Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità in Umbria

Regione Umbria a sostegno delle imprese della regione FINALITA’: Lo strumento ha come obiettivo quello di favorire l’accesso al credito agevolato, al fine di sostenere l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani tra i 18-29 anni, non impegnati in un’attività lavorativa, né inseriti in un corso scolastico o formativo (NEET),  che hanno aderito al Programma Garanzia Giovani e concluso il percorso di accompagnamento di cui alla Misura 7.1, attraverso la concessione di finanziamenti agevolati a tasso zero non supportati da garanzie personali e patrimoniali.
AGEVOLAZIONE :finanziamento agevolato, pari al 100% del programma di spesa rimborsabile in 7 anni con rate trimestrali posticipate, senza interessi e non assistito da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma, per progetti che prevedono spese ammissibili comprese tra 5.000 – 25.000 euro.
BENEFICIARI: i giovani NEET che, alla data di presentazione della domanda devono: a) avere compiuto il 18esimo anno di età; b) non frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari) o di formazione; c) non essere inseriti in tirocini curriculari e/o extracurriculari; d) essere disoccupati ai sensi dell’art.19, comma 1 e successivi del decreto legislativo 150/2015 del 14 settembre 2015; e) avere residenza nel territorio regionale; f) avere aderito al Programma Garanzia Giovani e concluso il percorso di accompagnamento di cui alla Misura 7.1 del PON IOG.
DOMANDA: scadenza 15 maggio 2018.

SOSTEGNO ALL’AUTOIMPIEGO E ALL’AUTOIMPRENDITORIALITÀ

  • MISURA 7.2 – FONDO PER IL MICROCREDITO
  • EROGAZIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER ASPIRANTI GIOVANI IMPRENDITORI.

FINALITA’

Lo strumento ha come obiettivo quello di favorire l’accesso al credito agevolato, al fine di sostenere l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani tra i 18-29 anni, non impegnati in un’attività lavorativa, né inseriti in un corso scolastico o formativo (NEET),  che hanno aderito al Programma Garanzia Giovani e concluso il percorso di accompagnamento di cui alla Misura 7.1, attraverso la concessione di finanziamenti agevolati a tasso zero non supportati da garanzie personali e patrimoniali.

ASSE 1 – “OCCUPAZIONE GIOVANI NEET

  • In particolare, l’Asse 1 – “Occupazione giovani NEET” ha come priorità “l’integrazione sostenibile nel mercato del lavoro dei giovani (YEI), in particolare di quelli non occupati, non inseriti in percorsi di istruzione o di formazione (NEET – not in employment, not in education, not in training), anche attraverso l’attuazione della Garanzia per i giovani”. Tra le azioni attuative della Misura 7 “Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità” è prevista la Misura 7.2 “Supporto per l’accesso al credito agevolato” finalizzata a sostenere l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali.

DOTAZIONE FINANZIARIA

La dotazione finanziaria della Misura 7.2 “Supporto per l’accesso al credito agevolato”, come determinato nel piano esecutivo regionale di cui alla D.G.R. n. 514/2014 adeguata, integrata e rimodulata rispettivamente con DD.G.R. n. 1462/2014 e n. 96/2016, ammonta ad Euro 1.000.000,00 (un milione) di cui “Fondo per il Microcredito” € 909.090,00.

AGEVOLAZIONE

Le agevolazioni sono concesse in forma di un finanziamento agevolato, pari al 100% del programma di spesa rimborsabile in 7 anni con rate trimestrali posticipate, senza interessi e non assistito da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma, per progetti che prevedono spese ammissibili comprese tra 5.000 – 25.000 euro, al netto dell’IVA.

BENEFICIARI

Possono presentare domanda di ammissione al presente avviso Giovani NEET che, alla data di presentazione della domanda devono:

  • a) avere compiuto il 18esimo anno di età;
  • b) non frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari) o di formazione;
  • c) non essere inseriti in tirocini curriculari e/o extracurriculari;
  • d) essere disoccupati ai sensi dell’art.19, comma 1 e successivi del decreto legislativo 150/2015 del 14 settembre 2015;
  • e) avere residenza nel territorio regionale;
  • f) avere aderito al Programma Garanzia Giovani e concluso il percorso di accompagnamento di cui alla Misura 7.1 del PON IOG

INIZIATIVE AMMISSIBILI

Le domande possono essere presentate dai soggetti di cui all’art. 3 in forma di:

  • imprese individuali,
  • società di persone,
  • società cooperative con un numero di soci non superiore a nove,
  • associazioni professionali,
  • società tra professionisti
  • e lavoro autonomo.

