U

La Banca centrale europea porta il Pepp a 1350 miliardi di euro

Subito dopo la pubblicazione della nota ufficiale della Bce che comunicava un aumento dell’importo destinato a contrastare la pandemia da coronavirus, le piazze europee hanno dimezzato le perdite accumulate in mattinata per andare, in diversi casi, in area positiva. Milano, che nella mattinata perdeva oltre l’1% è arrivata a guadagnare otre il mezzo punto percentuale, seguita anche da altre Borse europee.

PEPP FINO A GIUGNO 2021

La stessa Bce ha annunciato che il Pepp verrà esteso almeno fino a giugno 2021, specificando che i titoli che arriveranno a scadenza verranno reinvestiti nel piano di acquisto a sostegno delle economie europee almeno fino a giugno 2022. Nessuna novità sul fronte tassi, lasciati invariati a 0% per le operazioni di rifinanziamento principali, a 0,25% per quelle marginali e a -0,5% per i depositi presso la Banca centrale europea.

SPREAD STABILE

Buona anche la risposta dell’euro, che ha guadagnato terreno contro il dollaro. Stabile lo spread Btp/Bund, a 190 punti base. Lagarde illustrerà le decisioni durante la conferenza stampa.

La Banca centrale europea porta il Pepp a 1350 miliardi di euro ultima modifica: 2020-06-04T14:25:05+02:00 da Deborah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.