aosta, valle d'aosta

Si tratta della prima apertura del bando, nell’attuale programmazione, per questa tipologia di azione.
PACCHETTO AGRICOLTURA: Anche questo intervento rientra nell’insieme delle modifiche migliorative introdotte dal Pacchetto Agricoltura.
CONTRIBUTO: la percentuale di aiuto è stata innalzata dall’iniziale previsione del 35 al 40%, nell’obiettivo di offrire un sostegno più incisivo ai beneficiari.
FINALITA’: questo intervento si inserisce in una più ampia azione a vantaggio dei privati e delle cooperative che trasformano e commercializzano i prodotti agricoli per il rilancio e la valorizzazione del comparto agricolo.
Gli aiuti sono destinati all’acquisto, costruzione, ristrutturazione, ampliamento e ammodernamento di fabbricati e delle relative opere edili e impiantistiche, all’acquisto di impianti, arredi e attrezzature, inclusi i programmi informatici, e alla realizzazione e al miglioramento degli impianti per la produzione, nei limiti dell’autoconsumo, di energia elettrica (biogas, eolico, fotovoltaico e idroelettrico) o termica (solare e biomasse).
DOTAZIONE FINANZIARIA: per l’anno corrente ammonta a 1 milione 600 mila euro.
BENEFICIARI: le imprese, in forma singola o societaria, attive nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.
DOMANDE: entro il 30 giugno 2017

Sostegno investimenti trasformazione e sviluppo prodotti agricoli

MISURA 4 “Investimenti in immobilizzazioni materiali”
Misura 4 Sottomisura 4.2
“Sostegno a investimenti a favore della trasformazione/commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli

FINALITÀ

L’intervento intende incentivare gli investimenti che riguardano la trasformazione, la commercializzazione e lo sviluppo di prodotti agricoli.

COSTI AMMISSIBILI

SONO AMMISSIBILI A BENEFICIARE DELL’AIUTO ESCLUSIVAMENTE LE SEGUENTI VOCI DI SPESA:

  • a) acquisto, costruzione, ristrutturazione, ampliamento e ammodernamento di fabbricati e delle relative opere edili ed impiantistiche;
  • b) acquisto di impianti, arredi (funzionali alla commercializzazione dei prodotti aziendali) e attrezzature, inclusi i programmi informatici (compresa la realizzazione di siti web aziendali);
  • c) realizzazione e miglioramento degli impianti per la produzione, nei limiti dell’autoconsumo, di energia elettrica (biogas, eolico, fotovoltaico e idroelettrico) o termica (solare e biomasse);
  • d) spese generali collegate ai costi di cui sopra.

BENEFICIARI

Possono accedere al sostegno della presente sottomisura le imprese, in forma singola o societaria, attive nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

DISPONIBILITA’ FINANZIARIA

La disponibilità finanziaria per questo periodo di apertura del bando è di 1 milione 600mila euro.

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ

Al fine di accedere agli aiuti previsti, è necessario dimostrare il possesso di requisiti soggettivi che riguardano l’azienda e oggettivi che concernono l’intervento proposto ad incentivo.

REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ DELL’AZIENDA (SOGGETTIVI):

Le imprese che intendono beneficiare degli aiuti devono:

  • a) avere cittadinanza italiana oppure in uno degli Stati membri della U.E., o status equiparato;
  • b) essere titolari di partita I.V.A.;
    c) essere iscritti presso la sezione agricoltura del Registro delle imprese della Chambre valdôtaine;
    d) essere titolare di un fascicolo aziendale SIAN validato, conformemente alle disposizioni stabilite da AGEA;
    e) attestare il possesso dei beni immobili oggetto di agevolazione.

REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ DELL’INTERVENTO (OGGETTIVI):

La materia prima oggetto di trasformazione e commercializzazione deve:

  • a) essere un prodotto agricolo di cui all’allegato I del Trattato;
  • b) provenire per almeno il 50% da terzi o da soci conferitori.

L’INTERVENTO PER IL QUALE È RICHIESTO IL SOSTEGNO DEVE:

  • a) essere ubicato sul territorio regionale;
  • b) comportare una spesa ammissibile superiore a 10mila euro;
  • c) riguardare l’attività di trasformazione, commercializzazione o sviluppo dei prodotti agricoli;
  • c) aver ottenuto il punteggio minimo pari a 30 a seguito dell’applicazione dei criteri di selezione;
  • d) non essere già stato oggetto di altro finanziamento pubblico;
  • e) essere congruo dal punto di vista delle specifiche progettuali in riferimento al dimensionamento dell’azienda;
  • f) essere stato sottoposto a valutazione ambientale con esito positivo (se previsto dalla normativa vigente);
  • g) essere l’unico in corso sulla stessa tipologia di intervento (un’azienda può presentare una nuova domanda di aiuto quando la precedente è stata oggetto di domanda di pagamento a saldo).

CRITERI SPECIFICI

Oltre al possesso dei requisiti di ammissibilità, è richiesto il soddisfacimento di alcuni criteri specifici per le tipologie di intervento che riguardano:

– la produzione di energia da fonti rinnovabili;
– l’acquisto di impianti, macchine e attrezzatture usati;
– l’acquisto di fabbricati.

CONTRIBUTO

L’intensità dell’aiuto è pari al 40% della spesa ammessa.

La spesa ammessa a contributo non può superare i 600mila euro calcolato sommando gli importi delle domande d’aiuto finanziate a una medesima azienda nel presente Programma di sviluppo rurale 2014/2020 a valere sull’intervento 4.2.

LAVORI

– l’inizio dei lavori deve essere successivo alla domanda di sostegno;
– i lavori devono essere ultimati entro 24 mesi dal provvedimento di concessione dell’aiuto
(proroghe motivate possono essere concesse per ulteriori 18 mesi);
– nel caso di acquisto di beni, il rendiconto deve essere ultimato entro 12 mesi dalla concessione dell’aiuto;

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Il termine per la presentazione delle domande è fissato alle ore 12 di venerdì 30 giugno 2017.

  • Per gli anni 2018 e 2019, il bando aprirà dal 1° febbraio al 20 aprile.

Di Deborah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.