Lo sblocco della trattativa tra Movimento 5 stelle e Lega Nord è ad un passo

ChibeneficiadeisoldiversatidaiparlamentaridelMSalFondodigaranziaperlePmi?Il nodo principale resta il nome del premier mentre per i due leader si prefigurano incarichi in ministeri di peso: Salvini all’Interno e Di Maio agli Esteri, si dice nei palazzi del potere romano, che mettono in pole position come successore di Gentiloni due nomi. Uno più vicino ai M5S, ossia Enrico Giovannini, già presidente Istat e ministro del Lavoro con Enrico Letta, tra 2013 e 2014; l’altro più gradito al Carroccio, l’avvocata Giulia Bongiorno, già difensore di Andreotti nei processi per mafia, esponente prima del Pdl e poi finiana, ora senatrice leghista eletta in Sicilia e membro del cda…della Juventus.

Altra opzione: una staffetta tra Di Maio e Salvini, che ieri, mercoledì, era in tribuna alla finale di Coppa Italia di calcio, indossando una giacca della marca Pivert, costola commerciale di CasaPound e di proprietà, ufficialmente, di Francesco Polacchi, già responsabile nazionale di Blocco Studentesco (la branca giovanile di CasaPound).

Dopo l’incontro Salvini – Di Maio, in una nota congiunta, M5S e Lega dicono: “Sulla composizione dell’esecutivo e del premier sono stati fatti significativi passi con l’obiettivo di definire tutto in tempi brevi per dare presto una risposta e un governo politico al Paese. Oggi pomeriggio si terrà la prima riunione con i responsabili tecnici dei diversi settori del MoVimento 5 stelle e della Lega”.

Leggi anche...