seat leon

La SEAT Leon è sempre stata un pilastro fondamentale nella gamma di veicoli del marchio. Ora, questo modello sta aiutando il marchio a muoversi in una nuova direzione mentre il mondo si sposta verso un futuro elettrificato e sostenibile. La SEAT Leon continua il percorso di successo tracciato dai suoi predecessori ma, oltre a portarlo a un livello superiore in termini di connettività, dinamismo e sicurezza, sta anche facendo un balzo in avanti in termini di efficienza. Il veicolo di ultima generazione integra un sistema ibrido plug-in, rendendo la SEAT Leon e-HYBRID il primo modello ibrido plug-in del marchio e una parte fondamentale della sua offensiva elettrica, sia nelle carrozzerie a cinque porte che Sportstourer.

Progettata, sviluppata e prodotta a Barcellona, ​​presso la sede dell’azienda a Martorell, la SEAT Leon incarna la determinazione del marchio a fornire le ultime tecnologie e passare a un futuro in linea con i mutevoli valori ambientali.

La quarta generazione di Leon aumenta l’efficienza con un sistema ibrido plug-in: un motore a benzina TSI da 1,4 litri da 110 kW con un motore elettrico da 85 kW per produrre una potenza complessiva di 150 kW / 204 CV di potenza e 350 Nm di coppia, che mescola le dinamiche attese dal marchio SEAT con l’efficienza richiesta da una società che cambia. Così, la nuova SEAT Leon e-HYBRID diventa la SEAT più potente ed efficiente. Grazie alla sua batteria agli ioni di litio da 13 kWh, la SEAT Leon può viaggiare fino a 64 km in modalità completamente elettrica. E quando si utilizzano sia motori elettrici che a benzina, la SEAT Leon e-HYBRID può raggiungere fino a 800 km.
La SEAT Leon porta con sé una forte evoluzione del design: il suo rinnovato linguaggio di design degli esterni e degli interni le conferisce un carattere più forte, aiutato dalle sue proporzioni generali migliorate, dal suo viso più deciso e dalle linee più morbide. La nuovissima Leon illumina la strada nel segmento con una gamma di tecnologie di illuminazione innovative tra cui luce ambientale interna avvolgente, luce posteriore da costa a costa, lampeggiatori dinamici, fari full LED e luci di benvenuto.
La Leon è la prima auto SEAT completamente connessa: la connettività in-car ti tiene in contatto con il mondo esterno. La combinazione di SEAT CONNECT e del sistema e-HYBRID offre un controllo ancora maggiore sul veicolo, con una gamma ancora più ampia di funzioni controllate dall’app, comprese le funzioni di gestione della batteria, sia all’interno che all’esterno del veicolo.
La SEAT Leon continua a rafforzare la sua reputazione di veicolo più sicuro del marchio. Con il controllo della velocità adattivo predittivo, l’assistenza di emergenza, l’assistenza di viaggio e l’assistenza laterale e in uscita, la SEAT Leon combina anche alcuni dei più avanzati sistemi di assistenza alla guida per offrire la protezione ottimale in qualsiasi scenario di guida.
Il modello di maggior successo di SEAT diventa ancora più pratico nella sua variante ibrida plug-in. Le dimensioni maggiorate della 5 porte e della Sportstourer le rendono più spaziosi nei sedili posteriori. Nella versione e-HYBRID, la SEAT Leon 5 porte e la Sportstourer offrono rispettivamente 270 le 470 l di capacità del bagagliaio.

Il mondo sta cambiando ed è necessario un approccio più olistico al trasporto personale poiché il mondo cerca di ridurre il proprio impatto sull’ambiente. L’elettrificazione è la chiave per offrire ciò che il futuro richiede e la SEAT Leon e-HYBRID è stata sviluppata pensando a questo, sia che si tratti della versione a 5 porte che di Sportstourer. Gli elementi costitutivi della SEAT Leon e-HYBRID derivano dall’architettura MQB Evo che è alla base del veicolo e crea un percorso per lo sviluppo del veicolo compatto, in modo che soddisfi il più fedelmente possibile le esigenze della vita moderna. SEAT ha sfruttato la tecnologia di propulsione più avanzata disponibile, integrando ibrido plug-in in modo che SEAT Leon possa offrire i massimi livelli di prestazioni e guidabilità, bilanciati perfettamente con la necessità di ridurre le emissioni dallo scarico e l’impatto sull’ambiente. La combinazione di sistemi di combustione ben noti, ottimizzati in decenni di ricerca e sviluppo, con la semplicità dei componenti elettrici, porta a un’esperienza di guida avanzata mai vista prima sulla SEAT Leon.
