U

La presidente della Banca Centrale Europea non si è mai messa di traverso ad una valuta digitale. Le parole di Christine Lagarde suggeriscono che l’istituzione sta osservando le potenziali implicazioni di mercato di una tale mossa. Nel frattempo la Svezia probabilmente avrà la propria moneta virtuale cercando di prendere le stesse caratteristiche di Bitcoin. 

BCE studia le possibilità di un Euro Digitale 

Il Consiglio direttivo è il principale organo decisionale all’interno della BCE. In una dichiarazione ha delineato le decisioni prese sul fronte della politica monetaria. Soprattutto ha preso atto del movimento in corso dell’Eurosistema verso una possibile creazione dell’euro digitale. Una decisione sul da farsi in merito all’Euro Digitale potrebbe arrivare già a gennaio. Con l’apertura del nuovo anno finanziario.

Euro Digitale come opportunità

Facendo eco a funzionari come il capo della BCE Christine Lagarde, la dichiarazione del Consiglio direttivo sottolinea l’apertura alla digitalizzazione. Infatti dichiara una possibile opportunità per i servizi di pagamento: “Gli intermediari privati ​​vigilati sarebbero nella posizione migliore per fornire soluzioni front-end e servizi ausiliari. E per costruire nuovi modelli di business basati su un euro digitale. Se tale costrutto fosse introdotto”. L’aspetto di questi modelli di business dipenderà dalla portata finale e dall’uso effettivo dell’euro digitale

Preoccupazioni e Prevenzioni 

Sia la banca che il consiglio direttivo devono fare i conti con le eventuali problematiche di un CBDC. Infatti la BCE deve ancora affrontare le preoccupazioni relative a tutto ciò che concerne l’adozione di un Euro Digitale. In particolare, la BCE prenderà in considerazione l’antiriciclaggio e il contrasto al finanziamento delle misure terroristiche. Oltre ovviamente alla tutela della privacy degli utenti.

Lagarde sostiene l’Euro Digitale 

La Presidente della BCE si è sempre mostrata una sostenitrice dell’Euro Digitale. Sin dai tempi in cui era a capo del Fondo monetario internazionale. Sebbene la BCE non abbia ancora preso una decisione ufficiale su un CBDC. Come anticipato, la banca centrale ha recentemente aperto una consultazione pubblica. Per ottenere feedback dagli utenti su ciò che si aspettano da un euro digitale

Svezia saluta il contante? 

Le dichiarazioni del Consiglio direttivo della BCE sull’Euro Digitale arrivano in un momento particolare. Infatti il processo di sostituzione della moneta fisica con la moneta elettronica ha subito un’ulteriore accelerazione. Proprio a causa della pandemia. Ma adesso il Paese sembra pronto a compiere un ulteriore salto in avanti e considera la possibilità di introdurre una moneta digitale. Basata su protocolli internet, al pari di Bitcoin, Ethereum, Dash, Ripple e molte altre. 

A gennaio 2021 il momento cruciale 

La BCE dovrebbe prendere presto una decisione sul rilascio di un euro digitale. La data indicata sembra proprio essere all’inizio del prossimo anno. Data in cui avranno fatto gli studi necessari in merito alla questione. Ricordiamo che la BCE non sta “correndo per essere la prima”. Per rilasciare una valuta digitale della banca centrale. Questa è una strategia che in molti stanno adottando, per vedere l’effettiva efficacia di un CBDC. A questo punto non ci rimane che aspettare gennaio 2021. E vedere se la BCE intende lavorare seriamente per raggiungere l’Euro Digitale.

Commenta l'articolo