Nuovo bando Voucher Digitali Impresa 4.0 per le imprese della provincia di Alessandria

Aiuti per informazione e promozione dei prodotti agricoli e alimentari di qualità in Piemonte La Camera di Commercio di Alessandria per favorire l’innovazione e la digitalizzazione delle imprese della Provincia di Alessandria ha approvato il nuovo Bando Voucher Digitale – 2018.
FINALITA’: il bando prevede la possibilità di presentare domanda all’interno di un progetto coordinato da soggetti qualificati insieme ad altre imprese (da 3 a 7) chiamata MISURA A, oppure (in alternativa) come nella precedente edizione presentare un progetto proprio (in questo caso si parla di MISURA B).
BENEFICIARI: le imprese aventi sede legale e/o unità locali, almeno al momento della liquidazione, nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Alessandria e in regola con il pagamento del diritto annuale.
CONTRIBUTO: le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher. L’importo dei voucher sarà pari al 50% dei costi ammissibili (minimo euro 2.000) relativamente alle spese sostenute per servizi di formazione e consulenza, entro i seguenti limiti:
PER LA MISURA A: di euro 5.000,00, oltre la premialità di cui al successivo art. 13 del presente Bando, relativo al rating di legalità;
PER LA MISURA B: di euro 7.000,00, oltre la premialità di cui al successivo art. 13 del presente Bando.
TEMPISTICA DELLE SPESE: le spese devono essere sostenute dal 1° Marzo 2018 al 30 Aprile 2019.
IMPORTO DEI PROGETTI: minimo € 2.000,00 per entrambe le Misure di intervento. Non è previsto, invece, un tetto massimo di investimento.
DOMANDE: dal 10 agosto al 19 ottobre 2018.

CIAAA ALESSANDRIA: BANDO VOUCHER DIGITALI IMPRESA 4.0.

La Camera di Commercio di Alessandria ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici attraverso:

  • la diffusione della “cultura digitale” tra le imprese della circoscrizione territoriale camerale;
  • l’innalzamento della consapevolezza delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e sui loro benefici;
  • il sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione in ottica Impresa 4.01 implementate dalle aziende del territorio in parallelo con i servizi offerti dai costituendi PID.

MISURE

Con il bando voucher digitali I4.0 sono proposte due misure che rispondono ad altrettanti obiettivi specifici tra loro complementari:

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra le imprese e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti in grado di mettere in luce i vantaggi ottenibili attraverso il nuovo paradigma tecnologico e produttivo;
  • promuovere l’utilizzo, da parte delle imprese della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0.

Per entrambe le misure lo scopo a lungo termine è anche quello di stimolare la domanda da parte delle imprese del territorio della Camera di Commercio, di servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I4.0.

AMBITI DI INTERVENTO

Con il presente Bando, si intendono finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (voucher) le seguenti misure di innovazione tecnologica I4.0:

  • MISURA A
    Progetti indirizzati all’introduzione delle tecnologie i cui obiettivi e modalità realizzative siano condivisi da più imprese;
  • MISURA B
    Domande di contributo relative a servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione delle tecnologie presentate da singole imprese;

AMBITI TECNOLOGICI DI INNOVAZIONE DIGITALE

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale I4.0 ricompresi nel presente Bando sono:

ELENCO 1:
utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i. inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

  • soluzioni per la manifattura avanzata;
  • manifattura additive;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa del e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • Industrial Internet e IoT;
  • Cloud;
  • cybersicurezza e business continuity;
  • Big data e analytics;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”);
  • software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali – ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc).

ELENCO 2:

utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1, limitatamente ai servizi di consulenza:

  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fatturazione elettronica;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi.

CONTRIBUTO

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher.

L’importo dei voucher sarà pari al 50% dei costi ammissibili (minimo euro 2.000) relativamente alle spese sostenute per servizi di formazione e consulenza, entro i seguenti limiti:

  • PER LA MISURA A:
    di euro 5.000,00, oltre la premialità di cui al successivo art. 13 del presente Bando, relativo al rating di legalità;
  • PER LA MISURA B:
    di euro 7.000,00, oltre la premialità di cui al successivo art. 13 del presente Bando.

BENEFICIARI

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese aventi sede legale e/o unità locali, almeno al momento della liquidazione, nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Alessandria e in regola con il pagamento del diritto annuale.

REQUISITI

  • Le imprese beneficiarie devono essere attive, in regola con l’iscrizione al Registro delle imprese ed in regola con il pagamento del diritto annuale.
  • Le imprese beneficiarie non devono trovarsi in stato di difficoltà, ai sensi dell’art. 2 punto 18 del Regolamento 651/2014/UE della Commissione europea.
  • Le imprese beneficiarie devono avere assolto gli obblighi contributivi, previdenziali ed assistenziali (DURC regolare).
  • Ai sensi dell’art. 4 comma 6, del D.L. 95 del 6 luglio 2012, convertito nella L. 7 agosto 2012, n. 135, le agevolazioni non potranno essere concesse ai soggetti che al momento della liquidazione del voucher abbiano in corso prestazioni di servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di Commercio di Alessandria.
  • In relazione al requisito di cui al punto 1, nel caso delle imprese che non abbiano sede e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera al momento della domanda è sufficiente una dichiarazione, sottoscritta dal Legale rappresentante, nella quale esse si impegnano ad ottenere tale condizione prima della liquidazione del voucher.

