Il difficile governo in banca uic

Segnalazioni EBA-ITS Bankitalia pubblica le FAQ

 

Q&A n. 1

Q. Quali segnalazioni sono sostituite dai nuovi template sull’LCR (Reg. d’esecuzione UE n. 322/2016) e a partire da quale data contabile?


A. Le segnalazioni L1/LY e ‘LCR ad Interim’ prodotte dalle banche. La prima data contabile è il 30 settembre 2016.


Q&A n. 2


Q. Dove si deve inserire il codice LEI nel file XBRL?

A. Per le specifiche tecniche si rimanda alla seguente pagina: http://www.eba.europa.eu/regulation-and- policy/supervisory-reporting/implementing-technical-standard-on-supervisory-reporting-data-point-model- Degli esempi per l’inserimento del codice LEI nel file XBRL sono reperibili al seguente link: https://www.eba.europa.eu/documents/10180/502670/Skeleton+Instances.zip

Q&A n. 3


Q. Qual è l’ultima data contabile per la quale è previsto l’invio delle basi informative L1-LY secondo il modello matriciale?

A. Il 31 agosto 2016. Fino a questa data contabile le banche e i gruppi bancari devono trasmettere le segnalazioni in materia del requisito di copertura della liquidità mediante le basi informative L1 e LY

secondo l’usuale schema matriciale. Pertanto, eventuali rettifiche su date contabili pregresse, cioè fino al 31 agosto 2016 compreso, dovranno essere inviate secondo lo schema matriciale.

Q&A n. 4

Q. Secondo le nuove modalità segnaletiche continueranno ad essere prodotte le informazioni sul sottogruppo di liquidità per la base informativa ‘LCRC’?

A. Sì, così come prevede l’art. 8, par. 1 del Reg. UE n. 575/2013 Q&A n. 5 (modificata in data 13/01/2017)

Q. Come viene trattata la controvalutazione in euro nelle segnalazioni del “Liquidity Coverage Ratio” individuale (LCRI) e di gruppo (LCRC)?

A. Tutti gli importi vengono controvalorizzati in euro. Inoltre, per le valute significative (così come definite dall’art. 415, par. 2 del Reg. 575/2013) gli importi vengono segnalati anche nella valuta originaria nell’ambito dello stesso file. Tale innovazione è stata introdotta dalla Q&A EBA n. 2015_1042, a partire dalla versione 2.4.1 del Data Point Model (cfr. documento “documento “Relaese note” della “XBRL Taxonomy and Supporting Documents 2.4.1”) che è entrata in vigore dalla data contabile di settembre 2016.

Q&A n. 6

Q. Qual è la versione del DPM da utilizzare per la segnalazione sull’indicatore mensile LCR con data contabile 31.12.2016?

A. La versione da utilizzare a partire dalla data contabile del 31.12.2016 è la 2.5, fino a quando non diventerà applicabile la successiva release del DPM.
Si raccomanda, inoltre, di utilizzare, nel file istanza xbrl, il nuovo schema di riferimento (c.detto SCHEMAREF):

Survey LCRC (LCR consolidato) : “http://www.eba.europa.eu/eu/fr/xbrl/crr/fws/corep/its-2016- repxx/2016-02-01/mod/corep_lcr_da_con.xsd”.
Survey LCRI (LCR individuale) : “http://www.eba.europa.eu/eu/fr/xbrl/crr/fws/corep/its-2016- repxx/2016-02-01/mod/corep_lcr_da_ind.xsd”.

Leggi anche...
Segnalazioni EBA-ITS Bankitalia pubblica le FAQ ultima modifica: 2017-01-21T16:33:10+00:00 da Andrea M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.