Le casette di Eni gas e luce arrivano a illuminare il MUSE – Museo delle Scienze di Trento

ENIDall’ortobotanico di Milano al Fuorisalone 2018, passando per Videocittà a Roma: queste le tappe del viaggio che ha portato Eni a realizzare presso il MUSE l’installazione Circular Evolutions, inaugurata il 14 dicembre 2019 e visitabile fino a marzo 2020.

Sono 405 le casette che formano l’installazione diffusa Circular Evolutions, realizzata da Eni insieme a Eni gas e luce. Ideata dallo studio internazionale di architettura Mario Cucinella Architects, in collaborazione con SOS – School of Sustainability, l’opera è ottenuta attraverso il recupero e il rilancio delle casette utilizzate in occasione del FuoriSalone 2018.

Al centro del progetto la casa, spiegano gli ideatori, con ogni casetta intesa come un laboratorio continuo di scelte capaci di aumentare la consapevolezza energetica e la crescita delle persone. Ha dichiarato Eni in una nota:

La sfida ai cambiamenti climatici richiede oggi la messa in campo delle migliori energie di tutti noi che siamo chiamati ad agire per la salvaguardia del Pianeta. Ridurre le emissioni di CO2 e salvaguardare il nostro ecosistema è ancora possibile, ma è fondamentale definire una nuova cultura di consumo e una nuova consapevolezza nelle scelte quotidiane di ciascuno.

La collaborazione con Eni – Circular Partner rientra nella strategia del MUSE di comunicare conoscenza e consapevolezza, un binomio fondamentale per guardare ad un futuro più sostenibile.
Tutti siamo chiamati a cambiare il modo di vivere e guardare le cose, perché insieme abbiamo un’altra energia.

Le casette di Eni gas e luce arrivano a illuminare il MUSE – Museo delle Scienze di Trento ultima modifica: 2019-12-17T16:35:47+01:00 da Carlo D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.