SOGGETTI DESTINATARI DEI VOUCHER

PER LA MISURA A

I voucher sono unitari e concessi direttamente alla singola impresa, la quale deve tuttavia partecipare ad un progetto aggregato proposto da un unico proponente che indichi in domanda l’elenco delle imprese che saranno coinvolte, oltre a descrivere il progetto e definire il valore unitario del voucher.

PER LA MISURA B

Il destinatario del voucher è la singola impresa che ha presentato domanda di agevolazione.

Ogni impresa può presentare una sola richiesta di voucher alternativa tra le misure A e B:
se si presenta una domanda per la misura A non può essere presentata un’ulteriore domanda per la B e viceversa.

  • In caso di più domande sarà tenuta in considerazione solo la prima presentata in ordine cronologico.
  • Le imprese che siano in rapporto di collegamento, controllo e/o con assetti proprietari sostanzialmente coincidenti possono essere ammesse a finanziamento solo per una domanda per misura.
  • In caso di presentazione di più domande, è presa in considerazione e ammessa alla valutazione di merito soltanto la prima domanda presentata in ordine cronologico e le altre domande saranno considerate irricevibili.
  • Non sono ammissibili ai contributi del presente Bando tutti gli interventi già ammessi alla concessione sulla precedente edizione del Bando Voucher digitali I4.0 – Anno 2017.

SPESE AMMISSIBILI

PER LA MISURA A

Sono ammissibili spese per servizi di consulenza relativi ad una o più tecnologie.

In aggiunta al servizio di consulenza è possibile prevedere anche un’attività di formazione specialistica, erogata direttamente dal fornitore principale dei servizi o tramite soggetto individuato dal fornitore principale stesso.

  • Le spese per formazione sono ammissibili esclusivamente se essa riguarda una o più tecnologie tra quelle previste.
  • Pertanto non saranno ammesse domande per sole di spese di formazione.

PER LA MISURA B

Sono ammissibili le spese per servizi di consulenza erogati dai fornitori descritti nella “Scheda Misura B”, relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste e le spese per formazione esclusivamente se essa riguarda una o più tecnologie tra quelle previste.

  • Sono ammissibili solo i costi relativi alla fornitura dei servizi di consulenza o formazione previsti dal Bando, con esclusione delle spese di trasporto, vitto e alloggio, comunicazione e generali sostenute dalle imprese beneficiarie dei voucher.

I servizi di consulenza o formazione non potranno in nessun caso ricomprendere le seguenti attività:

  • assistenza per acquisizione certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.);
  • in generale, supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge o di consulenza/assistenza relativa, in modo preponderante, a tematiche di tipo fiscale, finanziario o giuridico;
  • formazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente.

In fase di presentazione della domanda deve essere specificato il riferimento a quali ambiti tecnologici si riferisce l’intervento ed il preventivo di spesa riportante la ragione sociale e partita IVA dei fornitori.

TEMPISTICA DELLE SPESE

Tutte le spese devono essere sostenute a partire dal 1° Marzo 2018 e fino 30 Aprile 2019.

IMPORTO DEI PROGETTI

  • Per essere ammessi al contributo i progetti devono superare un importo minimo di euro 2.000,00 per entrambe le Misure di intervento.
  • Non è previsto, invece, un tetto massimo di investimento, che viene lasciato alle stime della singola impresa.

EROGAZIONE

Il contributo è erogato al raggiungimento dell’investimento minimo previsto di euro 2.000,00.

  • Sulla base delle spese effettivamente sostenute, le imprese assegnatarie dei contributi, devono dimostrare il pagamento delle stesse presentando le fatture quietanziate.
  • Nel caso in cui non si possa provare il pagamento con le fatture, possono essere presentati documenti contabili aventi forza probatoria equivalente.
  • Fatto salvo l’investimento minimo previsto dal bando, si dovrà comunque aver sostenuto almeno il 70% di quanto evidenziato in preventivo per poter essere ammesse alla liquidazione.
  • Per le imprese che abbiano già effettuato le spese alla data di emanazione del bando, e comunque a partire dal 1° Marzo 2018, rimane il solo limite di 2.000 euro quale investimento minimo.

DOMANDE

Le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica dalle ore 8:00 del 10 agosto alle ore 21:00 del 19 ottobre 2018.

APPROFONDIMENTO

SCARICA I DOCUMENTI

Nuovo bando Voucher Digitali Impresa 4.0 per le imprese della provincia di Alessandria ultima modifica: 2018-09-02T12:59:57+00:00 da Carlo D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.