L’avanzato ibrido plug-in abbina un motore a benzina TSI da 1,4 litri da 150 CV con un motore elettrico da 115 CV, un pacco batterie agli ioni di litio da 13 kWh per produrre una potenza complessiva di 204 CV di potenza e 350 Nm di coppia. L’unità TSI da 1,4 litri che utilizza il turbocompressore e la tecnologia di iniezione diretta per massimizzare le prestazioni e l’efficienza, mentre l’alesaggio e la corsa rispettivamente di 74,5 e 80 e il rapporto di compressione di 10,0 aiutano il buon funzionamento dell’unità. Il motore a combustione è stato configurato specificamente per funzionare perfettamente all’interno della configurazione ibrida plug-in. Collegato al motore elettrico senza spazzole, il sistema può passare istantaneamente tra le diverse modalità di guida, indipendentemente dal fatto che la SEAT Leon sia alimentata esclusivamente dal motore a combustione, una miscela di combustione ed energia elettrica o solo dall’elettricità. L’erogazione di potenza è fluida indipendentemente dalla modalità in cui si trova il veicolo. E, come uno dei principali vantaggi della propulsione elettrica, l’erogazione di potenza in modalità esclusivamente elettrica avviene istantaneamente, fornendo una dinamica non percepita nella SEAT Leon fino a questo punto. La versione ibrida plug-in offre un’autonomia completamente elettrica fino a 64 km in WLTP utilizzando l’energia immagazzinata nella batteria del veicolo, perfetta per una maggiore efficienza o per viaggiare per le strade cittadine dove le normative sulla qualità dell’aria sono più severe – e può essere utilizzato a velocità fino a 140 km/h rendendolo incredibilmente versatile. E quando c’è la necessità di guidare per lunghe distanze, la SEAT Leon e-HYBRID offre la possibilità di utilizzare sia motori elettrici che a benzina, in modo da raggiungere circa 800 km senza rifornimento.
Il conducente mantiene un enorme controllo sul sistema e può scegliere di mantenere lo stato di carica della batteria, risparmiandola per situazioni in cui è richiesta una guida a zero emissioni. E quando la batteria si sta scaricando, il gruppo propulsore torna alla modalità ibrida. Ma una volta che sei vicino a una fonte di alimentazione, la batteria può essere collegata e ricaricata in appena 3 ore e 40 minuti utilizzando un caricabatterie da 3,6 kW o in poco meno di 6 ore con un caricabatterie da 2,3 kW. Di nuovo in macchina, l’ibrido plug-in utilizza la tecnologia di trasmissione automatica DSG per massimizzare l’efficienza. Il sistema a sei marce della SEAT Leon ora beneficia della tecnologia shift-by-wire progettata in modo che la leva selettrice non sia collegata meccanicamente al cambio, ma utilizzando segnali elettronici per cambiare. Shift-by-wire prevede la possibilità di selezionare le marce senza utilizzare un cambio fisico, questo è utile per i nuovi sistemi automatici di assistenza al parcheggio, dove il blocco al parcheggio meccanico è stato sostituito da un blocco al parcheggio controllato elettronicamente. Tutto sommato, il nuovo shift-by-wire non solo aggiunge un maggiore livello di efficienza, ma migliora l’arte e il piacere di guidare. E a causa del suo propulsore a combustione elettrica le emissioni di carbonio sono comprese tra 25-30 g/km mentre utilizza tra 1,1 e 1,3 litri di carburante per percorrere 100 km secondo il ciclo di prova ufficiale WLTP. Sebbene l’efficienza sia una parte cruciale della SEAT Leon e-HYBRID, la dinamica, le prestazioni e il puro piacere di guida rimangono incredibilmente importanti. Per questo motivo, il veicolo rimane una guida elettrizzante. Quando il sistema e-HYBRID richiede più spazio di un motore a combustione tradizionale, è stato confezionato per massimizzare la dinamica – il telaio non è costretto a compensare – con il peso bilanciato tra la parte anteriore e quella posteriore del veicolo. Sotto il cofano si trovano il motore, il motore e la PCU mentre nella parte posteriore si trovano la batteria agli ioni di litio e il serbatoio del carburante. La SEAT Leon e-HYBRID pesa 1.614 kg nella 5 porte e 1.658 kg nella Sportstourer.
