Un bando per supportare l’ esportazione delle piccole e medie imprese
Sarà aperta il 10 febbraio l’edizione 2022 del Bando Digital Export di Regione e Unioncamere Emilia-Romagna finalizzato a supportare le esportazioni delle piccole e medie imprese del territorio.
italia

Articolo del

Sarà aperta il 10 febbraio l’edizione 2022 del Bando Digital Export di Regione e Unioncamere Emilia-Romagna finalizzato a supportare le esportazioni delle piccole e medie imprese del territorio.  A riportare la notizia è Co.Mark, che in una recensione del suo blog descrive le caratteristiche dell’iniziativa, considerata come un’ottima opportunità per incrementare il business delle Pmi (Piccole medie imprese) della regione. Secondo l’opinione dell’azienda, i finanziamenti regionali e nazionali sono infatti uno strumento indispensabile per accompagnare le piccole e medie imprese nei mercati esteri o introdurre strategie efficaci per l’internazionalizzazione. 

Un punto di vista che si allinea con i commenti espressi dal ministero dello Sviluppo Economico, che ha riconosciuto la specificità e il carattere innovativo dell’iniziativa nel panorama degli incentivi alle imprese. Digital Export 2022 – si legge nella recensione del bando – nasce infatti proprio per offrire alle imprese nuovi strumenti per fronteggiare la contrazione delle esportazioni effettuate secondo modalità tradizionali, ritenute ormai insufficienti dall’opinione degli esperti. 

La misura, riferisce Comark nei suoi commenti, consente infatti alle piccole realtà imprenditoriali dell’Emilia Romagna di finanziare progetti di internazionalizzazione e digital marketing grazie a contributi a fondo perduto, pari al 50% delle spese ammissibili, a partire da un importo minimo di € 5.000,00 fino ad un importo massimo di € 15.000,00. «La digitalizzazione dell’export è oggi un tema caldo per innovare e consolidare la propria presenza sui mercati esteri, attraverso e-commerce, piattaforme per la promozione del made in Italy, canali social, sito web, campagne a pagamento sui motori di ricerca». Questi i commenti con cui Co mark Spa ribadisce la sua opinione sull’importanza di implementare strategie e attività di digital marketing in un piano di espansione all’estero. 

Digital Export 2022: spese finanziabili e modalità di accesso

Con il bando congiunto Digital Export 2022, secondo la recensione di Comark, Regione Emilia Romagna e Unioncamere si propongono diverse finalità, in primis quella di rafforzare la capacità delle imprese del territorio ad operare sui mercati internazionali. L’obiettivo del progetto è infatti soprattutto quello di aiutare ad individuare interessanti opportunità nelle aree già coperte, ma anche di offrire supporto nella ricerca di nuovi sbocchi all’estero.

Tra i commenti della recensione emergono anche le informazioni dettagliate sui destinatari dell’iniziativa: possono accedere ai contributi tutte le imprese manifatturiere emiliane con codice Ateco primario o secondario appartenente alla categoria C, aventi un fatturato minimo di 500.000€. Massima priorità avranno le imprese che non hanno mai beneficiato di contributi a valere sul Bando Digital Export per l’anno 2020 e 2021. 

Per quanto riguarda le spese finanziabili, invece, nel bando sono inclusi, oltre alle principali attività di digital marketing, anche incontri B2C e B2C e partecipazioni a fiere e convegni, non a caso considerate da tempo strumenti strategici per l’export dalle opinioni degli esperti e nelle recensioni di settore. Ad esse si aggiungono le certificazioni necessarie per esportare all’estero, il materiale promozionale e tutte le attività di business online e commercializzazione digitale. 

L’apertura del bando è prevista per le ore 9.00 del 10 febbraio fino alle 14.00 del 1 marzo 2022, termini entro i quali le imprese potranno presentare le domande per progetti da realizzarsi entro il 31 dicembre. 

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Reddit
Tumblr
Telegram
WhatsApp
Print
Email

ALTRI
articOLI