Il governatore della Bce Mario Draghi ha chiarito una volta per tutte la proprietà legale delle riserve auree di Bankitalia

Mario Draghi difende il Quantitative Easing Ricordando il “Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea” (Tfue) dove si parla anche di questo, Draghi ha detto che è la Bce a gestire l’oro che funge da riserva per l’euro; ma ogni mossa viene concordata con Bankitalia. Inoltre la Bce ha il diritto di approvare o negare le operazioni fatte con le riserve (sia auree che monetarie) dai singoli Stati.

Il principio insomma è che la Bce ha l’ultima parola, ma non può gestire le riserve auree come se fossero sue. L’interrogazione parlamentare era stata presentata da Claudio Borghi, sottosegretario in quota alla Lega, che da anni propaganda la bufala che la Germania e la Bce hanno rubato le riserve auree italiane. In realtà, Borghi ha presentato una legge per fare in modo che sia il governo italiano da gestire le riserve auree, col recondito scopo di svenderle sui mercati per ottenere i soldi necessari a ridurre la spesa corrente per un anno. Naturalmente, nel massimo dell’incoscienza, visto che quell’oro è un po’ come i gioielli di famiglia: venderli significa che sei più povero, non più ricco. E gli speculatori internazionali ci vanno a nozze con i Paesi poveri.

Il governatore della Bce Mario Draghi ha chiarito una volta per tutte la proprietà legale delle riserve auree di Bankitalia ultima modifica: 2019-03-29T17:14:03+00:00 da Deborah

2 Comments

  • claudio trevisan ha detto:

    perche un pensionato come me e ce ne sono tanti essendosi trasferito all Estero dove con la pensione puo vivere un po dignitosamente che in italia non puo accedere a nessun prestito compreso la cessione del quinto che come garante e la stessa inps i signori delle banche e le assicurazioni se ne fregano delle convenzioni stipulate con il governo italiano e unilateralmente rifiutano di concedere questa forma di prestito in modo discriminatorio i lavoratori e sopratutto i pensionati residenti all Estero queste forme il sig. draghi non le sa e sarebbe bene che intervenisse per fare terminare questa situazione paradossale nei confronti di chi paga comunque le tasse allo stato senza avere nessun beneficio anzi e ora che le cose almeno possano iniziare a cambiare come dice e solo dice il ministro salvini grazie

  • claudio trevisan ha detto:

    come sopra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.