Ma grazie alla configurazione del telaio del veicolo con montanti MacPherson nella parte anteriore e un sistema multilink nella parte posteriore, oltre allo sterzo diretto, la SEAT Leon e-HYBRID è in grado di offrire una guida più coinvolgente quando si spengono le strade principali e su asfalto più interessante. Ciò è aiutato dalle preimpostazioni della modalità di guida del telaio: Eco, Normale, Sport e dalla possibilità per i conducenti di utilizzare una scala mobile di modifiche per adattare la SEAT Leon alle loro esatte esigenze, offrendo un numero infinito di possibilità. Grazie al DCC Dynamic Chassis Control della SEAT Leon, la guida e la manovrabilità del veicolo possono cambiare a seconda delle condizioni e delle esigenze del guidatore, rendendo il veicolo più confortevole. La tecnologia adattiva del telaio legge costantemente le condizioni della strada, considerando anche l’input dello sterzo, la frenata e l’accelerazione, per adattare le sospensioni, ottimizzando lo smorzamento su ciascuna ruota per fornire comfort e dinamica come nessun altro. Questa personalizzazione significa che non importa quali siano le condizioni, non importa chi sia il guidatore, la SEAT Leon e-HYBRID può fornire le giuste caratteristiche di guida al momento giusto. SEAT Leon e-HYBRID si avvia sempre in modalità completamente elettrica. L’unità passa alla modalità ibrida se la capacità energetica della batteria scende al di sotto di un certo livello o se la velocità supera i 140 km/h. In modalità Hybrid, il guidatore ha la possibilità di mantenere lo stato di carica, aumentandolo o riducendolo a un livello ben definito. Ciò consente di guidare in un’area di destinazione urbana con energia elettrica e zero emissioni. La SEAT Leon e-HYBRID spazza via la tradizionale visione degli ibridi efficienti ma poco entusiasmanti, consentendo la gioia di guidare a prescindere dalla forma di propulsione utilizzata sotto il cofano.

Con un design esterno che trasuda sicurezza, eleganza e sportività, la SEAT Leon e-HYBRID beneficia di proporzioni ben eseguite; con qualche sottile cenno alla natura avanzata di ciò che alimenta il veicolo: la sua scritta e-HYBRID, posizionata sul lato destro del portellone, e il coperchio, in tinta con la carrozzeria, del vano di ricarica situato sul lato anteriore sinistro del veicolo . La base dell’estetica complessiva del veicolo è l’avanzata piattaforma MQB Evo, che ha fornito le dimensioni, la flessibilità e l’adattabilità richieste dal team di progettazione, mentre le dimensioni maggiorate della SEAT Leon sia per la cinque porte che per la Sportstourer conferiscono un migliore senso delle proporzioni al design del veicolo di nuova generazione. La versione SEAT Leon 5 porte e-HYBRID è lunga 4.368 mm, larga 1.799 mm e alta 1.460 mm, mentre la versione Sportstourer e-HYBRID è lunga 4.642 mm, larga 1.799 mm e alta 1.456 mm. Il passo di entrambe le 5 porte e Sportstourer è di 2.682 mm. Dato che il pacco batteria si trova sotto il pianale del bagagliaio, la capacità del bagagliaio nella variante e-HYBRID a 5 porte è di 270 l, mentre la versione e-HYBRID Sportstourer raggiunge i 470 l. La SEAT Leon ha una forte personalità, aiutata dalle sue superfici lisce e fluide e dal perfetto mix di bordi e curve nei punti giusti. E mentre l’estetica esterna è ciò che attira l’attenzione, il suo stile migliora anche l’efficienza complessiva del veicolo con una migliore aerodinamica; Il coefficiente di resistenza aerodinamica della SEAT Leon è migliorato di circa l’8% rispetto alla generazione precedente: una gradita diminuzione per l’e-HYBRID che la aiuta a massimizzare ulteriormente la sua efficienza. Nella parte anteriore della SEAT Leon, il design conferisce maggiore personalità, con una connessione tridimensionale più forte tra la griglia e l’illuminazione anteriore. I fari a LED sono arretrati, fornendo un effetto sopracciglia, dando una messa a fuoco più profonda e rendendolo immediatamente riconoscibile agli altri utenti della strada. Gli specchietti laterali del veicolo includono indicatori LED integrati e sui veicoli con l’opzione full LED includono luci di benvenuto che salutano il conducente e i passeggeri proiettando la parola “Hola!” a terra mentre attivi il veicolo.
