La commissaria Ue smorza gli entusiasmi sul progetto bad bank
recesso

Ancora nessun commento

«Non siamo vicini a un accordo finale», ha detto ieri, ma non chiude la porta all’Italia: anzi, suggeriscono fonti del Tesoro, conferma che la discussione è incardinata su tavoli tecnici perché è ormai condivisa l’idea che lo strumento è necessario e che si può realizzare, a condizione che rispetti le regole Ue sugli aiuti di Stato.
Assodato che la bad bank — direttamente o indirettamente — possa acquistare le sofferenze bancarie, si tratta di individuare un prezzo «di mercato» per evitare che la bad bank possa surrettiziamente offrire aiuti di Stato alle banche. E l’Italia ha elaborato un algoritmo che dovrebbe individuare quel prezzo «di mercato».
«Non siamo in alcun modo vicini a chiudere ma siamo in confronto continuo con le autorità italiane su come istituirla», ha detto Vestager. «Si tratta di un modo per aiutare le banche a gestire le sofferenze ed è normale che ci siano consultazioni per essere sicuri che la bad bank rispetti le regole europee sugli aiuti di Stato: succede anche in altri paesi come la Germania e la Slovacchia. Io comunque sarò a Roma ed è molto importante avere un dialogo bilaterale con gli Stati membri». La commissaria vede oggi il presidente dell’Antitrust, Giovanni Pitruzzella, mentre giovedì è attesa alle commissioni Industria di Camera e Senato e incontrerà i ministri dell’Economia, Pier Carlo Padoan, dello Sviluppo economico, Federica Guidi, il sottosegretario agli Affari europei, Sandro Gozi, il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, e il vice dg di Via Nazionale, Fabio Panetta.
Domenica a Cernobbio Padoan aveva suscitato attese per una soluzione a portata di mano: «Stiamo avendo discussioni tecniche per identificare gli strumenti per permettere alle garanzie statali di operare. Siamo ai colloqui finali con la Commissione in questi giorni e pensiamo di risolvere presto i problemi tecnici». Di fatto è questione di tempo. Al Tesoro auspicano una conclusione entro fine anno, che sarebbe considerata «un buon risultato».
Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI ARTICOLI

MillionDay e MillionDay Extra, le estrazioni delle 13 di venerdì 14 giugno

Proseguono anche nel 2024 il MillionDay e il MillionDay Extra, sempre con la doppia formula: le estrazioni avvengono infatti due volte al giorno, una alle 13.00 e l’altra come di consueto alle 20.30. Il MillionDay è una lotteria basata sull’estrazione casuale di 5 numeri compresi tra 1 e 55. I giocatori possono partecipare all’estrazione compilando una…

Leggi »

Export italiano a +10%: quali prodotti hanno successo all’estero

Torna a crescere l’export italiano. I dati Istat confermano la ripresa ad aprile delle vendite di beni e servizi dall’Italia verso l’estero a un ritmo che non era registrato da diversi mesi. Un +10,7% su base annua aiutato da una crescita sul mese precedente di oltre il 2%. Anche se ci sono alcune circostanze momentanee…

Leggi »

Draghi lancia il monito all’Ue: cosa ha detto l’ex presidente del Consiglio

L’ex presidente del consiglio e direttore della Banca centrale europea Mario Draghi ha ricevuto in Spagna il premio europeo Carlo V dal re Felipe VI in una cerimonia nel monastero di San Jeronimo de Yuste. Nel discorso di ringraziamento, Draghi ha sottolineato alcune priorità che l’Unione europea dovrebbe seguire in tema economico a partire dalla…

Leggi »