La Volkswagen Golf ha conquistato le cinque stelle EuroNCAP. Anche alle Audi Q8, Ford Puma, Nissan Juke ed i suv MG HS e MG ZE-EV (elettrico) è stato attribuito il punteggio massimo. Quattro modelli, tutti a batteria, non sono andati oltre le tre stelle: si tratta dei modelli gemelli Volkswagen up!, Seat Mii e Skoda Citigo e del suv cinese low cost a zero emissioni e ad alta percorrenza Aiways U5.

TRE MIGLIORI PUNTEGGI SU QUATTRO PER LA NUOVA GOLF

Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’ACI, che fa parte del progetto di valutazione internazionali degli standard di sicurezza, ha valutato positivamente il debutto di un costruttore del Regno di Mezzo nel segmento a zero emissioni. “I sistemi di frenatura automatica sono determinanti per ottenere buoni livelli di sicurezza”, ha aggiunto. La Golf VIII ha totalizzato il punteggio più alto nella protezione degli adulti (95%), in quella dei bambini (89%) ed anche in relazione ai sistemi attivi di sicurezza (78%).

LA NISSAN JUKE È RISULTATA LA MENO IMPATTANTE PER I PEDONI

Un ottimo risultato per essere, probabilmente, l’ultima generazione dell’auto che da anni è l’auto più venduta d’Europa. Per quanto riguarda la protezione dei pedoni, il quarto parametro preso in considerazione, il modello più sicuro è la Nissan Juke (81%), seguito dalla Ford Puma. Quest’ultimo è anche tra i modelli in corsa per il titolo di Car of the Year 2020. Il suv cinese U5 è stato penalizzato dal “malfunzionamento degli airbag laterali nella prova di urto laterale contro il palo e del sistema di frenatura automatica (AEB)”.

PROMOSSE LE DUE MG, MODELLI BRITANNICI A CONTROLLO CINESE

I modelli della MG – ormai passata sono il controllo della cinese BAIC che punta a scavalcare Geely quale primo azionista di Daimler – si sono distinti per il massimo punteggio nelle prove di urto contro barriera laterale. La variante elettrica è stata rilevata una “scarsa protezione del torace del passeggero posteriore e del conducente, rispettivamente, nello scontro frontale pieno e nell’urto con il palo”. ACI ha spiegato che le tre stelle per i modelli gemelli elettrici del gruppo Volkswagen (testati anche in versione termica) sono da addebitare all’assenza del sistema di frenatura automatica AEB e alla “scarsa o marginale protezione del torace degli occupanti”.

Commenta l'articolo