fiatOltre al lancio della nuova Fiat 500 mild hybrid, le cui prime informazioni sono apparse online nelle ultime ore e il cui lancio è previsto nel corso del primo trimestre del prossimo anno, c’è grandissima attesa per il debutto della nuova Fiat 500 Elettrica, la variante a zero emissioni della city car del marchio italiano che sarà prodotta nello stabilimento di Mirafiori.

Come confermato da diverse fonti in questi ultimi giorni, il debutto ufficiale della Fiat 500 Elettrica è atteso per il prossimo 3 marzo 2020, in occasione dell’apertura del Salone dell’auto di Ginevra, l’evento fieristico di riferimento per il mondo delle quattro ruote europeo. L’avvio effettivo della produzione della 500 Elettrica è atteso per i mesi successivi.

Il lancio commerciale dovrebbe essere fissato per il mese di luglio 2020. Da notare, in ogni caso, che la proroga dei contratti di solidarietà a Mirafiori, estesi sino alla fine del 2020, ha creato diversi dubbi in questi giorni in merito all’avvio effettivo della produzione dell’elettrica di Fiat, un modello destinato a diventare un punto di riferimento per lo stabilimento piemontese.

Aumentano le dimensioni ed arrivano due porte posteriori

Secondo quanto riporta il nuovo numero del magazine AlVolante, la nuova Fiat 500 Elettrica sarà leggermente più grande rispetto all’attuale Fiat 500 registrando una crescita di alcuni centimetri in lunghezza. A differenza dei tanti render apparsi online in queste ultime settimane, inoltre, il design della 500 Elettrica riprenderà quasi integralmente il modello attuale con piccole modifiche nella parte bassa del frontale.

Da notare, inoltre, che che la nuova 500 potrà contare sull’introduzione di due piccole porte posteriori ad apertura “contro vento”, già apparse in alcuni render delle ultime settimane, che serviranno ad aumentare il livello di praticità della vettura. Le porte saranno ben “nascoste” nella carrozzeria andando ad alterare solo in misura minima il design complessivo della vettura che, quindi, conserverà il suo look tradizionale.

All’interno dell’abitacolo, invece, si registreranno tante novità con un netto passo in avanti per quanto riguarda il livello tecnologico a cui si accompagnerà un restyling generale della plancia e le immancabili opzioni di personalizzazione che permetteranno alla clientela di modificare diversi elementi estetici della vettura.

Autonomia

Uno degli elementi centrali della futura Fiat 500 Elettrica sarà l’autonomia, un fattore importantissimo per poter giudicare l’effettiva convenienza di un’auto a zero emissioni. Fiat dovrebbe seguire le linee guida presentate lo scorso marzo in occasione del debutto della Fiat Centoventi Concept, prototipo che verrà realizzato anche in una versione di serie basata sulla stessa piattaforma della 500 Elettrica.

Le batterie della nuova Fiat 500 Elettrica potranno essere installate nel pavimento della vettura e saranno modulabili. La casa italiana metterà a disposizione dei suoi clienti varie opzioni per le batterie della nuova elettrica che, quindi, potrà essere ordinata con diversi livelli di autonomia, a seconda delle effettive esigenze della clientela.

Da notare, inoltre, che le batterie della Fiat 500 Elettrica potranno essere noleggiate, con un canone mensile da corrispondere per poter contare su maggiore autonomia, anche per periodi di tempo limitati oppure acquistate. I clienti che sceglieranno l’elettrica di casa Fiat potranno, quindi, potenziare l’autonomia della vettura anche in una fase successiva all’acquisto.

Di fatto, la casa italiana darà la possibilità di modulare l’autonomia della 500 Elettrica in base alle reali necessità del cliente. Ad esempio, per chi prevede di utilizzare l’elettrica solo in città potrebbe andar bene l’opzione base con autonomia ridotta. Tale opzione potrà, in ogni caso, essere al centro di un upgrade (anche con noleggio delle batterie invece che con l’acquisto) per aumentare l’autonomia nel caso in cui ve ne fosse la necessità.

E’ importante sottolineare che, almeno per il momento, non ci sono dettagli precisi in merito ai dati tecnici delle batterie e, quindi, all’autonomia della Fiat 500 Elettrica. Le dirette concorrenti della nuova city car a zero emissioni di casa Fiat hanno scelto soluzioni di vario tipo e la scelta di Fiat in merito ad autonomia e prezzo sarà essenziale per il successo del progetto.

Ricordiamo, ad esempio, che le nuove Smart elettriche partono da circa 140 chilometri di autonomia e da oltre 25 mila Euro di listino mentre la Mini Cooper SE, la nuova versione elettrica della Mini, ha 270 chilometri di autonomia ed un prezzo di 33,900 Euro. La nuova Honda e, city car di dimensioni contenute e dal look retrò, partirà da 35.900 Euro proponendo un’autonomia di circa 220 chilometri.

Prezzo

Il prezzo sarà un punto centrale del progetto della Fiat 500 Elettrica. Le ultime indiscrezioni confermano che il listino della vettura dovrebbe partire da circa 30.000 Euro. Al momento, non è chiaro se questo pezzo si riferisce alla versione con batteria a noleggio o meno. Di certo, la versione della 500 Elettrica che arriverà con un listino di 30 mila Euro garantirà un’autonomia ridotta, probabilmente inferiore ai 200 chilometri.

Ricordiamo, infine, che FCA prevede di realizzare circa 80 mila unità all’anno di Fiat 500 Elettrica. Tutti gli esemplari della nuova city car a zero emissioni del marchio Fiat saranno prodotte nello stabilimento di Mirafiori per poi essere esportate nel resto d’Europa, in Nord America ed in altri mercati internazionali.

La nuova versione elettrica della 500 rappresenta, senza alcun dubbio, uno dei progetti più importanti ed ambiziosi del nuovo “Piano Italia” di FCA, il piano industriale per gli stabilimenti italiani del gruppo che inizierà a mettere in mostra i primi frutti degli investimenti già avviati nel corso del primo semestre del 2020. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulla nuova 500 Elettrica.

Commenta l'articolo