A causa dei tassi bassi diversi gruppi assicurativi del ramo vita rischiano di risultare insolvibili

Il Fondo Monetario Internazionale conferma la ripresa dell’Italia quest’anno al +1,5%

Nel Regional Economic Outlook per l’Europa, il Fondo prevede l’accelerazione in un contesto di crescita rafforzata in Europa e nell’Eurozona.

Il pil italiano crescerà dell’1,1% nel 2018 e dello 0,9% nel 2019. Ribadite anche le stime per la disoccupazione, che calerà all’11,4% nel 2017. Il debito quest’anno e’ atteso al 133%, per scendere al 131,4% nel 2018 e al 128,8% nel 2019. Il deficit e’ stimato al 2,2% nel 2017, per scendere all’1,3% nel 2018 e allo 0,3% nel 2019.

Il Fondo monetario raccomanda quindi all’Italia di rafforzare gli sforzi nella lotta alla corruzione. “La riforma giudiziaria e il controllo della corruzione sono considerate priorità in diversi paesi europei”, osserva il Fmi nel Regional Economic Outlook per l’Europa rimarcando quanto sia importante ”rafforzare gli sforzi anti corruzione in Bulgaria, Grecia, Ungheria, Italia, Romania e Ucraina”.

Leggi anche...