Obiettivo di inflazione del 2% della FED

Federal Reserve DCLa Federal Reserve ha detto che sarà “paziente” su eventuali future mosse dei tassi di interesse. Segnalerà la flessibilità per ridurre il proprio bilancio, in un sostanziale punto di distacco dal suo pregiudizio verso i costi di prestito più elevati.

Il Federal Open Market Committee sarà paziente in quanto determina quali aggiustamenti futuri, alla fascia obiettivo per il tasso dei fondi federali potrebbero essere più appropriati da sostenere”. Gli obiettivi sono : forte mercato del lavoro e un’inflazione vicino al 2%, ha detto la banca centrale in una dichiarazione di mercoledì, in un incontro di due giorni a Washington.

In una dichiarazione speciale separata di mercoledì, la Fed ha detto di essere “pronta ad adeguare i dettagli per completare la normalizzazione del bilancio alla luce degli sviluppi economici e finanziari”. La banca centrale ha detto che sarebbe pronta a modificare le dimensioni del bilancio. Il tutto sempre se l’economia garantisce una politica monetaria più libera di quanto i fondi federali potrebbero ottenere da soli.

Le azioni degli Stati Uniti hanno recuperato dopo l’annuncio, i rendimenti del Tesoro sono diminuiti e il dollaro è crollato.

Le dichiarazioni segnano un più ampio spostamento verso la gestione del rischio. Seguono mesi di critiche dal presidente Donald Trump, che ha isterizzato la banca centrale per aver aumentato i tassi.

Tassi d’interesse graduali

Il FOMC ha abbandonato ladichiarazione precedente chiedendo “ulteriori aumenti graduali” dei tassi di interesse e ha aperto la porta alla prossima mossa verso l’alto o verso il basso, citando “sviluppi economici e finanziari globali e pressioni inflazionistiche ridotte”. Anche i politici hanno omesso una linea che dice che i rischi per la prospettiva sono “approssimativamente bilanciati”.

La decisione arriva dopo le dichiarazioni del Presidente Jerome Powell all’inizio di gennaio. Questa aveva assicurato che i funzionari di stare cauti nell’aumentare i tassi, aiutando a calmare gli investitori, che percepirono un eccesso di sconti e volatilità.

“L’economia degli Stati Uniti è in forma e continueremo a utilizzare i nostri strumenti di politica monetaria per mantenerla”, ha detto Powell all’inizio della sua conferenza stampa. La banca centrale prevede una crescita solida e costante quest’anno, sebbene a un ritmo più lento rispetto al 2018, ha affermato. La Fed attenderà pazientemente “maggiore chiarezza” e si baserà su dati economici per guidare la politica, ha detto Powell.

Sul bilancio, Powell ha dichiarato che il processo di normalizzazione sarà completato “prima e con un bilancio più ampio” rispetto alle stime precedenti.

Ampie riserve

In un’altra mossa significativa, il comitato ha detto che continuerà a gestire la politica monetaria in un regime di ampia riserva, in cui il controllo sui tassi di interesse a breve termine verrà esercitato principalmente attraverso l’impostazione dei tassi amministrati della Federal Reserve e in cui la gestione attiva del l’offerta di riserve. Ciò suggerisce che il FOMC ha impostato una politica pù ampia di quella che sarebbe stata se fosse tornata al suo approccio pre-crisi.

“È difficile leggerlo come qualsiasi altra cosa che la Federal Reserve abbia capitolato sul mercato”, ha detto Michael Gapen, chief economist US di Barclays Plc. “Il mercato leggerà questo dato che ha terminato il ciclo di escursioni del bilancio, è più probabile di altro rialzo dei tassi”.

Il voto 10-0 sulla decisione ha tenuto il range obiettivo per il tasso di fondi federali al 2,25 per cento al 2,5 per cento. La conferenza stampa di Powell mercoledì inaugura un nuovo approccio per informare i media dopo ogni riunione del FOMC – otto volte l’anno – anziché ogni altro incontro. I responsabili politici aggiorneranno ancora le proiezioni economiche trimestrali.

La dichiarazione era in linea con le opinioni di oltre due terzi degli economisti intervistati da Bloomberg News la scorsa settimana. Questo secondo i quali la Fed non avrebbe mantenuto la promessa su “alcuni ulteriori aumenti graduali”. Questo avrebbe invece segnalato una maggiore incertezza, fare riferimento alla pazienza o rimuovere completamente la linea.

Gli aumenti secondo la FED

La Fed ha detto che la spesa delle famiglie “ha continuato a crescere fortemente”. Mentre la crescita degli investimenti delle imprese è stata moderata dall’inizio del 2018. Il comitato ha dichiarato che l’attività economica “è cresciuta a un ritmo solido” e i guadagni di lavoro sono stati in aumento. Non c’era alcun riferimento allo spegnimento.

Come la banca centrale fa ogni anno a gennaio, la Fed ha anche pubblicato una dichiarazione separata sugli obiettivi a lungo termine e la strategia politica. La dichiarazione ha riaffermato l’obiettivo di inflazione del 2% della banca centrale, e ha nuovamente sottolineato la sua simmetria, il che significa che sarebbe preoccupato se fosse persistentemente al di sopra o al di sotto di tale obiettivo.

Obiettivo di inflazione del 2% della FED ultima modifica: 2019-01-31T12:38:15+00:00 da Deborah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.