lazio

LAZIO CINEMA INTERNATIONAL modificato il bando per coproduzioni internazionali cinematografiche

L’avviso pubblico è stato rettificato con Determinazione n. G14449 del 5 dicembre 2016. Le modifiche riguardano la capacità economica e finanziaria dei proponenti e la modalità di presentazione delle domande.
FINALITA’: sostenere gli investimenti in produzioni audiovisive che prevedano la compartecipazione dell’industria del Lazio con quella estera, una distribuzione di carattere internazionale dei prodotti e la realizzazione di opere che consentano una maggiore visibilità internazionale delle destinazioni turistiche del Lazio.
RISORSE: La dotazione dell’avviso è di 10 milioni di euro, 5 per ciascuna delle due aperture dei termini previste (“finestre”).
BENEFICIARI Piccole e medie imprese (PMI) già iscritte al Registro delle Imprese, ovvero a un registro equivalente in uno Stato membro dell’Unione Europea, che sono produttori indipendenti e operano prevalentemente nel settore di “Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi”.
Il beneficiario può essere una sola impresa oppure possono esserci più beneficiari (aggregazione) per una stessa coproduzione.
CONTRIBUTO: la sovvenzione è un contributo a fondo perduto commisurato alle spese ammissibili, sostenute dai beneficiari per la realizzazione di una coproduzione.
DOMANDE esclusivamente per via telematica. Seconda “finestra”: lo sportello telematico sarà aperto dal 30 maggio 2017 alle ore 12.00 del 31 luglio 2017.

Attrazione Produzioni Cinematografiche – Avviso 2016

  • POR FESR Lazio 2014-2020 Asse 3 – Competitività

DOTAZIONE

  • 10 milioni di euro, di cui 5 milioni di euro alla prima apertura dei termini (“finestra”) e 5 milioni di euro alla successiva

PROCEDURA

  • “A sportello” dalle ore 12 del 16 novembre 2016 alle ore 12 del 16 febbraio 2017 (prima “finestra”)

FINALITA’

L’intervento è finalizzato a sostenere gli investimenti in produzioni audiovisive che prevedano la compartecipazione dell’industria del Lazio con quella estera, una distribuzione di carattere internazionale dei prodotti e la realizzazione di opere che consentano una maggiore visibilità internazionale delle destinazioni turistiche del Lazio.

DOTAZIONE

10 milioni di euro, di cui 5 milioni di euro alla prima apertura dei termini (“finestra”) e 5 milioni di euro alla successiva

  • La dotazione dell’Avviso è di 5.000.000 di Euro per ciascuna delle due “finestre”, vale a dire due successive aperture dei termini, la prima delle quali a novembre 2016.
  • La dotazione finanziaria è attribuita alle domande ammissibili seguendo il loro ordine di presentazione. Il 50% delle risorse rimangono riservate alle Opere Audiovisive ritenute di “Interesse Regionale” o di “Particolare Interesse Regionale”.

CONTRIBUTO

La Sovvenzione è un contributo a fondo perduto commisurato alle Spese ritenute Ammissibili, sostenute dai beneficiari per la realizzazione di una Coproduzione.

BENEFICIARI

Le PMI già iscritte al Registro delle Imprese, ovvero ad un registro equivalente in uno Stato membro della Unione Europea, che sono Produttori Indipendenti ed operano prevalentemente nel settore di “Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi” (codice ATECO 2007 59.11).

  • Il beneficiario può essere una sola impresa oppure possono esserci più beneficiari (Aggregazione) per una stessa Coproduzione, purché compartecipino ai Costi di Produzione in ragione dell’Accordo di Coproduzione e siano titolari di diritti di sfruttamento dell’Opera almeno per l’Italia.

REQUISITI

I beneficiari devono avere al più tardi al momento della richiesta della prima erogazione, residenza fiscale in Italia ed una sede operativa nel Lazio.

  • Devono inoltre presentare una adeguata capacità amministrativa, finanziaria e operativa.
  • A tal fine la somma del Valore della Produzione (media degli ultimi tre anni) dei Richiedenti e dei Produttori Esteri (che coprano più del 10% del Costo di Produzione) e del Produttore Associato (che copra più del 15% del Costo di Produzione) deve risultare pari o superiore al Costo di Produzione complessivo.

OPERE AGEVOLABILI

L’intervento è finalizzato a sostenere la realizzazione di Coproduzioni, intendendo per tali:

  • a) Coproduzioni Cinematografiche (Film): quelle definite tali dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (“MIBACT”) ai sensi dell’art. 6 del D.Lgsl. 22 gennaio 2004 n. 28, ivi comprese quelle definite tali ai sensi della Convenzione Europea sulla Coproduzione cinematografica;
  • b) Coproduzioni di Altri Audiovisivi: le Altre opere audiovisive a cui è riconosciuta la nazionalità italiana ai sensi degli artt. 4 o 6 del D.M. MIBACT del 5 febbraio 2015 (Tax credit altri audiovisivi) e che prevedano una partecipazione di uno o più “Produttori Esteri” alla copertura dei costi di produzione, e se del caso di distribuzione, con una partecipazione al Costo industriale non inferiore al 10% a fronte, perlomeno, del diritto di sfruttare l’opera nel proprio paese.

