U

Sono ben 343 milioni gli europei che giornalmente utilizzano l’euro, amministrato dalla Banca Centrale Europea con sede a Francoforte. Quest’ultima, attraverso le parole della presidente Christine Lagarde, ha annunciato che è giunto il tempo di rivedere il design delle banconote a distanza di vent’anni dall’esordio della valuta, al fine di renderle più riconoscibili per i cittadini di ogni età e provenienza.

Euro: tutto quello che c’è da sapere sulle nuove banconote

La stampa delle nuove banconote dell’euro dovrebbe avvenire nel 2024. La novità più importante riguarda il progetto della Banca Centrale Europea di ridisegnarle in collaborazione con i cittadini.

Il processo di cambiamento di grafica inizierà con dei focus group che avranno il compito di raccogliere le opinioni in tutta la zona euro. Sono stati previsti, infatti, dei gruppi consultivi tematici con un rappresentante esperto per ciascun paese dell’area dell’euro (per l’Italia è Fabio Beltram, professore di Fisica della Materia della Scuola Normale Superiore di Pisa).

Ognuno di essi presenterà una serie di nuove idee al consiglio direttivo della BCE; i membri sono già stati nominati sulla base di proposte delle banche centrali nazionali e vengono da diversi settori di conoscenza come scienze naturali e sociali, arti visive, storia e tecnologia. La grafica attuale delle banconote si basa sul tema “età e stili” con raffigurazioni di finestre, porte e ponti.

Successivamente la BCE chiederà al pubblico di fornire la propria opinione sui temi selezionati. Seguirà un concorso per la progettazione delle nuove banconote. Sarà il consiglio direttivo a prendere la decisione definitiva.

Tale cambiamento si sposa bene con il risultato delle ultime ricerche sulle abitudini di pagamento che hanno registrato come i contanti rimangano ancora il sistema più diffuso, nonostante l’aumento delle possibilità on-line e digitali.

“Vogliamo sviluppare banconote in euro con cui i cittadini europei possano identificarsi e che saranno orgogliosi di utilizzare come loro denaro”, ha riferito Fabio Panetta, membro del comitato esecutivo della BCE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.