DETERMINATO NEL MODO SEGUENTE:

– premio base = 18.000,00 euro;
– maggiorazione per disagio socio-economico pari a:

  • 4.000,00 euro se il giovane si insedia in una azienda con sede in un comune di seconda fascia;
  • 6.000,00 euro se il giovane si insedia in una azienda con sede in un comune di terza fascia;
  • 8.000,00 euro se il giovane si insedia in una azienda con sede in un comune di quarta fascia.

Non è prevista alcuna maggiorazione per il giovane che si insedia in una azienda con sede in un comune di prima fascia.

In tutti i casi suddetti viene considerata come “sede” la sede aziendale indicata, alla data di insediamento, sul fascicolo aziendale, come “ubicazione aziendale”.

ULTERIORE MAGGIORAZIONE

I premi di cui sopra sono maggiorati di ulteriori 8.000,00 Euro per gli insediamenti in aziende costituite per almeno il 50% da terreni non coltivati da almeno 5 anni o precedentemente condotte da soggetti privi di vincoli di parentela con il giovane sino al terzo grado.

TIPOLOGIA DI BANDO

Bando a graduatoria con apertura a fasce programmate.

VALIDITÀ TEMPORALE

Le domande possono essere presentate esclusivamente fra le date di apertura e di chiusura riportate nelle fasce temporali di cui alla tabella sotto descritta.

PRESENTAZIONE DOMANDE

Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 12 del giorno di apertura fino alle ore 23.59 della data di chiusura.

RISORSE FINANZIARIE

Le risorse finanziarie disponibili per il presente bando ammontano ad Euro 5.500.000, ripartite nel periodo di programmazione in termini di fasce di apertura.

  • Le domande concorrono esclusivamente alle risorse messe a bando per la fascia temporale in cui risultano presentate.

DOMANDE

Bando a fasce ad apertura programmata, secondo la tabella sotto riportata contenente le date di apertura e di chiusura per la presentazione delle domande e i relativi importi a disposizione:

DATE APERTURA E CHIUSURA

 PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE 

IMPORTI A BANDO

 PER CIASCUNA FASCIA 

03 giugno 2019 – 31 luglio 2019 € 500.000
02 dicembre 2019 – 31 gennaio 2020 € 300.000
03 giugno 2020 – 31 luglio 2020 € 300.000

 

Bando per il primo insediamento di giovani agricoltori in Liguria ultima modifica: 2018-09-02T12:05:28+00:00 da Andrea M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.