L’Authority ha convocato la riunione sulla rivoluzione di Poste Italiane

Poste Italiane sarà in grado di fornire servizi in fibra ottica mediante tecnologie a banda ultralarga, coniugando la capillarità della rete degli uffici postali con la diffusione della rete TIM e dell’infrastruttura di Open Fiber sul territorio nazionale.

I due accordi si collocano nel quadro della strategia di consolidamento dei servizi di telefonia fissa da parte di PostePay e puntano ad ampliare la gamma di offerte rivolte al mercato consumer e business, con nuovi servizi ultrabroadband in fibra ottica, con l’obiettivo di ridurre sempre di più il digital divide tra le diverse aree del paese. 

Inoltre, entrambe le intese rafforzano la capacità di Poste Italiane di rispondere in maniera sempre più efficace alle diverse esigenze dei clienti confermando il ruolo del gruppo nel processo di digitalizzazione e di sviluppo economico.

Piano Scuola: in arrivo la gara Infratel per connessioni veloci in classe

Poste Italiane in cima alla classifica Integrated Governance Index 2020

Poste Italiane si è distinta per il grado di integrazione delle politiche di sostenibilità nella strategia aziendale, come rivela la quinta edizione dell’Integrated Governance Index, presentata nei giorni scorsi durante l’ESG Business Conference.

Oltre a guidare la classifica generale delle aziende che meglio hanno saputo integrare le politiche di sostenibilità nei loro piani strategici, Poste Italiane si è classificata al primo posto anche nella nuova area di indagine introdotta quest’anno, denominata “ESG Digital Governance” e relativa all’applicazione di sistemi e piattaforme digitali nella gestione dei dati ESG.

Matteo Del Fante, amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane, ha commentato: “Siamo orgogliosi di questo nuovo e prestigioso riconoscimento che conferma la leadership nazionale di Poste Italiane nella gestione integrata delle tematiche di governance, sociali e ambientali. Il primo posto conseguito nel ranking IGI 2020, che arriva a solo due anni dall’entrata del Gruppo nell’Index stesso, è un traguardo importante alla luce dell’accresciuta platea delle imprese partecipanti e del focus prescelto per l’area di indagine straordinaria. Un risultato che ci sprona a consolidare l’impegno della nostra azienda a perseguire obiettivi comuni basati su valori condivisi, ancor di più in questa particolare fase di ripartenza del Paese”.

Commenta l'articolo