L’entusiasmo e la creatività continuano nella parte posteriore, enfatizzata dalla luce LED coast-to-coast e da un bagagliaio progettato per mantenere la personalità dinamica del veicolo. Sia il sistema di illuminazione che lo spoiler creano linee che generano la nozione di velocità, anche quando l’auto non è affatto in movimento. La nuova Leon include anche indicatori dinamici che rendono la direzione di marcia del veicolo più chiara e quindi più sicura. Infine, le nuove ruote aerodinamiche da 18 “sono state progettate specificamente per la SEAT Leon e-HYBRID. Interni All’interno, il design continua il suo tema evolutivo, ma che mette il guidatore e gli altri occupanti al centro della sua strategia, con tocchi sottili alla tecnologia avanzata del propulsore del veicolo. L’interno è l’apice della funzionalità, del minimalismo e dell’eleganza dal momento in cui ti siedi nella cabina dietro al volante, il principale punto di contatto tra guidatore e auto. Il cruscotto dalla superficie liscia, sottile ma ampio dà l’impressione di leggerezza e un certo grado di “galleggiabilità”. L’effetto è creato con l’aiuto delle modanature decorative che circondano il cruscotto e proseguono attraverso le porte anteriori. Tutto in cabina è stato progettato per essere ergonomicamente preciso, aumentando il comfort interno per gli occupanti. Sia seduto al posto di guida, come passeggero o nella parte posteriore, la cabina è sviluppata per adattarsi agli occupanti come un guanto, fornendo la sensazione di sicurezza. Protagonisti principali degli interni sono lo schermo di infotainment centrale da 10 “e il cockpit digitale da 10,25”, che nella versione e-HYBRID della Leon è di serie. Lo schermo di infotainment include il riconoscimento dei gesti, offrendo un’interazione precisa con gli occupanti e riducendo il numero di pulsanti fisici necessari. Il tema grafico “diagonale” dello schermo trae ispirazione da quell’importante viale di Barcellona, ​​la Diagonal.
La luce interna è una caratteristica importante della nuova Leon. Include una luce del cruscotto avvolgente che copre l’intera larghezza e continua attraverso le porte. L’illuminazione spazia intorno alla parte anteriore della cabina, dalle porte anteriori e attraverso la parte superiore del cruscotto, creando un arco di luce che dà vita al carattere degli interni della Leon. Il sistema cambia il colore e la tonalità dell’illuminazione a seconda delle esigenze. Quindi, sia che tu abbia appena avviato il veicolo e ti sia goduto la cerimonia di benvenuto o che il profilo di guida passi dalla modalità Eco a quella Sport, ad esempio, il sistema di luci porta una nuova dinamica all’interazione veicolo-guidatore. E non è solo una luce decorativa ambientale, ma fornisce anche diverse funzioni chiave come il rilevamento degli angoli ciechi o l’assistenza all’uscita. Molta attenzione è stata posta per ottenere un perfetto equilibrio tra plastiche morbide e raffinate, tessuti e pelli per rivestire i sedili, i pannelli delle porte e il cruscotto. La SEAT Leon e-HYBRID combina un design accattivante con la praticità anche con l’inclusione della tecnologia di trasmissione avanzata.

