Liguria

Contributi per investire nell’area di crisi industriale di Savona

AREA DI CRISI INDUSTRIALE COMPLESSA DI SAVONA: invitalia, nell’ambito del Progetto di Riconversione e Riqualificazione Industriale dell’area di crisi industriale complessa di Savona, promuove una call per rilevare i fabbisogni di investimento delle imprese.
LA CALL: ha finalità meramente conoscitive e non dà luogo a titoli di preferenza o diritti.
LE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE: devono riguardare iniziative imprenditoriali, da localizzare nei Comuni dell’area di crisi, per realizzare progetti di sviluppo imprenditoriale con relativi programmi occupazionali nell’ambito della produzione di beni e servizi, della tutela ambientale, dell’innovazione, della ricerca industriale e sviluppo sperimentale.
PROGRAMMI AMMESSI: programmi di investimento per la produzione di beni e servizi (creazione di impresa, creazione di nuova unità da parte di impresa esistente, ampliamento/diversificazione di unità esistente); programmi di investimento per la tutela ambientale; progetti di innovazione dei processi e della organizzazione; progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.
PRESENTAZIONE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE: Gli interessati hanno un mese di tempo per presentare le manifestazioni di interesse: dalle 10.00 del 26 settembre 2017 alle 12.00 del 26 ottobre 2017.

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE AD INVESTIRE NELL’AREA DI CRISI INDUSTRIALE COMPLESSA DI SAVONA


Nell’ambito dell’elaborazione del “Progetto di riconversione e riqualificazione industriale dell’area di crisi Industriale complessa di Savona” (“PRRI Savona”), il Ministero dello Sviluppo Economico (“MiSE”), la Regione Liguria e l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A. (“Invitalia”), al fine di definire i fabbisogni di sviluppo dell’area e, quindi, la gamma dei relativi strumenti agevolativi da attivare, intendono promuovere una call di manifestazioni di interesse ad investire di imprese italiane oestere.

  • Invitalia è il soggetto incaricato ‐ ai sensi del D.L. 83/2012, convertito in L. 134/2012 ‐ della definizione e attuazione dei progetti di riconversione e riqualificazione industriale delle aree di crisi industriale complessa.

AREA DI CRISI INDUSTRIALE COMPLESSA DI SAVONA


L’area di crisi industriale complessa di Savona ricomprende il territorio dei Comuni liguri del Sistema Locale del Lavoro di Cairo Montenotte e i Comuni di Vado Ligure, Quiliano e Villanova d’Albenga.


ELENCO DEI COMUNI

Comuni:


  • Altare
  • Bardineto
  • Bormida
  • Cairo Montenotte
  • Calizzano
  • Carcare
  • Cengio
  • Cosseria
  • Dego
  • Giusvalla
  • Mallare
  • Millesimo
  • Murialdo
  • Osiglia
  • Pallare
  • Piana Crixia
  • Plodio
  • Roccavignale
  • Vado Ligure
  • Quiliano
  • Villanova d’Albenga

L’AREA È SERVITA DAI SEGUENTI PRINCIPALI COLLEGAMENTI:

  • Rete stradale:
    da Sud Asse Adriatico (Autostrade A14, A1, A21) e Asse Tirrenico (Autostrade A3, A1, A12). Da Nord Autostrade A6, A7, A26. Da Est Autostrada A4, A21. Da Ovest Autostrada A10.
  • Rete ferroviaria:
    linee da Roma, Milano, Torino, Venezia, Genova, Ventimiglia e linea Savona‐ Alessandria‐Milano.
  • Aeroporti civili: Genova ‐ Sestri (GE) a circa 50 km; Nizza‐Costa Azzurra (Francia) a circa 150 km; Torino Caselle (TO) a circa 160 km; Milano Malpensa (VA) a circa 220 km. Villanova d’Albenga‐ Clemente Panero (SV) a circa 45 km per voli privati;
  • Sistema portuale Savonese (Porto di Savona e Porto di Vado Ligure):
    le attività portuali coprono tutti i settori del trasporto marittimo, merci e passeggeri; inoltre è dotato di impianti
    per l’import di carbone, di un terminal traghetto per il trasporto merci, di una piattaforma logistica per merci deperibili e secche; dispone di una efficiente rete di trasporto stradale e ferroviario di collegamento verso il nord Italia, Svizzera, Brennero, Germania e sud della Francia.

MANIFESTAZIONI DI INTERESSE

Le manifestazioni di interesse devono riguardare iniziative imprenditoriali, da localizzare nell’area di crisi industriale complessa, finalizzate alla realizzazione di programmi di investimento e connessi programmi occupazionali.

  • Le manifestazioni di interesse devono risultare coerenti con gli obiettivi del PRRI che è finalizzato al rilancio delle attività economiche, al sostegno dei programmi di investimento e sviluppo imprenditoriale, alla salvaguardia dei livelli occupazionali tramite l’attivazione di strumentazione agevolativa nazionale e regionale orientata.

PROGRAMMI AMMESSI

  • programmi di investimento per la produzione di beni e servizi (creazione di impresa, creazione di nuova unità da parte di impresa esistente, ampliamento/diversificazione di unità esistente);
  • programmi di investimento per la tutela ambientale;
  • progetti di innovazione dei processi e della organizzazione;
  • progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.

MECCANISMI DI PREMIALITÀ

Nell’attuazione del PRRI sono previsti meccanismi di premialità a favore dei beneficiari delle agevolazioni che prevedono di occupare lavoratori afferenti ad uno specifico bacino di riferimento.

  • Invitalia si riserva sin d’ora, in una eventuale successiva fase di interlocuzione, di organizzare, anche su indicazione del MiSE e della Regione Liguria, con le imprese che avranno manifestato interesse, incontri di approfondimento e/o di chiedere alle stesse ulteriori chiarimenti in merito alle informazioni pervenute.
  • La presentazione della manifestazione di interesse non comporta alcun obbligo nei confronti del MiSE, della Regione Liguria, e/o di Invitalia.

PRESENTAZIONE MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

Le manifestazioni di interesse devono pervenire entro le ore 12:00 del 26 ottobre 2017.

Leggi anche...
Contributi per investire nell’area di crisi industriale di Savona ultima modifica: 2017-10-11T11:39:45+00:00 da Deborah