Le tipologie di cui sopra possono essere già costituite, fino ad un massimo di 12 mesi, ma inattive,

ovvero

non costituite, a condizione che tutte siano attive entro il 15 giugno 2018.

  • Le forme societarie/associative sopra elencate devono essere costituite da persone fisiche.
  • Non sono ammesse le iniziative che prevedono il rilevamento di azienda già esistente né il rilevamento di ramo d’azienda”.

LE INIZIATIVE IN FORMA SOCIETARIA/ASSOCIATIVE:

  • per le società di persone il rappresentante legale deve detenere la maggioranza delle quote societarie (51%) e possedere i requisiti di cui all’art. 3;
  • per le società cooperative i soci rappresentanti la maggioranza assoluta numerica e di quote di partecipazione della cooperativa, nonché il Presidente della stessa, devono possedere i requisiti di cui all’art. 3;
  • per le associazioni professionali e per le società tra professionisti tutti i componenti devono possedere i requisiti di cui all’art. 3.

SETTORI AMMISSIBILI

Sono ammissibili le iniziative riferibili a tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising quali ad esempio:

  • turismo (alloggio, ristorazione, servizi) e servizi culturali e ricreativi;
  • servizi alla persona;
  • servizi per l’ambiente;
  • servizi ICT (servizi multimediali, informazione e comunicazione);
  • risparmio energetico ed energie rinnovabili;
  • servizi alle imprese;
  • manifatturiere ed artigiane;
  • imprese operanti nel settore della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, ad eccezione dei casi di cui all’art. 1.1, lett. c), punti i) e ii) del Reg. UE n. 1407/2013;
  • commercio al dettaglio e all’ingrosso.

SETTORI ESCLUSI

Sono esclusi i settori della pesca e dell’acquacultura, della produzione primaria in agricoltura, nonché, in generale, le attività che si riferiscono a settori esclusi dall’articolo 1 del Regolamento (UE) n. 1407/2013.

Nel caso di soggetti già costituiti in una delle tipologie di cui al presente articolo gli stessi devono possedere i seguenti requisiti:

  • sia i soggetti già costituiti che i loro titolari/rappresentanti le gali nondevono avere obblighi di pagamento insoluti nei confronti della PA;
  • i soggetti già costituiti devono essere in regola co n l’applicazione dellanormativa in tema di lavoro, sicurezza e previdenza.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili a finanziamento le spese sostenute dalla data di costituzione dell’impresa o di attribuzione della partita IVA e fino a 12 mesi successivi alla data di erogazione del finanziamento.

Le spese di investimento, regolarmente documentate, possono riferirsi alle seguenti voci:

  • a) acquisto di macchinari, attrezzature, impianti specifici e arredi funzionali;
  • b) acquisto di mezzo di trasporto, limitatamente ai casi in cui risulti funzionale e strumentale allo svolgimento dell’attività;
  • c) acquisto hardware e software funzionali all’attività di impresa, nonché la progettazione di sito web per e-commerce;
  • d) realizzazione di piccole opere murarie e ristrutturazione nei limiti massimi del 10% della spesa complessiva ritenuta ammissibile;
  • e) spese di start-up nel limite del 50% della spesa complessiva ritenuta ammissibile relativamente a:

– spese di locazione di immobili derivanti da contratti registrati;

– materie prime, materiale di consumo, semilavorati e prodotti finiti inerenti il processo produttivo;

– utenze: energia, acqua, riscaldamento, telefoniche e connettività corrisposte direttamente dai gestori sulla base di contratti intestati all’impresa beneficiaria;

– spese di pubblicità;

– spese di costituzione di società ovvero associazione professionale.

  • Le attrezzature, i macchinari e i beni strumentali devono essere nuovi di fabbrica.
  • E’ possibile ammettere alle agevolazioni anche i beni usati purché forniti da rivenditori autorizzati (usato garantito), corredati da idonee dichiarazioni che gli stessi beni non siano stati oggetto di precedenti agevolazioni pubbliche e che offrano idonee e comprovate garanzie di funzionalità.

DOMANDA

La domanda puo’ essere presentata dal giorno successivo alla pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria del presente Avviso fino al termine ultimo fissato per il 15 maggio 2018.

Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità in Umbria ultima modifica: 2018-04-27T11:18:09+00:00 da Deborah