Il mondo è più digitalizzato che mai quando ci colleghiamo al mondo connesso. La necessità di portare questo mondo digitale con noi nel veicolo è in crescita, motivo per cui SEAT Leon è la prima auto completamente connessa del marchio. Gli attributi connessi e controllabili del veicolo sono ulteriormente migliorati dall’incorporazione di specifiche funzionalità in linea per l’e-HYBRID, offrendo una maggiore ampiezza di funzionalità aumentando il rapporto tra veicolo e utente. Un nuovo mondo si sta aprendo grazie all’app SEAT Connect che può essere scaricata sul tuo dispositivo smart, dando il controllo remoto su una miriade di funzioni che aiuteranno a massimizzare il divertimento del guidatore e anche a migliorare la sicurezza. All’esterno del veicolo, l’app SEAT Connect consente agli utenti di accedere da remoto ai dati del proprio veicolo: dati di guida, posizione di parcheggio, stato del veicolo, comprese porte e luci, impostare avvisi di velocità per essere avvisati se qualcuno che utilizza il veicolo sta guidando troppo velocemente, area e allarmi antifurto, apri e chiudi le porte con il servizio di blocco e sblocco a distanza, oppure attiva a distanza il clacson e gli indicatori di direzione per trovare più facilmente l’auto. Ma non finisce qui. Con l’introduzione della variante e-HYBRID, sono state incluse funzionalità aggiuntive per aiutare gli utenti. I conducenti di veicoli ibridi plug-in possono gestire il processo di ricarica da remoto tramite l’e-Manager, controllare l’aria condizionata: il veicolo può essere preriscaldato per un massimo di 30 minuti e il sistema funziona da: 15° C a 22° C e gestisci gli orari di partenza tutto da app per smartphone. All’interno della cabina, il cuore del sistema è il SEAT Digital Cockpit, che viene fornito di serie con la versione ibrida plug-in della SEAT Leon e riunisce un quadro strumenti ad alta risoluzione da 10,25 pollici definibile dall’utente e un sistema di infotainment. Il sistema multimediale standard vanta uno schermo più grande da 10 pollici Il sistema Navi offre navigazione 3D, capacità di visualizzazione capacitiva e controllo vocale naturale, nonché riconoscimento dei gesti per semplificare l’interazione dell’utente. Il SEAT Digital Cockpit fornisce una finestra sui controlli, la configurazione e lo stato della SEAT Leon e-HYBRID fornendo informazioni sulla modalità di funzionamento del veicolo, sullo stato di carica della batteria e su altre aree importanti. Il riconoscimento vocale è forse uno dei modi più semplici e naturali per interagire con i dispositivi, soprattutto perché siamo diventati sempre più abituati agli assistenti domestici del mondo dell’elettronica di consumo.