COPRODUZIONI AMMISSIBILI

Sono ammissibili le Coproduzioni realizzate sulla base di un Accordo di Coproduzione. Al momento della presentazione della domanda, deve essere presentata almeno una Lettera di Intenti sottoscritta dal o dai

Beneficiari e da almeno un Produttore Estero che assicurino alla Coproduzione, congiuntamente, una copertura per almeno il 40% dei Costi di produzione, compresa la quota di eventuali Produttori Associati, e che:

  • se Coproduzioni Cinematografiche relative a Film, presentano un Costo di produzione previsto pari ad almeno 1.500.000 Euro, 750.000 Euro per le opere prime e seconde e 400 Euro al minuto per i documentari;
  • se Coproduzioni di Altri Audiovisivi di narrazione e finzione scenica (fiction), presentano una durata pari o superiore a 90 minuti ed un Costo di produzione previsto pari ad almeno 2.000 Euro al minuto;
  • se Coproduzioni di Altri Audiovisivi diverse da quelle di cui al punto precedente, presentano una durata pari o superiore a 40 minuti ed un Costo di produzione pari ad almeno 400 Euro al minuto.

Al momento della presentazione della domanda le Coproduzioni devono rispondere almeno ai requisiti di eleggibilità culturale nei termini e con le modalità previste dal D.M. 7 maggio 2009 (Tax credit produttori Film) o dal D.M. 5 febbraio (Tax credit altri audiovisivi).

  • Sono inoltre escluse le Coproduzioni che al momento della domanda hanno già iniziato le riprese (o le lavorazioni nel caso di opere di animazione) e quelle che hanno già contrattualizzato più del 25% dei Costi di Produzione.

SPESE AMMISSIBILI

Sono spese ammissibili la quota parte del Costo Industriale sostenuto dal o dai Beneficiari per la Coproduzione al netto della copertura da parte di eventuali Produttori Associati o comunque oggetto di rimborso da parte di altre imprese.

  • Le spese relative ai Costi di Produzione sono ammesse in proporzione al rapporto tra le giornate di ripresa effettuate sul territorio del Lazio e le giornate di ripresa totali, o di lavorazione in caso di opere di animazione.
  • In alternativa a tale criterio le spese sono ammesse per la quota sostenuta nei confronti di soggetti residenti e/o imprese che abbiano una sede operativa nel Lazio.
  • I Costi indiretti sono ammessi a titolo forfettario nella misura del 7,5% dei costi per il personale sotto la linea ritenuti ammissibili.
  • Le spese sostenute dal beneficiario per la promozione, e la distribuzione per il mercato italiano sono ammesse nel limite massimo del 10% del Costo di Produzione ammesso e l’importo cumulato con le spese relative alla promozione e distribuzione per i mercati esteri non può superare il 25% del Costo di Produzione ammesso.

Le spese ammissibili devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda, ad eccezione delle Spese Preparatorie che possono essere riconosciute entro un massimo del 5% dei Costi di Produzione ammessi.

  • Le spese cd. sopra la linea ed il costo del personale della Voce di Costo “Produzione” non possono, ciascuna, superare il 25% del costo di produzione ammesso.
  • La Voce di Costo “Assicurazioni, garanzie ed altre spese direttamente imputabili, incluse le spese per asseverare i rendiconti” non possono superare il 7,5% del Costo di Produzione ammesso.
  • Il compenso per la produzione (producer fee) e gli interessi passivi non sono ammissibili.

CONTRIBUTO

L’ammontare del contributo non può comunque superare il 35% delle Spese Ammesse, ovvero il 45%, nel caso di Coproduzioni finanziate al Produttore estero da almeno un altro Stato membro della UE.

PROCEDURA DI VALUTAZIONE

La valutazione è di competenza di una Commissione tecnica di valutazione che provvede ad attribuire il relativo punteggio sulla base dei seguenti criteri:

• qualità tecnica e originalità del progetto;
• curricula o track record delle figure chiave (regista, sceneggiatore, autori, produttori e distributori);
• copertura finanziaria del Costo di Produzione;
• spesa sul territorio regionale, in rapporto alla spesa totale della produzione;
• ricaduta economica sulla filiera diretta/ indiretta e sul sistema Lazio;
• capacità del progetto di promuovere la conoscenza del territorio, della storia, della cultura e delle tradizioni del Lazio, al di fuori dell’area urbana di Roma, al fine di sostenere la competitività dei territori meno noti e riconoscibili dal grande pubblico.

DOMANDE

Le domande di contributo possono essere presentate esclusivamente per via telematica.

  • PRIMA FINESTRA
    Lo sportello telematico per la compilazione del Formulario on line sarà aperto per la prima finestra a partire dalle ore 12 del 16 novembre 2016 fino alle ore 12 del 16 febbraio 2017.

A seguito della compilazione del Formulario sarà generato dal sistema un Dossier di Richiesta che dovrà essere inviato via PEC a Lazio Innova a partire dalle ore 12 del 16 gennaio 2017 e comunque entro novanta giorni dalla data di finalizzazione del Formulario on line.

Per data di presentazione della richiesta si intende la data di invio della PEC.

Le Opere che abbiano iniziato le riprese fra il 16 dicembre 2016 e il 15 gennaio 2017 sono ammissibili a condizione che la data di inizio delle riprese sia successiva alla data del protocollo assegnato dal sistema GeCoWEB e, solo in questo caso, tale data determini anche la decorrenza delle Spese Ammissibili non Preparatorie.

  • SECONDA FINESTRA
    La seconda finestra sarà aperta, previo successivo atto di autorizzazione, a partire dalle ore 12 del 30 maggio 2017 e fino alle ore 12 del 31 luglio 2017.

La selezione delle richieste segue il procedimento valutativo a sportello che prevede che la concessione della dotazione finanziaria segua l’ordine di invio del Dossier di Richiesta (data invio PEC).

LAZIO CINEMA INTERNATIONAL modificato il bando per coproduzioni internazionali cinematografiche ultima modifica: 2017-02-23T11:13:34+01:00 da Carlo D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.