Magni e coppi

Al Museo del Ciclismo il 17 e il 20 dicembre due eventi in presenza e social dedicati a Coppi e Magni.

Non basterebbero duecento anni per celebrare i centenari di due grandi uomini e campioni come Fausto Coppi e Fiorenzo Magni. Il Museo del Ghisallo con la sua Fondazione ha deciso di proporre un omaggio al Campionissimo e al Leone delle Fiandre, celebrandoli nuovamente fra immagini e musiche originali di Rossella Spinosa, create appositamente nell’ambito del progetto di valorizzazione del suo Archivio Digitale grazie al Pic – Piano Integrato della Cultura, programma biennale del distretto culturale del lago di Como finanziato da Regione Lombardia e coordinato e sostenuto dalla Camera di Commercio di Como-Lecco.

Un progetto che aiuta il turismo

Questa esperienza ha dato vita a una serie di appuntamenti dedicati alla riscoperta di un patrimonio filmico speciale, ovvero non sonoro, musicato dal vivo, con musiche originali, e alla valorizzazione e fruizione di documentari e materiali dell’Archivio Digitale del Museo del Ghisallo e di Acdb Museo, in grado di narrare la storia del ciclismo. Il progetto vuole rappresentare un’innovativa spinta al turismo, mediante una riscoperta del territorio, proponendo sequenze di immagini che esaltano la bellezza dei luoghi del ciclismo, modificati nel  tempo, dove il filo conduttore è sempre la grande bellezza dello sport e del gesto sportivo.

Una meta da raggiungere

Il progetto Pic incrocia il progetto dell’Archivio Digitale che sta sempre di più coinvolgendo i Musei del Ghisallo e AcdB e sta percorrendo una lunga e intensa corsa a tappe: la meta è “in corsa” ed è la conservazione dei ricordi e la continua proposta e condivisione emotiva che allena la passione ciclistica. «Diciamo la verità, non vogliamo che finiscano mai i festeggiamenti per campioni come Magni e Coppi – dice Carola Gentilini direttrice del Museo del Ghisallo, interpretando la volontà della Fondazione presieduta da Antonio Molteni -. Così questo progetto di celebrazioni diffuse diventa un nuovo grande doppio appuntamento, anche social, per chiudere i due centenari anche se, di fatto, non si chiuderanno mai… proprio come il Museo del Ghisallo».

I tributi

Il primo appuntamento digital e in presenza al Museo del Ghisallo (solo su prenotazione) è venerdì 17 dicembre alle 11, ed è il tributo «Il mito di Fausto Coppi», realizzato live dal maestro Rossella Spinosa e trasmesso in diretta Facebook sulla pagina del Museo del Ghisallo. Il secondo appuntamento, lunedì 20 dicembre, alle 11, è il tributo a «Fiorenzo Magni. Il Magnifico», nella stessa modalità del primo.

«Abbiamo pensato a questi due eventi compresi dal progetto Pic – spiega sempre Carola Gentilini – per testimoniare ancora una volta che l’arte e la valorizzazione della storia non si interrompono mai e ci aiutano a tenere teso un filo anche digitale con gli appassionati che anno dopo anno ci seguono anche quando il Museo è chiuso per la stagione invernale. Tutto questo fa parte della nuova realtà digitale museale che sfocia nel progetto dell’Archivio ed è una delle nostre priorità”.

Gli eventi sono fruibili gratuitamente sui social e in presenza solo su prenotazione con posti limitati. Mail per prenotare: info@museodelghisallo.it (obbligatorio il Super Green Pass)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.