Civg 2019: super Gigi Galli: campione d’Italia sul ghiaccio

Gigi Galli campione d'italiaGigi Galli sopra tutti. Il pilota livignasco valica le Alpi
e ottiene una vittoria assoluta (la terza consecutiva)
che gli permette di scavalcare il valsesiano Ivan
Carmellino nella classifica di The Ice Challenge
conquistando così il titolo della Serie Bianca che gli vale
il titolo italiano Velocità su Ghiaccio.

La gara
finale,
disputata
sulla pista
della località
sciistica
delle
HautesAlpes, ha
visto 36
concorrenti
al via, che hanno esaltato il pubblico presente. Gigi
Galli è stato il mattatore incontrastato delle tre manche,
nelle quali ha ottenuto il miglior tempo in ogni sessione
cronometrata, prevalendo alla fine della giornata su
Graziano Boetto, che ha condiviso con il pilota di Livigno
la spettacolare Kia Rio.
Boetto è stato piuttosto costante nelle sue prestazioni,
con un colpo di reni determinante nella seconda manche
nella quale è stato preceduto unicamente dal compagno
di vettura. La terza piazza va ad Alessandro
Pettenuzzo, velocissimo nelle prime due manche con la
sua Mitsubishi Lancer, badando a salvaguardare il
risultato nella terza manche, quando l’alta temperatura
di oltre mezzogiorno ha compromesso il fondo della
pista soleggiata

Subito fuori dal podio il sudtirolese Rudi Bicciato, che
oltre a dimostrare il suo valore in pista, è stato
bravissimo a ripristinare in modo perfetto la sua Lancia
Delta HF seriamente danneggiata nel capottone
domenica scorsa a Pragelato. Quinta piazza per Ivan
Carmellino, secondo assoluto dopo la prima manche,
ma in crisi con il cambio della sua Punto Proto nelle due
manche successive. A seguire Alessio Bormolini, oggi il
più veloce dei due fratelli valtellinesi, che non sono
riusciti ad esprimersi al massimo con la loro Škoda
Fabia R5 sul fondo morbido e innevato della pista
francese.
Quindi Aldo Pistono, che ha condiviso l’Opel Astra
Proto con il preparatore Andrea Chiavenuto, quindi
Giovanni Saracco, ottavo assoluto con la Mitsubishi
Lancer, che ha pagato un testacoda con relativa toccata
delle sponde ghiacciate nella seconda manche,
riscattandosi poi nell’ultima, nella quale ha ottenuto la
terza piazza assoluta. A seguire in nona posizione
Sergio Durante, che ha patito problemi di trasmissione
alla sua Citroën DS3 Proto nelle prime due manche,
staccando nella terza manche una ruota dopo essersi
infossato in una buca formatasi nel tracciato. Chiude la
serie dei primi dieci assoluti Gianluca Casadei, che ha
condiviso con il fratello Gabriele la Mitsubishi Lancer,
finalmente senza problemi per tutto l’arco della gara.

Grande battaglia nei Kart Cross che vede ancora il
successo di Simone Firenze, nonostante il salto della
catena che lo ferma anzitempo nella seconda manche,

davanti ad Armando Bracco che ha duellato per tutta la
gara con Raffaele Silvestri. Passando alle sfide di
categoria, la Classe 8 vede il successo di Gigi Galli,
davanti a Graziano Boetto ed Alessandro Pettenuzzo;
Alessio Bormolini ha vinto la Classe 7 precedendo il
fratello Michele in tutte le tre manche, con il
diciassettenne valtellinese che chiude a pari punti con
Roberto Novara, positivo al rientro nelle gare su
ghiaccio con la Renault Clio Proto.
Alessandro Pregnolato, Subaru Impreza, regola in
Classe 6 Mara Capella, unica donna oggi in pista, molto
determinata con la Lancia Delta HF. Vittoria in Classe 4
della Peugeot 206 WRC di Massimo Snichelotto che
precede la famiglia di Castegneto Po formata da
Adriano Zanatta che ha condiviso la Mitsubishi Lancer
con il figlio ventenne Massimiliano, in netta crescita di
confidenza con il ghiaccio, la pista e la vettura. Infine in
Classe 2 riservata alle vetture Due Ruote Motrici Mattia
Cola ha avuto la meglio su Sergio Giacomuzzi con cui
ha condiviso la Volkswagen Golf. La gara di Serre
Chevalier consegna il titolo tricolore assoluto a Gigi
Galli, mentre fra i Kart Cross la corona del vincitore va a
Simone Firenze e fra le Due Ruote Motrici prevale
Mattia Cola.
Terminata la stagione agonistica grande soddisfazione
nello staff BMG Motor Events guidato da Luca

Meneghetti. “Siamo riusciti a portare positivamente a
termine le quattro gare in programma senza eccessivi
patemi d’animo, nonostante la stagione calda abbia
messo a dura prova il fondo delle piste. Per questo
motivo ringraziamo i gestori degli impianti di Livigno,
Pragelato e Serre Chevalier che ci hanno ospitato
fornendoci un terreno di sfida perfetto. Un grazie va a
tutto il personale che ci ha aiutato nello svolgimento del
Challenge: commissari di percorso, commissari sportivi
e commissari tecnici; uomini delle ambulanze, i medici e
i cronometristi. Ovviamente un grazie particolare va ai
piloti che hanno preso parte alle nostre gare. Il record di
presenze, con 43 partenti a Pragelato, diventa il termine
di paragone per la prossima stagione”.

 

 

Civg 2019: super Gigi Galli: campione d’Italia sul ghiaccio ultima modifica: 2019-02-18T16:13:57+00:00 da Carlo D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.