Nella nuovissima SEAT e-HYBRID il riconoscimento vocale consente una comprensione naturale del linguaggio per consentire all’utente di interagire con il sistema di infotainment utilizzando comandi naturali, apportando correzioni e facendo riferimento ai comandi precedenti. Quindi, sia che tu abbia bisogno di trovare informazioni di navigazione o cercare musica, è più semplice e veloce. E con il sistema Full Link, i clienti potranno anche accedere alle loro vite digitali, indipendentemente dal dispositivo che utilizzano; Apple CarPlay o Android Auto, utilizzando una connessione wireless basata su Bluetooth o WLAN, e portare il loro ecosistema digitale nel veicolo. Quindi, sia che tu voglia portare il tuo elenco di contatti nel veicolo, la musica che fa parte del tuo viaggio o i sistemi di mappatura, sono tutti disponibili, accessibili in modo controllato, intuitivo e sicuro che non distrarrà i conducenti dalla strada, utilizzando il sistema di infotainment oi comandi integrati al volante. E con il Connectivity Box opzionale con ricarica induttiva che soddisfa i protocolli standard Qi, gli utenti non devono preoccuparsi di perdere energia nei momenti cruciali. L’Unità di connettività online con SIM incorporata significa che SEAT Leon e-HYBRID non perderà mai la connessione con il mondo digitale e, in futuri sviluppi, il sistema consentirà agli utenti di accedere alle ultime app di infotainment che possono essere aggiornate in qualsiasi momento . Pertanto, la SEAT Leon e-HYBRID sarà in grado di offrire nuovi prodotti e servizi digitali per tutta la sua vita. L’eSIM integrata significa anche che la SEAT Leon e-HYBRID beneficia del servizio eCall, che contatta direttamente i servizi di emergenza in caso di incidente, aggiungendo un ulteriore livello di sicurezza al veicolo. Non è solo la possibilità di effettuare una chiamata di emergenza, ma anche l’invio di dati importanti dall’auto ai servizi di emergenza come la posizione dell’auto, il tipo di motore, il colore o il numero di passeggeri, rendendo più facile l’assistenza . Inoltre, la connettività online tramite eSIM incorporata consente ad alcune funzioni di infotainment di utilizzare le informazioni in tempo reale dal cloud, aggiungendo una dimensione aggiuntiva al sistema di navigazione tradizionale. Ad esempio, informazioni sul traffico online, posizione del parcheggio e della stazione di servizio, orari di apertura e prezzi correnti. E, per coloro che non vogliono limitarsi alla radio che ascoltano, SEAT Leon e-HYBRID porta la radio online in cabina, consentendo al cliente di ascoltare qualsiasi stazione radio online che preferisce, anche se proviene da un Paese differente.

La SEAT Leon non è solo una delle più avanzate in termini di propulsione che utilizza, ma anche uno dei veicoli più sicuri che il marchio abbia mai sviluppato; progettato per vedere di più l’ambiente circostante e reagire agli ostacoli sulla strada o ai movimenti improvvisi di altri conducenti grazie all’integrazione di una suite di sistemi di assistenza alla guida aggiornati e completamente nuovi. Le varie tecnologie fanno sì che SEAT Leon percepisca l’ambiente circostante per offrire la protezione ottimale indipendentemente dallo scenario che si verifica quando sei al volante, portando la sicurezza a un livello superiore. SEAT Leon riunisce una gamma di nuovi sistemi ADAS tra cui Predictive Adaptive Cruise Control (ACC), Emergency Assist, Travel Assist e Side and Exit assist, che insieme possono proteggere il veicolo ei suoi occupanti durante la guida o da fermo. Predictive Adaptive Cruise Control può posizionare il Leon in base al percorso e ai dati GPS forniti dal sistema di navigazione, consentendogli anche di correggere la sua velocità in base al layout della strada davanti: curve, rotatorie, incroci, limiti di velocità e edifici le zone. E utilizzando l’input dalla telecamera anteriore e il riconoscimento dei segnali stradali, può regolare la velocità del veicolo quando i limiti cambiano. La funzionalità di guida automatica continua con l’introduzione del Travel Assist. Il sistema utilizza le informazioni dell’ACC e del Lane Assist per mantenere attivamente il veicolo al centro della corsia e regolare la velocità in base al flusso del traffico, fornendo una guida assistita a velocità fino a 210 km/h. Per mantenere la sicurezza e per soddisfare i requisiti legali, il conducente deve mantenere un monitoraggio costante del sistema e dell’ambiente circostante, tenendo almeno una mano sul volante. Se i sensori del veicolo non lo hanno e si lasciano andare per alcuni secondi, riceveranno avvisi acustici e visivi e si può dare una scossa di frenata. Se il conducente continua a non rispondere, il sistema di assistenza di emergenza può arrestare completamente la Leon. Un’altra nuova aggiunta alla nuovissima suite di sicurezza Leon è l’allarme di uscita. Quando è fermo e apre una porta, il veicolo emetterà un avviso acustico e visivo se il traffico è in arrivo: possono essere altri veicoli se sul ciglio della strada, oppure ciclisti o pedoni se sul lato del marciapiede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.